Questo sito contiene link di affiliazione per cui può essere compensato

Home » Hi-Tech » Finanza e Mercato » Giudice olandese: “Apple non può sostituire un prodotto in garanzia con il ricondizionato”

Giudice olandese: “Apple non può sostituire un prodotto in garanzia con il ricondizionato”

Nei Paesi Bassi è stato stabilito da una sentenza che Apple non può sostituire un iPad o iPhone in garanzia con un dispositivo ricondizionato. Deve offrire al cliente un prodotto pari al nuovo e non un dispositivo cosiddetto “refurbished”.

Il contenzioso nasce nel 2015, avviato da una donna che aveva acquistato un iPad Air 2 con AppleCare. Dopo quattro mesi, scrive AppleInsider, l’unità ha cominciato ad avere problemi con il WiFi e Apple ha deciso di sostituire il tablet con un’unità ricondizionata, procedura standard seguita da Apple e prevista nelle condizioni di servizio del tablet.

Nonostante i termini in questione, il giudice che ha visionato il procedimento il 18 aprile ha stabilito che Apple può sostituire il prodotto esclusivamente con un dispositivo affine. Un dispositivo ricondizionato può essere sostituito con un ricondizionato ma l’utente che ha acquistato un dispositivo nuovo deve ricevere un prodotto nuovo.

“Se la querelante aveva acquistato un prodotto ricondizionato o sostitutivo, Apple può sostituirlo con un prodotto refurbished o sostitutivo”, ha sentenziato il giudice; “ma se il consumatore, come in questo caso, ha acquistato un nuovo iPad, ha il diritto a ottenere un nuovo iPad come rimpiazzo”.

La sentenza non specifica indicazioni in merito alle parti di ricambio; in ogni caso conferma una simile sentenza del dicembre dello scorso anno che vieta di consegnare iPhone ricondizionati con la modalità denominata “Swap Repair” (la procedura che consente l’immediata sostituzione del prodotto guasto con un prodotto analogo rigenerato).

A luglio dello scorso anno, per la stessa rimostranza Apple è stata oggetto di un’azione legale collettiva in California e sulla falsariga dei due procedimenti olandesi anche in questo caso è stato stabilito che l’azienda non può fornire prodotti ricondizionati in sostituzione dei nuovi. I legali dei ricorrenti hanno dichiarato nel procedimento che “rigenerato” significa “unità di seconda mano modificata per apparire come nuova” e dunque non può essere equivalente in termini di durata e funzionalità a un’unità completamente nuova. Il procedimento giudiziario statunitense è stato incentrato anche sulla definizione di “refurbished” e su come interpretare “equivalente al nuovo in termini di performance e affidabilità”, espressioni indicate anche nei termini di servizio dei Paesi Bassi.

Nella garanzia per il nostro paese la Mela spiega che: “Qualora Apple o un AASP ricevano una valida contestazione entro il Periodo di Garanzia, Apple, a propria discrezione (1) riparerà̀ il Prodotto Apple utilizzando componenti nuovi o componenti ricondizionati equivalenti al nuovo per prestazioni e a affidabilità ̀, (2) sostituirà̀ il Prodotto Apple con un prodotto che come minimo abbia funzionalità̀ equivalente al Prodotto Apple e sia costituito da parti nuove o usate che abbiano le medesime prestazioni e l’affidabilità di un prodotto nuovo o (3) rimborserà̀ il prezzo d’acquisto del Prodotto Apple a fronte della restituzione dello stesso”.

 

Offerte Apple e Tecnologia

Le offerte dell'ultimo minuto le trovi nel nostro canale Telegram

Top offerte Apple su Amazon

Mac mini M2 Pro in sconto del 21%, risparmiate 330 €

Su Amazon torna in sconto e va al minimo il Mac mini M2 Pro. Ribasso a 1249 €, risparmio da 330 €

Ultimi articoli

Pubblicità