Questo sito contiene link di affiliazione per cui può essere compensato

Home » Hi-Tech » Finanza e Mercato » I chip AI fruttano miliardi a NVIDIA

I chip AI fruttano miliardi a NVIDIA

Pubblicità

Se vi state chiedendo quanto vale oggi l’intelligenza artificiale allora date un’occhiata alle entrate trimestrali di NVIDIA: nel suo ultimo rapporto sugli utili l’azienda ha infatti notificato di aver fatturato 13,51 miliardi di dollari soltanto nel secondo trimestre, più che raddoppiando quindi i 6,7 miliardi di dollari registrati l’anno scorso nello stesso periodo.

Sono buoni anche i risultati ottenuti nel segmento dei videogiochi, che in questo stesso periodo avrebbe fruttato 2,49 miliardi di dollari, all’incirca il 22% in più rispetto all’anno scorso.

Ma come dicevamo in apertura è soprattutto il mercato dell’intelligenza artificiale che sta dando grandi risultati a NVIDIA, tanto da farle battere ogni suo record. In questo settore infatti ha incassato 10,32 miliardi di dollari, che corrispondono al 171% in più rispetto all’anno scorso e un buon 141% se lo si confronta soltanto col trimestre precedente.

Nvidia, l'Ethernet per l'AI e un supercomputer con chip Grace Hopper

Chi prima arriva…

A inizio anno l’amministratore delegato Jensen Huang ha raccontato come nel 2018 la società “scommise su di sé” quando cominciò a usare l’AI per alimentare la sua Deep Learning Super Sampling (DLSS), tecnologia che sostanzialmente prende un’immagine a bassa risoluzione e la da in pasto all’intelligenza artificiale per generare una serie di svariati campionamenti che portano alla produzione di un’immagine a risoluzione maggiore.

Da lì hanno messo l’AI ovunque, sia per reinventare la Computer Grafica, sia per potenziare le GPU. Tutto questo ha portato NVIDIA a immaginare che nel futuro ci sia «un grande modello linguistico (LLM) alla base di quasi tutto», dai VFX all’industria pesante.

Questa specie di “preveggenza” di NVIDIA sta già dando i suoi frutti visto che la H100 Tensor Core è la sua GPU di punta; l’azienda sta anche costruendo sistemi complessi come il box HGX, che porta ad avere otto GPU H100 in un singolo computer. Perfino Microsoft avrebbe scelto le soluzioni AI di NVIDIA per alimentare la sua piattaforma di cloud computing Azure.

Il successo di NVIDIA passa da qui

Uno dei segreti del suo successo starebbe nell’uso di software e app personalizzati che di fatto rende difficile ai clienti cambiare macchine optando ad esempio per quelle della sua rivale AMD. «i nostri Data Center includono una notevole quantità di software e diverse complessità che contribuiscono alla crescita dei profitti».

Per Huang la corsa all’adozione dell’intelligenza artificiale generativa è appena cominciata: le aziende di tutto il mondo stanno già passando dal calcolo generico a quello accelerato dall’AI, e questo secondo le previsioni dovrebbe permettere a NVIDIA di incassare circa 16 miliardi di dollari per il terzo trimestre.

Già oggi NVIDIA vale mille miliardi: ve lo ricordate il discorso “alla Steve Jobs” di Huang? In quei giorni la società presentò anche la super Ethernet per AI e un supercomputer con chip Grace Hopper: qui tutti i dettagli.

Offerte Apple e Tecnologia

Le offerte dell'ultimo minuto le trovi nel nostro canale Telegram

Top offerte Apple su Amazon

Airtag già in vendita su Amazon

Airtag mai così economici, 4 pezzi a 90,90 €

Su Amazon l'Airtag in confezione da quattro va al minimo storico. Solo 90,90 € invece di 129,99€
Pubblicità

Ultimi articoli

Pubblicità