Questo sito contiene link di affiliazione per cui può essere compensato

Home » Hi-Tech » Finanza e Mercato » Il governo cinese ha escluso Apple dai bandi di gara ministeriali

Il governo cinese ha escluso Apple dai bandi di gara ministeriali

Reuters ha ottenuto l’elenco dei brand approvati per gli acquisti di stato in Cina; sono presenti migliaia di marchi locali ma sono stati esclusi molti dei grandi nomi associati alla tecnologia occidentale: è stata esclusiva Apple ma anche nomi quali Cisco (società per la quale lo scorso anno erano stati approvati 60 diversi prodotti) e McAfee (società acquisita di Intel). Solo alcuni ministeri sono tenuti a rispettare l’elenco in questione; la lista include circa 5000 referenze ma non vincola l’esercito, che segue proprie regole e specifiche esigenze, le autorità regionali e le imprese statali.

Sono varie le ipotesi alla base del rifiuto. La prima è che la Cina intenda premunirsi contro potenziali controlli sfruttando non meglio precisate funzionalità hardware e software prodotte in terra straniera (bisogna ricordare che le cinesi Huawei e ZTE sono state estromesse dagli Stati Uniti per presunte minacce alla sicurezza nazionale); la seconda ipotesi è che il governo abbia voluto semplicemente favorire le imprese locali, mettendo al bando i prodotti USA e favorendo hardware e software made in Cina.

Ban dispositivi Apple in Cina

Offerte Apple e Tecnologia

Le offerte dell'ultimo minuto le trovi nel nostro canale Telegram

Top offerte Apple su Amazon

Sconto boom, risparmio da 630€ per MacBook Air 512GB M2 15,4 rispetto ad M3

Su Amazon il MacBook Air da 15,4" nella versione da 512 GB con processore M2 va in sconto. Lo pagate 630 euro meno del nuovo modello, solo 1249€

Ultimi articoli

Pubblicità