HomeMacProfEducationInnovAction, a Udine il futuro in mostra con molto Mac

InnovAction, a Udine il futuro in mostra con molto Mac

Connubio tra innovazione ed azione. Ecco il motto che si potrebbe mettere sotto ad InnovAction, la fiera che si sta tenendo in questi giorni (chiusura domenica) a Udine. La rassegna che si occupa di tutto quanto fa “nuovo” in campo tecnologico e quel che è utile per spingere la società  e la ricerca in quella direzione è sicuramente una idea originale per la nostra nazione, spesso oppressa da conservatorismo e immobilismo quando si tratta di tecnologie. Nuova anche la struttura concettuale intorno a cui si è articolata la fiera: tre fili conduttori, conoscenza, idee, innovazione, intorno a cui si sviluppava il percorso espositivo.

InnovAction aveva una parte di fiera, con gli stand degli espositori, ed una parte incontri convegni con eminenti interventi e importanti testimonianze. Entrambe le istanze della fiera erano molto interessanti: il numero e il livello dei convegni veramente alto e gli stand anche di piccoli produttori avevano delle perle del tutto inaspettate.

Il visitatore era tenuto a fare una scelta, talvolta molto difficile, tra quello che si poteva vendere e toccare con mano e quello che si poteva ascoltare in prima persona da relatori di altissimo livello. Talvolta la scelta
risultava tanto difficile che il pensiero variava tra “che cosa mi sto perdendo” e “che cosa potrei vedere e toccare”.

Molto nutrita è stata la parte istituzionale della regione Friuli Venezia-Giulia: si potevano trovare tutte le università  della regione, i centri post universitari, numerosissimi istituti superiori e scuole tecniche. Inoltre erano presenti le associazioni degli industriali, la finanziaria regionale Friulia, la società  della regione che si occupa di informatica Insiel (che sarà  privatizzata a breve).

Un padiglione era riservato alle università , per la maggior parte regionali ma anche da fuori regione e dall’estero. Queste realtà  universitarie presentavano un gran numero di progetti che erano stati realizzati con argomenti tra i più
vari, dai nanotubi al carbonio alle applicazioni satellitari in agricoltura.

Moltissimi espositori illustravano prodotti, macchinari o applicazioni che lasciavano stupiti per le caratteristiche. Valeva la pena di soffermarsi e
dedicare del tempo agli stand, anche in quelli più piccoli, per fare delle scoperte. Passando tra i corridoi si correva il rischio di trascurare alcune realtà  che poi risultavano essere molto interessanti o addirittura stupefacenti.

Tra gli espositori erano numerosi quelli che avevano in bella mostra in computer Apple, una galleria fotografica, che pubblicheremo a breve, testimonia questa presenza nella fiera. Al piacere di vedere i prodotti con la mela, si aggiunge il piacere estetico dei computer Apple che sono visivamente più apprezzabili delle altre macchine.

Tra gli espositori, [Techwork], di Tavagnacco in provincia di Udine, esponeva tutti prodotti Apple essendo un Technical Coordinator certificato. Nello stand era presente e si poteva vedere un’infrastruttura di rete basata su una serie di Xserve e due Xserve Raid e
un’installazione di Xsan per la gestione dello storage networking. Questa applicazione molto avanzata testimonia come Apple possa trovare un spazio importante anche nella realtà  aziendale.

Nelle postazioni dello stand di [Techwork] si potevano vedere in azione varie applicazioni spiegate e mostrate da esperti: la microscopia digitale con l’interfacciamento del computer al microscopio ottenendo direttamente la scansione a schermo per la successiva elaborazione, Osirix per la gestione e l’elaborazione di immagini radiologiche e scansioni di medicina nucleare, Mathematica il programma per la rappresentazione di formule matematiche e per
lo sviluppo di applicazioni basate su queste formule, Logic Studio per composizione, elaborazione e postproduzione audio, Aperture 2 per la gestione e l’elaborazione professionale delle fotografie.

[Techwork] presentava anche Apple Podcast Producer, di cui veniva fatta una dimostrazione nel teatro dello stand, il sistema integrato di Apple per la produzione di podcast in modo altamente, quasi totalmente, automatizzato. Si tratta di una soluzione completa: una volta installata permette di avere un sistema sempre pronto che fatto partire, in modo anche temporizzato, permette di registrare quanto avviene in un aula, in una sala conferenze, in un auditorium o in qualsiasi luogo in cui si voglia registrare una rappresentazione o performance. La parte video si può integrare con testi, immagini o esempi, si pensi ad una lezione universitaria in cui il professore tiene una presentazione o scrive delle formule alla lavagna.

Registrato l’evento questo può essere trasformato nel formato video più adatto alle esigenze e il tutto viene trasferito sulla pagina internet o nella collocazione di destinazione. Questa può essere limitata nell’accesso ad un certo gruppo di partecipanti o tenuta riservata fino a quando non sia effettuata un’approvazione.

Allo stand [Techwork]era anche possibile vedere, toccare e usare in nuovo portatile di Apple, il MacBook Air. Bisogna dire che le foto non rendono giustizia al nuovo nato: dal vivo è molto meglio. Soprattutto per quanto riguarda lo spessore, risulta incredibilmente ridotto. Molto interessante il trackpad con le funzionalità  di gestrure: conoscendo le funzioni si usano immediatamente, senza nemmeno guardare i video illustrativi nelle preferenze di sistema che ne spiegano le funzionalità . Le funzioni multitouch del trackpad sono utili ma limitate nel numero; dopo qualche minuto che le si utilizza se ne vorrebbero di più.

Tra le novità  da segnalare anche Aperture 2, presentato per la prima volta in anteprima italiana proprio ad InnovAction.

Dopo questo primo sguardo, Macity presenterà  un secondo articolo tutto dedicato ai Mac alla fiera di Udine e varie applicazioni di particolare interesse.

[A cura di Rigel ]

Offerte Speciali

Super-sconto di 126 euro su Apple Watch 3 GPS+Cellular: lo pagate solo 242,90€

Prime Day: Apple Watch 3 al minimo storico, prezzi da 179 €

Su Amazon Apple watch 3 da 42 mm in versione GPS è al prezzo più basso di sempre: solo 179 euro in occasione del Prime Day
Pubblicità

Ultimi articoli

Pubblicità

iGuida

FAQ e Tutorial