fbpx
Home Macity Internet No, non è l'INPS: attenzione ai falsi addebiti via mail con la...

No, non è l’INPS: attenzione ai falsi addebiti via mail con la PEC

L’INPS ha diramato un comunicato per spiegare che sono pervenute segnalazioni da parte di numerose aziende che ricevono attraverso la Posta Elettronica Certificata contestazioni di addebiti relativi a mancati versamenti contributivi. Le email hanno lo scopo di far accedere ad un collegamento, “DETTAGLIO DEGLI ADDEBITI E DEGLI IMPORTI DOVUTI”, attraverso il quale viene scaricato un virus informatico.

L’Inps spige di essere “del tutto estraneo a tali PEC” e che “le segnalazioni pervenute all’Istituto sono state inviate alle autorità competenti”. Si ricorda a tutti gli utenti di non dare seguito a richieste ambigue che arrivino via email e che l’unico link per accedere alle informazioni, ai servizi e alle prestazioni dell’Istituto è quello del portale istituzionale: www.inps.it

I contatti ufficiali, spiega ancora l’ente, sono disponibili sulla home page del sito internet così come gli elenchi degli indirizzi di PEC utilizzati dalle strutture INPS.

L’INPS mette in guarda da false comunicazioni di addebito alle aziende attraverso la PEC

Come abbiamo spiegato su questa pagina, l’ultima pericolosa trovata dei i cybercriminali è l’invio di PEC con allegati pericolosi. Questa forma di spam è particolarmente insidiosa perché interessa il sistema di posta certificata, considerato per sua natura molto più sicuro e affidabile delle email tradizionali e in grado di trovare gli utenti potenzialmente più indifesi per eccessiva sicurezza.

Offerte Speciali

Su Amazon torna Mac mini M1 in pronta spedizione

Mac mini M1 con SSD 256 GB al minimo storico: solo 744 € su Amazon

In offerta con sconto di più di 50 € su Amazon il recentissimo Mac mini con processore M1: 8 core grafici e 8 core di calcolo con SSD da 256 GB per sfruttare al massimo anche macOS Big Sur.
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,799FansMi piace
92,934FollowerSegui