Con iOS 11.3 le credenziali iCloud usate anche per accedere ai siti

Nella beta di iOS 11.3 individuati riferimenti a quello che appare come un meccanismo di identificazione univoco che potrebbe permettere a un utente di effettuare un'unica autenticazione valida anche con servizi web di terze parti.

icloud

Un redattore del sito 9to5Mac ha scandagliato la beta di iOS 11.3 e ha individuato un riferimento a quello che appare come un meccanismo di single sign-on (autenticazione unica o identificazione unica) che consente a un utente di effettuare un’unica autenticazione valida legata a un servizio per lo sviluppo web.

Un componente denominato SecureChannel, lascia immaginare che Apple sta lavorando a una soluzione che consente agli utenti di eseguire il login a siti web usando il proprio Apple ID. Stringhe legate a “SecureChannel” fanno riferimento a un sito web che usa tale metodo di autenticazione e dati personali su iCloud. Non è chiaro quali sarebbero questi dati personali ma potrebbero essere il nome reale e l’indirizzo email.

La funzionalità ricorda quella di Single Sign-On che sulla Apple TV (ma solo negli USA) offre un meccanismo di autenticazione unico per accedere a vari servizi di terze parti. È stato individuato anche un componente che permette la scansione di un codice QR che, quando scansionato con la fotocamera, chiede l’autenticazione con l’Apple ID. Non è chiaro a cosa possa servire questo sistema ma potrebbe essere un meccanismo che consenta di eseguire il login in siti di terze parti senza bisogno di creare un nuovo nomeutente e una nuova password.