iPad non tira più, l’inizio 2016 forse sarà il peggior trimestre di sempre

Le vendite di iPad sembrano sempre più in picchiata: secondo recenti indiscrezioni, quello che si concluderà a marzo sarà, per Apple, il peggior trimestre di sempre in campo tablet

Quello che si concluderà a marzo potrebbe essere, per Apple, il peggior trimestre di sempre per quanto riguarda le vendite di iPad. Secondo il solitamente non molto affidabile Digitimes entro i primi tre mesi Apple non produrrà più di 9,8 milioni di unità del proprio tablet, che corrisponderebbe ad un calo del 39,1% rispetto alla media mensile e del 20% su base annua.

il peggior trimestre di sempre

Non tutti i mali vengono comunque per nuocere. In base a quanto si apprenderebbe Apple resterebbe ancora il leader nelle spedizioni di tablet, detenendo il 21% di quelle mondiali. Dall’altra parte, Samsung raccoglierebbe il 14% di spedizioni, a seguire Lenovo con il 7,2%, Amazon con il 5,8%, Asus con il 2,7%, Microsoft e TCL a parimerito con il 2,6% di spedizioni e, a chiudere la lista, LG e Acer rispettivamente con l’1,8% e l’1,2%.

Oltre a questo, anche se le vendite di iPad continuano a scendere, resta comunque un dispositivo molto popolare. Basti pensare al fatto che la parola stessa “iPad”, soltanto lo scorso anno, è stata l’hashtag più twittato per quanto riguarda la categoria hi-tech. Non resta che attendere il lancio di iPad Air 3 previsto per il mese di marzo, con la speranza per Apple che il nuovo tablet possa cambiare – in meglio – le sorti di queste statistiche.

il peggior trimestre di sempre

  • Fan di tecnologie

    Eppure è l’unica cosa che comprerei di Apple

    • Gygerch

      Non te lo consiglio, è un Device orribile, fa venire la scabbia solo a guardarlo. Stanne lontano.

      • Fan di tecnologie

        purtroppo costa come un pc è non lo compro ovviamente

  • guest star

    Questa notizia,contemporanea a quella di un altro blog sulla migrazione verso il Surface, in ambienti governativi , in maniera massiccia sono segnali che Apple e Google stanno dormendo in questo settore.
    Un ipad air 3 che vada a migliorare di poco l’air 2 non so se sia la soluzione.
    Fatto sta che qualcosa devono fare,Microsoft a testa bassa e umilmente ha lavorato e ora sta raccogliendo ottimi frutti.

    • Xanderoby

      Cioè il fallimento definitivo.

      • guest star

        No ma Apple deve fare qualcosa,non ti sembra?

        • Xanderoby

          Prepara un iPad nuovo e lo vende. Fine dei giochi. Microsoft ha infettato e impoverito le amministrazioni e i cittadini di mezzo mondo, e da diverso tempo riesce solo a farsi ridere dietro cercando di imitare l’ombra del gigante coi piedi d’argilla che era. Se qualcuno ancora considera Redmond un partner importante beh, forse non ha imparato nulla dalla Storia.

          • guest star

            Secondo me sei rimasto a 10 anni fa.
            Ne riparliamo quando arrivi al 2016.

          • Emmi Atti

            Ma per favore. Non saper nemmeno leggere i numeri a una certa età è grave. Apple 21% delle vendite mondiali; Microsoft 2,7%. Il Surface è un prodotto per chi non da utilizzare un Computer da veri incompetenti.

          • IlNonno

            paragoni pere con mele

          • Gygerch

            Da che pulpito viene la predica? A furia di scambiare le mele con le pere sei diventato strabico.

          • frabelli

            Quando fa comodo la fetta è diversa, ma non sono entrambi dei tablet??? Allora di che parliamo.

          • IlNonno

            un surface ed un ipad? un 2 in 1 con un tablet classico? ma sai di cosa stiamo parlando ?

          • Gygerch

            Diccelo tu, che sei un esperto….

          • IlNonno

            uno è un pc e l’altro un telefoninone che non telefona, prezzi ed utenza completamente diversa

          • Gygerch

            Che cos’è il Surface? Un Pc? Certo, hai ragione.

          • IlNonno

            la più grossa differenza tra i due è che con uno posso farci tutto ciò che fa un pc, con l’altro tutto ciò che fa un telefonino.

            Capisco che stai cercando di uscire solo ora dal buio della tua mancanza di argomenti ma non ho molto tempo da dedicarti.

          • Gygerch

            Ritorna in fretta da Dulcinea e stai attento ai mulini a vento, con l’aria che tira, non si sa mai.

          • IlNonno

            la più grossa differenza tra i due è che con uno posso farci tutto ciò che fa un pc, con l’altro tutto ciò che fa un telefonino.

            Capisco che stai cercando di uscire solo ora dal buio della tua mancanza di argomenti ma non ho molto tempo da dedicarti.

          • guest star

            Mica si deve considerare solo Surface.
            Considera tutto l’ecosistema Windows.
            Sta avendo crescite importanti e tutte a spese di iOS,mentre Android per quanto sia penoso su Tablet mantiene le vendite costanti.

          • Matteo Barducci

            come scusa? Veramente Windows Phone è dato ufficialmente per defunto.

          • IlNonno

            dai blogger apple ma non da microsoft che continua ad investirci, sviluppare e far uscire nuovi prodotti.

          • Matteo Barducci

            No, dal market share e dai dati di vendita. E l’investimento non determina automaticamente il ritorno. Il vero dato è che Windows Phone ha venduto la metà dello scorso anno.

          • IlNonno

            si ma la fine di qualcosa è decretata dalla casa madre, che interrompe sviluppo ed investimenti, non dai giornalisti o dai dati di vendita.

          • Matteo Barducci

            La fine di qualcosa è data dalla remunerazione(più specificatamente dalla mancanza di essa). Microsoft può iniettare nel progetto tutti i danari che vuole, ma se le vendite latitano ed il market share si restringe, per mantenere la remunerazione o gonfia i prezzi a dismisura o alla fine getta la spugna.

            La strategia di spingere all’aggiornamento coatto di Windows 10 per creare l’ecosistema trainante a Windows Phone non ha funzionato, il reparto telefonia latita, il reparto Surface sta diventando una nicchia, dove il Pro tutto sommato si vende, mentre gli standard… insomma…

          • IlNonno

            la fine di qualcosa è data dall’interruzione del progetto da parte della casa madre.

            Al momento vedo grande lavoro su win 10 fisso e mobile, nuovi modelli in uscita, il fituro surface phone, aggiornamenti conitnui.

            Tutto il contrario di un’interruzione del servizio (come lo si ha per blackberry os10 ad esempio).

            Per loro la parte mobile è solo un’appendice del fatturato, come ipod per apple, possono aspettare…con buona pace di giornalisti e analisti in cerca di titoloni.

          • Matteo Barducci

            Scusa, ma con la divisione OS che in pratica ha visto dimezzati i ricavi grazie alla trovata di dare gli aggiornamenti a Windows 10 gratuiti, da cosa è composto il fatturato di Microsoft? Applicazioni, servizi business e cloud e infine mobile, ricomprendendo anche i dispositivi ibridi come il Surface. E quale risulta più aggredibile in termini di potenzialità e remunerazione? Altrimenti non si capisce perché ci investano questi denari…

          • IlNonno

            il fatturato di microsoft è molto variegato, la parte da leone la fanno i sistemi cloud di azure ma c’è anche office, le licenze OEM di windows, surface, xbox ecc.

            La semplice parte hardware è solo un accessorio minore atta a completare l’offerta, per fidelizzare il cliente e guadagnare comunque da pubblicità, office ecc.

            Possono pure fare pari o perderci, è come l’office di apple che viene regalato.

            Mancano i modelli minori e deve ancora uscire l’aggiornamento a win 10 mobile, è ancora tutto un divenire; in ogni caso vedo molto lavoro e molto entusiasmo, aggiornamenti quasi quotidiani per gli insider, tutti sintomi opposti all’abbandono.

          • Matteo Barducci

            Appunto!

            Ma se una grossa fetta degli investimenti è stata dirottata sul settore mobile, significa che quella dei servizi sta arrivando alla saturazione, che è anche logico dal momento che gli applicativi Microsoft sono uno standard.

          • IlNonno

            Visto che i pc sono in calo cercano di ritagliarsi la loro fetta nel nuovo mercato di dispositivi che tira, ragionando però alla google dove si regala l’hardware per avere poi servizi e pubblicità di ritorno.

            é sbagliato fare l’eterno paragone con apple che invece vive di hardware e teelfoni in particolare.

            Anche per il surface ci sono voluti 3 modelli per avere successo, siamo solo all’inizio di windows 10, ancora si deve aspettare chi non aggiorna il pc aspettando quelli nuovi (le aziende).

            Possono aspettare, i segni di convinzione ed investimento ci sono tutti.

          • guest star

            Che centra Windows Phone?
            Inoltre Windows Phone é morto. Ora c’è Windows mobile.

          • Matteo Barducci

            ad essere precisi Windows Mobile era il predecessore di Windows Phone… Forse intendevi dire Windows 10 Mobile, che verrà distribuito in release a fine febbraio 2016(forse…). I risultati di vendite di Microsoft su quale release di sistema sono basati? 🙂

          • guest star

            Windows Phone 8.1

          • maurizio

            iPad Pro da solo ha venduto più di tutta la famiglia Surface nell’ultimo mese e qualcosa. Lo strepitoso successo di vendite di Surface è una fandonia creata dagli uffici stampa di Microsoft.

          • maurizio

            iPad Pro da solo ha venduto più di tutta la famiglia Surface nell’ultimo mese e qualcosa. Lo strepitoso successo di vendite di Surface è una fandonia creata dagli uffici stampa di Microsoft.

          • maurizio

            iPad Pro da solo ha venduto più di tutta la famiglia Surface nell’ultimo mese e qualcosa. Lo strepitoso successo di vendite di Surface è una fandonia creata dagli uffici stampa di Microsoft.

          • Xanderoby

            Secondo me no. Ho la disgrazia di vedere gente accroccarsi con quel ciarpame Made in Redmond e devo ringraziare MS perché è il miglior nemico di sé stessa. Però tu continua a sognare beato, il mancato funzionamento di quegli aggeggi messi in piedi da MS sfama un sacco di famiglie. 😉

          • guest star

            Io uso OSX ma é da ipocriti dire che Windows 10 non sia un ottimo OS.
            Microsoft ha fatto un ottimo lavoro.
            Basta vedere come gira bene Windows 10 su tablettini con 1GB di ram che con Android non si accendono nemmeno.

          • Xanderoby

            È merda pura.
            Dal 1995.

          • guest star

            Vabbene continua a fare disinformazione.

          • Xanderoby

            FUD, si diceva un tempo, ma non lo è. Basta un povero cristo che abbia avuto la disgrazia di passare da 3.1 fino a 10, con tutte le genialate di Redmond, per capire che è sempre la stessa minestra, col solito approccio. Poi c’è gente che ci si trastulla con quell’affare, finché dura. Di solito poco.

          • IlNonno

            durano poco si, 93% di vendite parlando di pc

          • Xanderoby

            Il prodotto in sè dura poco, qualche mese se va bene, con picchi di settimane in negativo e qualche anno in positivo.
            Il 93% di un mercato finito con un trend calante da tempo è il 93% di nulla.
            Ma Microsoft è grossa, ci vuole tempo per fallire, o di nuovo Ballmer, che dio abbia in gloria quello scimmione scalmanato!

          • Xanderoby

            Il prodotto in sè dura poco, qualche mese se va bene, con picchi di settimane in negativo e qualche anno in positivo.
            Il 93% di un mercato finito con un trend calante da tempo è il 93% di nulla.
            Ma Microsoft è grossa, ci vuole tempo per fallire, o di nuovo Ballmer, che dio abbia in gloria quello scimmione scalmanato!

          • IlNonno

            strano che non se ne siano ancora accorti, visto che manda avanti il mondo ( e quindi anche la tua banca, la tua assicurazione, il tuo comune, il tuo governo, la nasa, i prodotti che consumi)…dal 1995 e anche prima.

          • Xanderoby

            Forse non te ne sei accorto ma dove il sistema operativo deve GARANTIRE il funzionamento pena la morte o la perdita di dati così importanti che possono portare a conseguenze estreme Windows non c’è.
            Se vai a guardare il firmware che muove pure lo spazzolino del cesso stai sereno che Ctrl-Alt-Canc non c’è. Di solito dove è installato te ne accorgi, ad esempio nei pannelli con gli orari dei treni quando c’è una bella BSoD.

          • IlNonno

            veramente lo vedo installato su tutti i server aziendali di dominio e la piattaforma cloud azure è leader al mondo.

            In altri campi (server di posta, ftp) si preferiscono soluzioni freeware più per questioni di costo.

          • Xanderoby

            Pensa che da noi lo usavano le segretarie, ed infatti quando il workflow, impostato su macchine di produzione Apple e gestione di reti Unix compliant, arrivava da loro tutto si bloccava.

          • IlNonno

            troppo costosi i mac per le segretarie? chi l’avrebbe mai detto.

            Impostate tutto per mac poi è colpa di windows se l’ultima parte ha problemi?

          • Xanderoby

            Le segretarie dovevano limitarsi ad un gestionale con cui caricare dei file video in formato flv (ah, il buon vecchio wmv! 😀 ), e non riuscivano neanche in quello, di certo non per loro incapacità.
            Infatti alla fine toccava a noi impostare il collegamento con le wks di produzione (Mac Pro) per aggirare il problema.
            Era una rete impostata su Windows, la loro, proprio per evitare problemi, che comunque non mancavano mai.

          • Xanderoby

            Le segretarie dovevano limitarsi ad un gestionale con cui caricare dei file video in formato flv (ah, il buon vecchio wmv! 😀 ), e non riuscivano neanche in quello, di certo non per loro incapacità.
            Infatti alla fine toccava a noi impostare il collegamento con le wks di produzione (Mac Pro) per aggirare il problema.
            Era una rete impostata su Windows, la loro, proprio per evitare problemi, che comunque non mancavano mai.

          • IlNonno

            troppo costosi i mac per le segretarie? chi l’avrebbe mai detto.

            Impostate tutto per mac poi è colpa di windows se l’ultima parte ha problemi?

          • Xanderoby

            Pensa che da noi lo usavano le segretarie, ed infatti quando il workflow, impostato su macchine di produzione Apple e gestione di reti Unix compliant, arrivava da loro tutto si bloccava.

          • Xanderoby

            Pensa che da noi lo usavano le segretarie, ed infatti quando il workflow, impostato su macchine di produzione Apple e gestione di reti Unix compliant, arrivava da loro tutto si bloccava.

          • IlNonno

            veramente lo vedo installato su tutti i server aziendali di dominio e la piattaforma cloud azure è leader al mondo.

            In altri campi (server di posta, ftp) si preferiscono soluzioni freeware più per questioni di costo.

          • Xanderoby

            Forse non te ne sei accorto ma dove il sistema operativo deve GARANTIRE il funzionamento pena la morte o la perdita di dati così importanti che possono portare a conseguenze estreme Windows non c’è.
            Se vai a guardare il firmware che muove pure lo spazzolino del cesso stai sereno che Ctrl-Alt-Canc non c’è. Di solito dove è installato te ne accorgi, ad esempio nei pannelli con gli orari dei treni quando c’è una bella BSoD.

          • Xanderoby

            Forse non te ne sei accorto ma dove il sistema operativo deve GARANTIRE il funzionamento pena la morte o la perdita di dati così importanti che possono portare a conseguenze estreme Windows non c’è.
            Se vai a guardare il firmware che muove pure lo spazzolino del cesso stai sereno che Ctrl-Alt-Canc non c’è. Di solito dove è installato te ne accorgi, ad esempio nei pannelli con gli orari dei treni quando c’è una bella BSoD.

      • Cole

        Intanto io non prenderò più un iPad finche ci monteranno iOS. Mi sto orientando a Surface per fare lavori in mobilità, dove un macbook mi sarebbe di impiccio e un iPad un inutile ferma carte.

        • Xanderoby

          Faccia come crede. Io ho usato per un paio di lustri un Powerbook 12, fino a qualche mese fa, felicemente sostituito con un Macbook 12, che ha il peso e l’ingombro di un iPad, ma con Mac Os. Nel frattempo ho lavorato con diversi Mac Pro e sistemato diversi Mac (iMac, Mac mini, Macbook Pro 13/15 Retina e non, Macbook Air 11 e 13 di diverse annate) per amici e familiari, impostato iPhone e iPad e ognuno dei legittimi proprietari si continua a trovare da dio. Le uniche macchine su cui smadonno sono i pc Windows, bizzarro avendo una discreta esperienza con sistemi UNIX. Lei proceda pure con Windows, il futuro non è mai stato così splendente in quel di Redmond come ora, nel 1995. Auguri.

          • Cole

            Forse perché chi usa windows sono cani e porci.. e su macchine di tutti i colori. Mentre Apple (OS X non è quello di un tempo!) chi diciamo, se ne intende un po di più? Sai.. 1400 euro contro 300 euro di macchina. È come lamentarsi che una Fiat è sempre dal meccanico mentre una Aston martin no. O chi guida una Punto mediamente è più incapace di chi guida una di una Shelby. Conosco gente che usa windows da anni, e lo sa usare.. e non si lamenta di problemi. Come mi sono capitati, raramente, macbook impallati da schifo. Dipende molto da chi li usa.

          • Xanderoby

            Sogni. Uso sti trabiccoli dalla CLI. Ho avuto il piacere di godermi tutta l’era 80s, 90s e 00s. È l’approccio al prodotto da parte del produttore che è ridicolo, e si nota poi negli acquirenti che si sceglie. E per quanto riguarda le Fiat non ha una vaga idea di come si guida una Fiat che corre né una Shelby, da quello che scrive. Anch’io conosco gente che si fa del male da anni e continua a farselo, ma non li elevo a guru o modelli di vita.

          • Cole

            Eppure mi sono capitati macbook davvero impallati. Che non andavano avanti e aspettavi 10 minuti il boot, e non scherzo, cronometrati! Se vuoi crederci bene.. se non vuoi crederci amen. Non mi interessa. So cosa ho messo a posto. Come i miei colleghi che usano windows, non si lamentano e ci lavorano senza problemi e senza intoppi. Evidentemente hai conosciuto sempre caproni.. d’altronde chi è capace, non ha nemmeno bisogno di rivolgersi ad un estraneo… fa da se ? non ti pare?

          • Xanderoby

            Certo, ci sono pure Mac nati male, ad esempio i macbook intel erano merda per utenti Windows che infatti li hanno comprati in blocco, dando un successo enorme ad Apple solo per aver quel rottame di Intel, altra azienda che ha finora fermato lo sviluppo dell’informatica, come Microsoft.
            E voglio sperare che finora ci sia pure qualcuno che quell’affare Made in Redmond è riuscito ad usarlo, o a fingere di, visto che per decenni è stato imposto in ogni dove, ma una buona parte di chi usa quell’affare non ha una vaga idea di come gestirlo, e si vede, e Microsoft non è mai riuscita a metterci una pezza vera, pure includendo codice BSD, perché è da rifare da zero, con parametri del tutto diversi da parte di chi dovrebbe codarlo.

          • Cole

            Il problema di quel mac erano software. Ho visto cose che vedevo solo su macchine windows. L’ho “riavvivato” un po andando a pulire file di cache e temporanei con CleanMyMac. Poi faceva il boot in 2 minuti. Quindi anche OS X non è infallibile quanto la gente pensi. E se usato male, anche lui fa i capricci. Soprattutto le ultime release.. in cui crash o rallentamenti di Safari non sono miraggi nel deserto, anzi, o instabilità di Finder. Me ne vedo molte alte anche. Xcode è bacato quanto un colapasta e solo il 14 febbraio Apple ha lasciato in confusione milioni di sviluppatori in quando è scaduto, in silenzio, la licenza WDRCA senza avvisare nessuno. Forum di Apple invasi di critiche.. e a volte il tutto ha impiantato anche Xcode stesso. Ah.. ne sento e vedo. E vedo gente lavorare tranquillamente con Windows senza lamentarsi e con sistema fluido. Soprattutto con Win10. Su macchine potenti come il Dell XPS. A riprova che con una bella macchina sotto il sedere, se impalli un pc/mac, sei incapace.

          • Cole

            Il problema di quel mac erano software. Ho visto cose che vedevo solo su macchine windows. L’ho “riavvivato” un po andando a pulire file di cache e temporanei con CleanMyMac. Poi faceva il boot in 2 minuti. Quindi anche OS X non è infallibile quanto la gente pensi. E se usato male, anche lui fa i capricci. Soprattutto le ultime release.. in cui crash o rallentamenti di Safari non sono miraggi nel deserto, anzi, o instabilità di Finder. Me ne vedo molte alte anche. Xcode è bacato quanto un colapasta e solo il 14 febbraio Apple ha lasciato in confusione milioni di sviluppatori in quando è scaduto, in silenzio, la licenza WDRCA senza avvisare nessuno. Forum di Apple invasi di critiche.. e a volte il tutto ha impiantato anche Xcode stesso. Ah.. ne sento e vedo. E vedo gente lavorare tranquillamente con Windows senza lamentarsi e con sistema fluido. Soprattutto con Win10. Su macchine potenti come il Dell XPS. A riprova che con una bella macchina sotto il sedere, se impalli un pc/mac, sei incapace.

          • Cole

            Il problema di quel mac erano software. Ho visto cose che vedevo solo su macchine windows. L’ho “riavvivato” un po andando a pulire file di cache e temporanei con CleanMyMac. Poi faceva il boot in 2 minuti. Quindi anche OS X non è infallibile quanto la gente pensi. E se usato male, anche lui fa i capricci. Soprattutto le ultime release.. in cui crash o rallentamenti di Safari non sono miraggi nel deserto, anzi, o instabilità di Finder. Me ne vedo molte alte anche. Xcode è bacato quanto un colapasta e solo il 14 febbraio Apple ha lasciato in confusione milioni di sviluppatori in quando è scaduto, in silenzio, la licenza WDRCA senza avvisare nessuno. Forum di Apple invasi di critiche.. e a volte il tutto ha impiantato anche Xcode stesso. Ah.. ne sento e vedo. E vedo gente lavorare tranquillamente con Windows senza lamentarsi e con sistema fluido. Soprattutto con Win10. Su macchine potenti come il Dell XPS. A riprova che con una bella macchina sotto il sedere, se impalli un pc/mac, sei incapace.

          • Xanderoby

            Certo, ci sono pure Mac nati male, ad esempio i macbook intel erano merda per utenti Windows che infatti li hanno comprati in blocco, dando un successo enorme ad Apple solo per aver quel rottame di Intel, altra azienda che ha finora fermato lo sviluppo dell’informatica, come Microsoft.
            E voglio sperare che finora ci sia pure qualcuno che quell’affare Made in Redmond è riuscito ad usarlo, o a fingere di, visto che per decenni è stato imposto in ogni dove, ma una buona parte di chi usa quell’affare non ha una vaga idea di come gestirlo, e si vede, e Microsoft non è mai riuscita a metterci una pezza vera, pure includendo codice BSD, perché è da rifare da zero, con parametri del tutto diversi da parte di chi dovrebbe codarlo.

          • Xanderoby

            Certo, ci sono pure Mac nati male, ad esempio i macbook intel erano merda per utenti Windows che infatti li hanno comprati in blocco, dando un successo enorme ad Apple solo per aver quel rottame di Intel, altra azienda che ha finora fermato lo sviluppo dell’informatica, come Microsoft.
            E voglio sperare che finora ci sia pure qualcuno che quell’affare Made in Redmond è riuscito ad usarlo, o a fingere di, visto che per decenni è stato imposto in ogni dove, ma una buona parte di chi usa quell’affare non ha una vaga idea di come gestirlo, e si vede, e Microsoft non è mai riuscita a metterci una pezza vera, pure includendo codice BSD, perché è da rifare da zero, con parametri del tutto diversi da parte di chi dovrebbe codarlo.

          • Cole

            Eppure mi sono capitati macbook davvero impallati. Che non andavano avanti e aspettavi 10 minuti il boot, e non scherzo, cronometrati! Se vuoi crederci bene.. se non vuoi crederci amen. Non mi interessa. So cosa ho messo a posto. Come i miei colleghi che usano windows, non si lamentano e ci lavorano senza problemi e senza intoppi. Evidentemente hai conosciuto sempre caproni.. d’altronde chi è capace, non ha nemmeno bisogno di rivolgersi ad un estraneo… fa da se ? non ti pare?

          • E per cosa sono impallati da schifo i macbook?

          • Sa Ma

            ti straquoto (pur consapevole dei limiti di iOS)

          • Sa Ma

            ti straquoto (pur consapevole dei limiti di iOS)

          • Enrysoft

            Sarebbe interessante capire cosa c’entra Surface Pro 4 e Surface Book con il fatto che si abbia smadonnato con pc Windows in passato…e poi di chi ? Continua a confondere i Surface con i pc windows dei vendor…basta una semplice occhiata al pannello di controllo per vedere le differenze radicali. Surface rappresenta il futuro, il passo oltre iPad che, a confronto, rimane limitato e limitante e, oggi, troppo costoso per quello che offre…o non offre.

          • Xanderoby

            Surface rappresenta il futuro. È Windows che rappresenta il passato. E neanche quello migliore.

          • Enrysoft

            Windows 10 ? Su Surface ? Sarebbe il passato ? Figuriamoci iOS su iPad allora.

    • Cole

      Conconrdo. Anche io passerò a Surface Pro. Ho bisogno di un tablet con il quale lavorarci in mobilità. Usare Photoshop, lightroom ed evitare di portarmi dietro una tavoletta wacom. Il tutto si traduce in Surface Pro. Anche se come hardware l’ipad pro non è male. Peccato per il sistema operativo che faccia da tappo.

      • frabelli

        Mi pare sia uscita un iPad Pro per questo, però forse sei rimasto un po’ indietro con le notizie.

        • Cole

          Si.. sono rimasto indietro con le notizie… quindi ora l’ipad pro monta OS X? Con cui posso far girare Photoshop? E lightroom (reale) con gestione dei file raw? E ancora, operazione più banale, portare i file raw dalla fotocamera all’ipad pro? No, perché queste cose il surface pro le fa… ma ti aggiorno io.. l’ipad pro NON le fa! Aggiornati te prima di parlare!

          • IlNonno

            no, è solo un ipad più grande con una tastiera posticcia attaccata

          • Cole

            Lo so.. ma gente che dice di aggiornarsi.. e poi non sa cosa è alla fine l’ipad air plus.. ehm.. pardon, l’ipad pro.

          • frabelli

            Per lavorare ti serve un programma o il sistema operativo?

          • Cole

            Mi serve un tablet che mi faccia cose che mi soddisfino, come dovrebbero soddisfare tanti professionisti. iPad pro (colpa di iOS e non dell’hardware molto potente), non le fa! Con l’ipad air plus, sono solo cose che non posso fare. Non posso nemmeno portare i file raw da una fotocamera. Cosa semplicissima. Quindi lightroom mobile è una cosa per ragazzini. Non gestisce file raw. Photoshop non esiste.. quindi… spendere 1400 euro per cosa? Se non ci posso fare nulla? Spendo 1400 per un surface con 8 gb di ram e core i5 con cui posso fare tutte ste cose. Semplice no?

          • frabelli

            Importare file da una fotocamera? Si può. Photoshop per iPad c’è. Ora per te hanno aumentato i prezzi? iPad Pro parte da 919€ ed arriva fino a 1249 €. Poi tu comprati tranquillamente tutti i surface che vuoi, ma non venire a raccontare fandonie, please.

          • Cole

            Ah si.. esiste Photoshop CC? O intendi la cavolata di Fix, Mix e altre versioni che fanno ridere? Dai… informati davvero meglio! E poi costa 1249 più 109 di pennino. Nel surface il pennino è incluso. Consideriamo le cose in toto o solo quello che fa comodo?

          • Cole

            Comunque se dici questo è perché non sei un fotografo!!!! Perché dai davvero.. se mi vuoi paragonare photoshop Mix, Fix e altre sigle con la versione desktop (che gira su surface)…. scusa.. ma di che parliamo a fare? Tra poco mi dirai che c’è snapseed per editare le mie foto.. o posso usare i filtri di instagram…

          • Cole

            E anche il Surface parte da 1000 euro… Non ho preso le basi di entrambe.. perché 32gb.. scusa ma è PRO??? Una mia foto elaborata poi in photoshop pesa 1gb! E con il surface parte da 128gb… e a 1400 euro hai la versione con 256gb e non 128gb di iPad.

          • I file raw da fotocamera si aprivano con iPad 1… Forse non hai mai usato un iPad in vita tua.

          • Cole

            Questo commento me lo aspettavo da un lettore ma non da un redattore!!!!!!!!!!! Presa da un FAQ di Adobe su Lightroom. Posso editare i RAW, solo se li metto su lightroom desktop e ho creato una collezione. In quel caso non edito direttamente il file raw ma la versione “online” che crea lightroom.
            Esiste Piranha (conosco meglio di voi iOS.. tranquilli), ma è lontano da essere integrato in un workflow di un fotografo e non apre anche lui i raw da camerakit. Ma devi importarli da iTunes. E in mobilità quindi devo portarmi un iPad.. e un macbook… molto pratico direi!

          • Cole

            SIETE SERI???? RIPETO, SIETE SERI? Se mostri quell’ app a Peter Coulson ti bestemmia in australiano e anche in lingue a lui ancora sconosciute! Ma si vede che NON siete fotografi!!! Vi state arrampicando sul muro peggio di spiederman! Dai.. avanti.. la vostra prossima app è instagram? Snapseed? Innanzitutto sapete cosa sono i profili colore? No.. sai.. abbastanza importanti per i professionisti. O anche solo i profili delle lenti. Poi se vuoi ti posso dire tante altre cose.. farti una lista intera del perché quest’app è un giocattolo! Adatta a quelli come voi… ovvero che non lavorano con la fotografi.. i non pro.

          • Per la querelle precedente ti è stato risposto in un altro articolo. In ogni caso tra i redattori di Macitynet non ci sono fotografi professionisti e non c’è scritto da nessuna parte che pretendano di esserlo. Ci limitiamo a segnalare tecniche e software che possano aiutare chi ci legge a fare il proprio lavoro. I giudizi, i flussi di lavoro, le tecnologie da professionisti le insegnano i professionisti e le discutono i professionisti. Se tu lo sei e vuoi dare consigli da queste parti sei il benvenuto. Come ben saprai la quasi totalità delle foto anche professionali scattate oggi vengono viste non su carta ma su dispositivi dallo spazio colore limitato come smartphone e tablet, computer e TV. Un po’ come la musica che viene equalizzata per essere ascoltata in cuffia o in mobilità. Poi se si cerca il meglio è ovvio che si può lavorare con il massimo degli strumenti disponibili. Ma oggi è un risultato professionale anche ottimizzare una foto per il dispositivo su cui avrà il 99% di possibilità di essere osservata.

            In ogni caso chi ti risponde non è un fotografo professionista ma ha lavorato per 10 anni nella grafica pubblcitaria e sa esattamente cos’è un profilo colore. Per anni ho collaborato con una tipografia che faceva selezioni per immagini di cataloghi per il settore del mobile (le più grandi aziende italiane nel campo) e ho seguito tutti i flussi, dalla ripresa anche con le primissime digitali in grande formato, dalle selezioni alle prove di stampa in quadricromia quando ancora si usavano le pellicole. Ora se sei un professionista saprai sicuramente quanto sia difficile ottenere delle buone stampe da foto con essenze di materiali naturali o ricostruirle come tali. Quindi non sono un professionista e non ho nulla da insegnare ad un professionista ma so benissimo come lavora un professionista.

            Queste sono discussioni senza fine che possono andare avanti per anni come quelle tra fanboy delle varie piattaforme. Puoi considerare alcuni software ridicoli, alcuni flussi “non professionali”, puoi considerare il lavoro fatto in buona fede dagli altri come inutile… non dobbiamo venderti nulla. Se tu hai bisogno di farci sapere che sei competente e lo sei ne siamo felici. Se ti diverte mostrare in giro che gli altri sono stupidi quando stupidi non sono è un tuo problema.

          • Cole

            La grafica pubblicitaria è ben diversa dalla fotografia.
            Quindi per te, filterstorm e photoshop mix/fix sono professionali? Un fotografo professionista lavora con colori LAB, con separazione delle frequenze, Filtri high pass, varie opzioni di blending che non ha nemmeno l’ottimo Affinity Photo che è l’unico su mac che può combattere con Photoshop. E tutte queste cose per te sono sostituibili con photoshop Mix o Fix? Ti descrivo un po un flusso di lavoro. Iniziando sul campo, molti professionisti usano i macbook, o i surface per fare therered. Cosa che con iPad non puoi. Se non su jpeg tramite i programmi delle varie macchine fotografiche, Ma i professionisti vogliono vedere il raw per vedere se stanno avendo un file giusto (un jpeg ha 5/6 stop di gamma dinamica, contro i 14/15 del raw). Poi avere un capture one per fare i primi ritocchi on-the-go. Magari in albergo, aspettando l’aereo e via dicendo. E magari usando già photoshop (vero). hai il pennino tanto (incluso nel surface). E poi quando arrivi a casa, riversi tutto sulla tua workstation per continuare dove eri arrivato. Questo con iPad NON PUOI FARLO! Usi il giocattolo di filterstorm? Bene.. ti sei fottuto il lavoro dato che le regolazioni non le puoi portare poi su Capture one o Lightroom arrivato a casa. Ti basta photoshop mix/fix? Bene.. significa che hai pessime nozioni di post-processing. Quindi ho dei dubbi che sai come lavori un professionista. Ti ho invitato a googlare “Dani diamond surface pro” e farti una bella lettura. Ti consiglio di documentarti su Elia Locardi, Su Peter Coulson, su Peter Hurley, Nino Battista e ti posso fare altri nomi di professionisti che sono ricercatissimi nel mondo professionale e che il loro workflow non può essere assolutamente rimpiazzato da un iPad pro (come quello di TUTTI i professionisti) con filterstom e photoshop mix/fix. Che sono giocattoli. Solo blogger come Ken Rockwell, o Scott Kelby possono usare quei giocattoli. E conosciuti in ambito professionale come blogger e non come fotografi (mi dispiace per te che ammiri Scott Kelby)! Poi le lenti attuali, sono costruite più leggere e più compatte perché cercano di correggere meno la distorsione in lente, ma la delegano ai profili lenti. Molte lenti NUOVE, anche costose, se guardi il raw così com’è, ha molte distorsioni che spariscono se scatti in jpeg, dato che la camera corregge da se, o tramite appunto i profili che hanno Adobe o Phase One. Quindi ignori anche che usare filterstom, non corregge queste cose.. e io dovrei lavorare su foto non corrette, quindi distorte? Molto professionale dire! Oltre tralasciando che già Adobe ha difficolta a decodificare i sensori della Fuji (x-trans) e non decodifica nemmeno i sensori Foveon di Sigma. Quindi se hai queste due macchine, ti devi affidare anche ad altri programmi che su iPad non ci sono ma esistono per OS X o Windows. Devo continuare a spiegarti del perché iPad Pro non è pro e un professionista fotografico lo può usare per nulla? Se non per una bella lettura o una visione di un film durante una trasferta?
            Io viaggio spesso. Alter che fotografo di ritratti, sono fotografo di landscape. E spesso non posso portarmi un portatile, la tavoletta wacom, e l’ipad e queste e l’altro. Il surface pro è l’unico (come lo conferma anche Dani Diamond, ma potrei trovarti anche altri fotografi) che ti serve solo un device. Scatti… controlli, modifiche già.. e magari in tenda la sera hai già lo scatto finito. Se non ti piace, sei ancora sul luogo per ripetere lo scatto. E non controllare poi a casa, bestemmiando che hai notato qualcosa in post-processing, che avresti potuto rimediare con uno scatto in piu.
            Poi ti posso parlare anche dal punto di vista di programmazione. Dato che è la mia professione primaria. Per quello che ho tutti quei device. E quindi leggere che non ho mai visto un iPad.. mi ha fatto molto sorridere. E anche da quel punto di vista l’ipad pro è inutile. Non hai Xcode, non hai Eclipse, non hai visual Studio, non puoi essere un server e tante altre cose. Tutte cose (tranne Xcode per via del sistema operativo) che un surface pro magicamente lo è e le può fare! Quindi, ora continuare a sentire che l’ipad pro è professionale.. che è figo (lo poteva essere), che qui, che la.. e che i professionisti possono usarlo… da un po fastidio a chi ci lavora davvero in quei ambiti, perché poi sento tante di quelle cavolate e convinzioni che non stanno ne in cielo e ne in terra. E una testata giornalistica dovrebbe fare informazione. Andando anche contro la marca che esalta, se essa fa cavolate come è stato questo device. Bellissimo per il mondo consumer, non posso negarlo, ma di pro non ha nulla. D’altronde è un iPad air 3 plus. Oltre il pennino non ti da nessuna possibilità in più rispetto un iPad “normale”. Mi viene solo da pensare se viene uno con la chiavetta USB e ti chiede di editargli una foto.. la tua risposta: “No.. il mio iPad PRO.. è talmente pro che mi devi mandare 1gb di file tramite email, perché i professionisti non usano le chiavette, o hd esterni, magari con interfaccia thunderbolt. Noi professionisti usiamo wetrasfert.. o no.. wetrasfert su iOS non funziona.. usiamo solo dropbox!” WTF?

          • Non riesco a leggere tutto quello che hai scritto… lo leggero’ con calma… ma ricordo bene che per le selezioni si lavorava in LAB.
            In ogni caso io non contesto nulla di quel che scrivi per la tua esperienza e non contesto la tua opinione su iPad, Surface o Mac. Si basano sulla tua esperienza e rispetto la tua esperienza. Ho solo scritto in un commento che su iPad si aprivano i file RAW. Fine. E infatti file RAW si aprivano su iPad 1 importandoli con il camera connector. Non ho scritto da nessuna parte che potevi editarli perchè sapevo e so benissimo che in quel caso si leggeva il JPEG Relativo. Non ho affermato da nessuna parte che iPad è il migliore sistema per fare questo o quello. Ho fatto lo sbaglio per cui mi sono scusato su un altro post di presumere che non avessi mai usato iPad perche’ contestavi che non si poteva aprire un Raw.

            Per il resto invece hai risposto copiando qua e la la mia risposta come avessi detto una cosa falsa in malafede. iPad apre i file Raw.

            Che poi non puoi lavorarci come preferisci tu è un altro paio di maniche. O che per te “aprire” un file Raw significhi “Editare” un file Raw è una cosa su cui ci si puo’ mettere d’accordo ma non mi sta bene che accusi genericamente la redazione di essere in malafede o di disinformare.

            Infine per il considerare iPad pro uno strumento per i Pro: ti posso dire che nella mia professione faccio il progettista nel campo dell’edilizia civile e trovo iPad un’ottimo strumento professionale anche se non ci sono programmi di calcolo strutturale o CAD classici. Non per niente quando devo fare del CAD serio uso un Mac e quando devo fare del calcolo strutturale uso un PC emulato su Mac. E non uso un iPad pro per fare rilievi: uso un distanziatore assieme all’iPad per annotarli. iPad pro lo uso professionalmente per fare schizzi ad altissima risoluzione, annotare rilievi sul cantiere, presentare progetti, prendere appunti con mappe mentali etc… Di fatto anche se non fa tutto, certe cose le fa ad un livello professionale che soddisfa me come professionista e mi permette di farlo con delle modalità e qualità (apple pencil) che non posso fare su un computer standard o che trovo assurdo e scomodo fare sulla carta.

            Tu continui a credere che noi siamo in malafede perchè definiamo come pro uno strumento che per te non lo è. Magari potresti avere il rispetto delle nostre opinioni pari a quello che abbiamo delle tue. Liberissimo di pensarla come credi.

          • Cole

            Un po come dire a Messi.. usa dei mocassini per giocare a calcio.. tanto se sei bravo.. lo sei anche in ciabatte.. e ovvio che lo sia.. ma vuoi mettere usare delle ciabatte o delle scarpe fatte a posta? Che discorsi sono? Davvero.. quello che scrivi te non è per nulla professionale. In un mondo che finalmente il digitale ha raggiunto la pellicola dato che già la Nikon D810 arriva a 15 stop di gamma dinamica.. ora mi dici di tornare a scattare con 5/6 stop di un cellulare? E visto che sei stato nella grafica pubblicitaria, dovresti sapere che anche i mpx non sono da sottovalutare, dato che gli editori, da una foto in verticale, poi magari vogliono un crop orizzontale da usare. Per non parlare dell’astrofotografia!!! Dove ci vogliono lenti superveloci e sensori capaci di andare a 3200 iso, senza confondere stelle con rumore e viceversa. Ma che stiamo parlando? Davvero! I discorsi che mi stai tirando fuori non stanno in piedi nel mondo della fotografia digitale moderna professionale. Vallo poi a dire a Barilla che il suo blu.. è viola se non usi strumenti non calibrati. In due secondi ti sbattono fuori. Qui io sto lamentando che questo device è tutt’altro che professionale, e mi sento dire di si.. perché c’è filterstorm, instagram, snapseed, powerpoint (uno davvero mi ha detto che è davvero professionale perché si crea le presentazioni con powerpoint… idea che la gente non sa che significhi. Anche un netbook crea powerpoint… ).
            Anche i film sono visti sul televisore, ma ci impiegano non immagini quanto a lavorare sui colori con davinci resolve e non imovie. Anche Dr. Dree disse che era un peccato che molta gente non ascolta sfumature audio a cui lavora lui in studio. Non per questo i professionisti non ci lavorano su comunque. E la cura dei dettagli, che molti non vedono stanno dietro al successo di Apple. Era il mantra di Jobs. Ce lo siamo dimenticati? O quando fa comodo tiriamo fuori queste cose?

          • Arch Stanton

            “In un mondo che finalmente il digitale ha raggiunto la pellicola dato che già la Nikon D810 arriva a 15 stop di gamma dinamica.. ora mi dici di tornare a scattare con 5/6 stop di un cellulare?” sono commenti come questo che sviliscono la nostra professione, il credere che nella fotografia tutto ciò che conta siano “gli stop di gamma dinamica” “lenti superveloci e sensori capaci di andare a 3200 iso” e vedere chi ce l’ha più grosso.

            Un fotografo professionista sa tirarti fuori immagini con i controcacchi anche usando la macchina di topolino e un rullino di pellicola scaduta nel 1967, altro che Photoshop, Capture One, Lightroom e tutto quello che oggi sembra diventato il centro di gravità della fotografia ma che invece è tutt’altro tranne che fotografia.

            Che poi per essere considerati “professionisti” (qualunque cosa voglia dire) significhi dover usare software sviluppati dalla NASA, fotocamere a 8 petapixel e schermi alieni è smentito dai fatti: giusto recentemente Michael Christopher Brown è entrato a fra parte di Magnum, nonostante i suoi ultimi reportage sia stati realizzati semplicemente con uno smartphone; quindi per te Michael Christopher Brown che usa Hipstamatic per modificare le sue immagini non è un professionista? molte testate giornalistiche USA hanno dotato i loro fotografi professionisti di semplici smartphone e ci sono numerosi fotografi che hanno ottenuto riscontri professionali passando da Instagram o Flickr. Questa è la più grande dimostrazione che è il fotografo che conta, tutto il resto sono solo chiacchiere.

          • Per la querelle precedente ti è stato risposto in un altro articolo. In ogni caso tra i redattori di Macitynet non ci sono fotografi professionisti e non c’è scritto da nessuna parte che pretendano di esserlo. Ci limitiamo a segnalare tecniche e software che possano aiutare chi ci legge a fare il proprio lavoro. I giudizi, i flussi di lavoro, le tecnologie da professionisti le insegnano i professionisti e le discutono i professionisti. Se tu lo sei e vuoi dare consigli da queste parti sei il benvenuto. Come ben saprai la quasi totalità delle foto anche professionali scattate oggi vengono viste non su carta ma su dispositivi dallo spazio colore limitato come smartphone e tablet, computer e TV. Un po’ come la musica che viene equalizzata per essere ascoltata in cuffia o in mobilità. Poi se si cerca il meglio è ovvio che si può lavorare con il massimo degli strumenti disponibili. Ma oggi è un risultato professionale anche ottimizzare una foto per il dispositivo su cui avrà il 99% di possibilità di essere osservata.

            In ogni caso chi ti risponde non è un fotografo professionista ma ha lavorato per 10 anni nella grafica pubblcitaria e sa esattamente cos’è un profilo colore. Per anni ho collaborato con una tipografia che faceva selezioni per immagini di cataloghi per il settore del mobile (le più grandi aziende italiane nel campo) e ho seguito tutti i flussi, dalla ripresa anche con le primissime digitali in grande formato, dalle selezioni alle prove di stampa in quadricromia quando ancora si usavano le pellicole. Ora se sei un professionista saprai sicuramente quanto sia difficile ottenere delle buone stampe da foto con essenze di materiali naturali o ricostruirle come tali. Quindi non sono un professionista e non ho nulla da insegnare ad un professionista ma so benissimo come lavora un professionista.

            Queste sono discussioni senza fine che possono andare avanti per anni come quelle tra fanboy delle varie piattaforme. Puoi considerare alcuni software ridicoli, alcuni flussi “non professionali”, puoi considerare il lavoro fatto in buona fede dagli altri come inutile… non dobbiamo venderti nulla. Se tu hai bisogno di farci sapere che sei competente e lo sei ne siamo felici. Se ti diverte mostrare in giro che gli altri sono stupidi quando stupidi non sono è un tuo problema.

          • Cole

            Quindi voi mi volete paragonare un surface Pro con capture one (nemmeno ligthroom, che per i veri pro è considerato “amatoriale”) e monitor calibrato(!), e Photoshop CC con un iPad Pro con questo filtertorm + photoshop mix e fix e monitor non calibrato. Ah beh.. avete un concetto molto hipster di concepire la fotografia professionale!

          • Cole

            Scusate, ma faccio anche screen di questa risposta e lo metto su altri siti sia di fotografia che di mondo Apple per farci un po di risate!

          • Cole

            Dimenticavo.. così vi insegno un po di cose.. Quando importate con camera kit un file raw preso direttamente da fotocamera, non visualizzate il RAW. iOS, non gestisce i raw. Come fa OS X. Ma vedete il file jpeg embended. Ogni file raw, ha un file jpeg di anteprima elaborato in macchina secondo il profilo scelto. Quello voi vedete. Non il file Raw. Forse non avete mai fatto fotografia per davvero in tutta la vostra vita?

          • Cole

            E se volete vedere come un fotografo professionista lavora in mobilità, andate su Google e cercate “Dani Diamond Surface Pro”. Quindi mi dite che con iPad Pro puoi fare quello che fa lui vero? Lui è un fotografo di fama internazionale. Visto che magari se lo dico io potete dire “chi sono?” Buona lettura.

          • Cole

            Comunque… no.. non ho mai visto un iPad in tutta la mia vita. Che dite voi? Ah.. foto fatta con un altro iPhone. Vi ho aperto anche la pagina di macitynet di sta mattina 😉

  • credo che tra i tablet in commercio l’iPad air 2 sia ancora il migliore, anche se vende meno

  • frabelli

    Sono in calo semplicemente perché si aspetta l’uscita di iPadAir 3. Chi lo vuole acquistare o cambiare sta aspettando l’uscita del nuovo.

    • IlNonno

      i tablet intesi come telefoninone che non telefona hanno fatto il loro tempo: una meteora come i netbook

      • frabelli

        Staremo a vedere.

        • IlNonno

          lo stiamo vedendo da anni: calo costante e regolare del 20% ogni anno, altro che attesa del modello 3.

    • madmaxmac

      Io sono tra quelli… 🙂

      • frabelli

        In effetti dalle mie conoscenze, (on intendo in famiglia) siamo in parecchi.

  • Sisto Zanier

    E’ fisiologico! Un po’ come il sesso ad una certa età.

  • Cole

    La gente si rende conto che stanno facendo la fine degli ebook. Tanto scalpore e vendite iniziali, e poi si sono rese conto che non ci facevano nulla. Ormai con un iPhone 6 (per non parlare del plus), fai tutto ciò che fai con un iPad (stesso OS) e con uno schermo adeguatamente grande.

    • Franz Kranz

      “…si sono rese conto che non ci facevano nulla…”

      Si certo, come no….

      Io con l’iPad ci lavoro (tanto) e ci faccio musica (tanta) oltre all’ovvio netsurfing
      Con l’ebookreader (kobo) ci leggo a tutto spiano ( ed in maniera fantastica), avendo a portata di mano una biblioteca di titoli…
      Se vuoi sparare qualche altra sciocchezza, sentiti pure libero…

      • Cole

        Tu.. non ho parlato del tuo caso. Siamo miliardi al mondo. Ci sono casi che lavorano anche con i netbook. Quindi vogliamo dire che i netbook sono il futuro, la cosa migliore? Il mercato ha decretato altro. Kobo non è iPad e nemmeno un tablet! Io sto parlando di iPad! Kobo è un ebook reader. Tanti hanno acquistato iPad (come fecero con i netboook) convinti di fare le stesse cose di un portatile. E poi si ritrovano che non possono nemmeno aprire un file zip spedito con Wetranfert! Questa è la realtà. Se poi a te basta fare quelle due cose per giustificarti la spesa, ben venga per te.

        • Franz Kranz

          ebookreader: hai ragione, avevo letto ebook e non netbook.
          Infatti non capivo il nesso… Sorry.
          E sui netbook ti do ragione.
          Ma, fare “quelle due cose” come le definisci tu che sono lavorare e fare musica, insieme a tutto il resto… Dire che “non ci si fa nulla” mi sembra proprio ‘na sciocchezza.
          E visto che dici che siamo miliardi al mondo, il ragionamento è biunivoco… Se TU non sei in grado di fare quello che vuoi sull’iPad, mi spiace per te… Ma sei TU, non “la gente”…
          😉

          • Cole

            Si, ma se le vendite stanno calando dopo un boom, come è successo con i netbook, forse, indica che più gente si sta rendendo conto che con gli iPad, come sono ora, fa meno di quanto pensasse all’inizio? E lo dico perché ne sento molti molti molti lamentarsi, chiedermi come fare le cose (ti anticipo che iOS è il mio pane quotidiano, e posso vantarmi di conoscerlo molto molto molto bene… ci sviluppo dal 2009 per aziende anche molto importanti) e spesso la risposta è: “comprati un portatile”. E gli iPad stanno lamentando da un anno numeri in ribasso di vendite. Non dell’ultimo mese.

        • MorenoMac

          Sai vero che hanno fatto l’app per aprire i file zip su iOS?

          • Cole

            Come scarichi da wetrasfert? App come goodreader, fatte apposta per il download, non sono compatibili con wetransfert. POi.. anche se ci fosse l’app compatibile, ti arriva l’email, devi premere per più secondi sul link perché se no te lo apre safari che non fa download di file. Aprire l’app che ti permette, e finora non ne ho vista una compatibile con wetransfert. Tralasciamo wetransfert (che qui mi blocca già il workflow), e mettiamo che ho un link http semplice. Lo scarico. Poi devo aprire un altra app per la decompressione. Poi un altra app per vedere cose c’è dentro. E questo è molto fluido e rapido? Per poi ti posso fare N esempi inattuabili su iPad. Tipo? Vista che è usato anche da DJ… se ti passassero degli ospiti della musica su chiavetta Usb? Cavolo.. mandi all’aria la serata. Perché una cavolate semplice come prendere una canzone da una penna usb non si può (Ma si vanta di essere pro). Bene.. trovi una connessione e te la riesci a mandare tramite email (da un tablet android, o un surface, o un macbook), e poi? Non la puoi nemmeno caricare su iTunes, ma la devi sentire da un player esterno. Quindi se vuoi ascoltare quel brano mentre sei in giro, devi avviare un player esterno per quella canzone, e poi passare ad iTunes per la tua playlist abitudinale. Poi ritorni al player.. poi ritorni ad iTunes.. molto molto intelligente come cosa vero? E ti posso fare 30.000 altri esempi. Smettiamola di essere tifosi.. di chi poi? Siamo realisti. Che poi ad alcuni basta quello che fa iPad, è un conto.. ma dire che è professionale.. o migliore di dispositivi che fanno tutte queste cose (surface)… è solo tifo da bar.

          • MorenoMac

            sai vero che esiste pure l’app per we transfer oppure arrivi dalla luna?

          • Cole

            C’è l’app anche per leggere una normale chiavetta USB? Un tablet Android lo fa. Un Surface lo fa.
            Dai.. dimmi cosa c’è di professionale in usare 3000 per fare una cosa che in altri dispositivi fai in un click o tap.
            Forse vivi te tra le nuvole…

          • Cole

            E l’app ufficiale Wetranfert, serve solo a SPEDIRE. Non a ricevere.. io vivrò sulla luna.. te fuori dal sistema solare.

      • ZackaryMcKracken

        Bravo. Tu. Pensa a chi invece deve lavorare davvero.

  • IlNonno

    il tablet classico inteso come telefoninone ha perso tutto il suo senso, specie con i display da 5.5 che già abbiamo.

    A casa non uso quasi più il tablet e meno che meno penso di cambiarlo.

    Discorso diverso per i 2 in 1, comodissimi, ma devono risolvere la tragica mancanza di spazio: 32 o 64 gb sono spazi da telefono.

    • Gygerch

      I 2 in 1 sono comodissimi? per i gorilla forse, hanno 4 mani prensili.

    • Gygerch

      Il “Guest Gast” che ti vota altri non é Che “Peterpulp” ricondizionato “Endiuorrol”, che è stato nuovamente BANNATO dal sito, ma che continua a bazzicare da queste parti, nonostante pare che viva a Tokio.

  • Roberto L.

    Per come la vedo io un tablet è “per sempre”.
    Almeno nell’utilizzo medio, nel quale mi colloco, una volta comprato basta per anni, non vedo il senso a cambiarlo. Come il mio macbook pro 2010, non dovendoci fare lavori pesanti va benissimo ancora oggi

  • Nico

    Bene Apple, a questo punto vedi di puntare tutto sui MacBook che quest’anno lo devo prendere nuovo!

  • admersc

    Il tablet non sta calando di popolarita, lo usano praticamente tutti, secondo me è saturo il mercato, un tablet costosto la gente lo tiene anche 5 anni

  • Xanderoby

    Le segretarie dovevano limitarsi ad un gestionale con cui caricare dei file video in formato flv (ah, il buon vecchio wmv! 😀 ), e non riuscivano neanche in quello, di certo non per loro incapacità.
    Infatti alla fine toccava a noi impostare il collegamento con le wks di produzione (Mac Pro) per aggirare il problema.
    Era una rete impostata su Windows, la loro, proprio per evitare problemi, che comunque non mancavano mai.

    • IlNonno

      detto cosi è un esempio assurdo, o funziona o non funziona.

      Tutto il mondo usa reti, postazioni e server microsoft, strano che nessuno abbia capito che “non funzionano”…poi è colpa della rete e non del gestionale vero?

      Se ho problemi con thunderbird per mac è colpa di apple vero?

      • Xanderoby

        Problema d’approccio.
        Se ci sono soluzioni ad hoc che ti garantiscono una certa funzionalità ad un certo prezzo, ma tu per risparmiare ti affidi a quella ciofeca di Java o .Net per codare roba inadeguata anche a girare su macchine decenti, il problema non è il cassone, è il mastro di chiavi che crede di poterlo gestire ma non sa farlo.
        Dato che, come per i prodotti Google e Samsung, il problema di chi sceglie certe soluzioni è per lo più di non saper far di calcolo (perché se metti insieme i costi di manutenzione ed il tempo perso per le macchine ferme non si può dire che sono economici) nel medio periodo, ci si ritrova continuamente a metter pezze alle inabilità della clientela, che però si è scelta e cresciuta volutamente ignorante.

        • IlNonno

          adesso è inutile stare qui con l’esempio dell’esempio, col fatto che apple è genericalmente malvista in campo IT specie dagli it manager, che nessuno la conosce e quindi vai di assistenza a prezzo altissimo (mentre tecnici o paratecnici windows ne hai gratis internamente).

          Resta valida solo una teoria: chi ha solo gamma akta rimarrà sempre di nicchia (15% iphone, 21%ipad, 7% mac), specie in campo aziendale dove la gerarchia è la prima cosa.

          PS: campo ampo aziendale intendo TUTTE le aziende, non solo le enterprise tanto sbandiarate, ma per prime le PMI che generano molto più reddito ed impeiagno molto più personale.

        • IlNonno

          adesso è inutile stare qui con l’esempio dell’esempio, col fatto che apple è genericalmente malvista in campo IT specie dagli it manager, che nessuno la conosce e quindi vai di assistenza a prezzo altissimo (mentre tecnici o paratecnici windows ne hai gratis internamente).

          Resta valida solo una teoria: chi ha solo gamma akta rimarrà sempre di nicchia (15% iphone, 21%ipad, 7% mac), specie in campo aziendale dove la gerarchia è la prima cosa.

          PS: campo ampo aziendale intendo TUTTE le aziende, non solo le enterprise tanto sbandiarate, ma per prime le PMI che generano molto più reddito ed impeiagno molto più personale.

        • IlNonno

          adesso è inutile stare qui con l’esempio dell’esempio, col fatto che apple è genericalmente malvista in campo IT specie dagli it manager, che nessuno la conosce e quindi vai di assistenza a prezzo altissimo (mentre tecnici o paratecnici windows ne hai gratis internamente).

          Resta valida solo una teoria: chi ha solo gamma akta rimarrà sempre di nicchia (15% iphone, 21%ipad, 7% mac), specie in campo aziendale dove la gerarchia è la prima cosa.

          PS: campo ampo aziendale intendo TUTTE le aziende, non solo le enterprise tanto sbandiarate, ma per prime le PMI che generano molto più reddito ed impeiagno molto più personale.

        • IlNonno

          adesso è inutile stare qui con l’esempio dell’esempio, col fatto che apple è genericalmente malvista in campo IT specie dagli it manager, che nessuno la conosce e quindi vai di assistenza a prezzo altissimo (mentre tecnici o paratecnici windows ne hai gratis internamente).

          Resta valida solo una teoria: chi ha solo gamma akta rimarrà sempre di nicchia (15% iphone, 21%ipad, 7% mac), specie in campo aziendale dove la gerarchia è la prima cosa.

          PS: campo ampo aziendale intendo TUTTE le aziende, non solo le enterprise tanto sbandiarate, ma per prime le PMI che generano molto più reddito ed impeiagno molto più personale.

      • Xanderoby

        Problema d’approccio.
        Se ci sono soluzioni ad hoc che ti garantiscono una certa funzionalità ad un certo prezzo, ma tu per risparmiare ti affidi a quella ciofeca di Java o .Net per codare roba inadeguata anche a girare su macchine decenti, il problema non è il cassone, è il mastro di chiavi che crede di poterlo gestire ma non sa farlo.
        Dato che, come per i prodotti Google e Samsung, il problema di chi sceglie certe soluzioni è per lo più di non saper far di calcolo (perché se metti insieme i costi di manutenzione ed il tempo perso per le macchine ferme non si può dire che sono economici) nel medio periodo, ci si ritrova continuamente a metter pezze alle inabilità della clientela, che però si è scelta e cresciuta volutamente ignorante.

    • IlNonno

      detto cosi è un esempio assurdo, o funziona o non funziona.

      Tutto il mondo usa reti, postazioni e server microsoft, strano che nessuno abbia capito che “non funzionano”…poi è colpa della rete e non del gestionale vero?

      Se ho problemi con thunderbird per mac è colpa di apple vero?

    • IlNonno

      detto cosi è un esempio assurdo, o funziona o non funziona.

      Tutto il mondo usa reti, postazioni e server microsoft, strano che nessuno abbia capito che “non funzionano”…poi è colpa della rete e non del gestionale vero?

      Se ho problemi con thunderbird per mac è colpa di apple vero?

  • Xanderoby

    Problema d’approccio.
    Se ci sono soluzioni ad hoc che ti garantiscono una certa funzionalità ad un certo prezzo, ma tu per risparmiare ti affidi a quella ciofeca di Java o .Net per codare roba inadeguata anche a girare su macchine decenti, il problema non è il cassone, è il mastro di chiavi che crede di poterlo gestire ma non sa farlo.
    Dato che, come per i prodotti Google e Samsung, il problema di chi sceglie certe soluzioni è per lo più di non saper far di calcolo (perché se metti insieme i costi di manutenzione ed il tempo perso per le macchine ferme non si può dire che sono economici) nel medio periodo, ci si ritrova continuamente a metter pezze alle inabilità della clientela, che però si è scelta e cresciuta volutamente ignorante.

  • ₲⎞⥀

    mah i tablet secondo me sono scomodi da usare per colpa del sistema operativo pensato per i telefoni.
    Se fosse per me li farei con qualche sensore ad ultrasuoni che permetta di rilevare la posizione delle dita prima che tocchino la superficie in modo da disegnare i comandi di input e la tastiera direttamente sotto le dita dove sono più comodi da toccare, poi li renderei più trasparenti proporzionalmente alla distanza delle dita dal dispositivo, il sistema dovrebbe inoltre “splittare” la tastiera nel caso di impugnatura a due mani.

  • Enrysoft

    Come sostengo da tempo o iPad migra verso qualcosa di più di un semplice tablet, si Surfaceizza, o sarà sempre peggio. Per quanto rimarrà il primo brand ancora per vendite ? Alcuni concorrenti hanno una curva opposta a quella di Apple nel settore tablet. Interessante poi sarebbe scoprire qual è il costo medio di iPad, Galaxy, Surface etc…e così si scoprirebbe che Microsoft…Che tempi…ancora ricordo 2 annetti fa le ironie e le oggettive difficoltà a trattare e vendere Surface….oggi invece…tutti dietro a copiare….ah…il tutto scritto da Surface Pro 4…chiaramente…che cambierò solo con Surface Pro 5…perchè vedete c’è una fascia di clientela che oltre ad Apple non vuole Acer, Asus, Toshiba, HP, Samsung, Lenovo etc etc…vuole Microsoft pura…esattamente come vuole Apple.

    • CAIO MARIZ®

      Se cambi Surface ogni anno sei peggio di un fan boy LOL
      Io cambio il Mac o l’iPhone quando muore. Cioè dopo anche 10 anni se dura

      • Enrysoft

        Appunto, per questo non sei aggiornato. Surface mantiene valore anche sul mercato usato e rivenderlo per passare alla versione successiva non determina grandi spese. In ogni caso trattandoli e’ ovvio che ho prezzi piu’ vantaggiosi, ma questo naturalmente vale anche per iPad o altro.

        • MorenoMac

          Hahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahaha

        • CAIO MARIZ®

          surface non vale nulla nell’usato

          • Enrysoft

            Non conosci, non sai, e’ esattamente il contrario. Buona giornata.

          • CAIO MARIZ®

            1000 e più euro di svalutazione per i top gamma, eh già

          • Enrysoft

            Dunque mac book pro 15 da 2849 €…. usato 1800 €….

          • IlNonno

            che prezzo medio vedi per un 3 su subito? 500 – 600?

          • CAIO MARIZ®

            da 400 a 1100 euro in base alla configurazione, i top gamma si sono svalutati per più di 1000 euro

          • IlNonno

            ad esempio un surface pro 4 128gb (prezzo 1000 – 1100) lo trovo usato dai 900 ai 1100, stesso prezzo praticamente.

            surface pro 3 128 gb (prezzo da nuovo 999) non lo trovi a meno di 750, ma cosa stai dicendo?

            Non è lo stesso fenomeno dei prodotti apple? dovresti essere abituato, non capisco lo stupore.

          • CAIO MARIZ®

            pro 3 lo trovi a 400/500

          • IlNonno

            devi vedere se è la stessa configurazione e fare il prezzo medio, che è quello che puoi sperare di ottenere, non prendere il singolo annuncio più basso del disperato che magari l’ha distrutto.

            Stessa cosa per ipad, anche li trovi il disperato che svende non si sa perchè.

  • Enrysoft

    Come sostengo da tempo o iPad migra verso qualcosa di più di un semplice tablet, si Surfaceizza, o sarà sempre peggio. Per quanto rimarrà il primo brand ancora per vendite ? Alcuni concorrenti hanno una curva opposta a quella di Apple nel settore tablet. Interessante poi sarebbe scoprire qual è il costo medio di iPad, Galaxy, Surface etc…e così si scoprirebbe che Microsoft…Che tempi…ancora ricordo 2 annetti fa le ironie e le oggettive difficoltà a trattare e vendere Surface….oggi invece…tutti dietro a copiare….ah…il tutto scritto da Surface Pro 4…chiaramente…che cambierò solo con Surface Pro 5…perchè vedete c’è una fascia di clientela che oltre ad Apple non vuole Acer, Asus, Toshiba, HP, Samsung, Lenovo etc etc…vuole Microsoft pura…esattamente come vuole Apple.

  • Enrysoft

    Come sostengo da tempo o iPad migra verso qualcosa di più di un semplice tablet, si Surfaceizza, o sarà sempre peggio. Per quanto rimarrà il primo brand ancora per vendite ? Alcuni concorrenti hanno una curva opposta a quella di Apple nel settore tablet. Interessante poi sarebbe scoprire qual è il costo medio di iPad, Galaxy, Surface etc…e così si scoprirebbe che Microsoft…Che tempi…ancora ricordo 2 annetti fa le ironie e le oggettive difficoltà a trattare e vendere Surface….oggi invece…tutti dietro a copiare….ah…il tutto scritto da Surface Pro 4…chiaramente…che cambierò solo con Surface Pro 5…perchè vedete c’è una fascia di clientela che oltre ad Apple non vuole Acer, Asus, Toshiba, HP, Samsung, Lenovo etc etc…vuole Microsoft pura…esattamente come vuole Apple.

  • Enrysoft

    Come sostengo da tempo o iPad migra verso qualcosa di più di un semplice tablet, si Surfaceizza, o sarà sempre peggio. Per quanto rimarrà il primo brand ancora per vendite ? Alcuni concorrenti hanno una curva opposta a quella di Apple nel settore tablet. Interessante poi sarebbe scoprire qual è il costo medio di iPad, Galaxy, Surface etc…e così si scoprirebbe che Microsoft…Che tempi…ancora ricordo 2 annetti fa le ironie e le oggettive difficoltà a trattare e vendere Surface….oggi invece…tutti dietro a copiare….ah…il tutto scritto da Surface Pro 4…chiaramente…che cambierò solo con Surface Pro 5…perchè vedete c’è una fascia di clientela che oltre ad Apple non vuole Acer, Asus, Toshiba, HP, Samsung, Lenovo etc etc…vuole Microsoft pura…esattamente come vuole Apple.

  • Enrysoft

    Come sostengo da tempo o iPad migra verso qualcosa di più di un semplice tablet, si Surfaceizza, o sarà sempre peggio. Per quanto rimarrà il primo brand ancora per vendite ? Alcuni concorrenti hanno una curva opposta a quella di Apple nel settore tablet. Interessante poi sarebbe scoprire qual è il costo medio di iPad, Galaxy, Surface etc…e così si scoprirebbe che Microsoft…Che tempi…ancora ricordo 2 annetti fa le ironie e le oggettive difficoltà a trattare e vendere Surface….oggi invece…tutti dietro a copiare….ah…il tutto scritto da Surface Pro 4…chiaramente…che cambierò solo con Surface Pro 5…perchè vedete c’è una fascia di clientela che oltre ad Apple non vuole Acer, Asus, Toshiba, HP, Samsung, Lenovo etc etc…vuole Microsoft pura…esattamente come vuole Apple.

  • CAIO MARIZ®

    Aspetto iPad Air 3 e lascio l’Air 1 ad un mio parente

  • Robertino68

    Non tira in più perché si attende l’uscita imminente del l’ipad Air 3. Poi ritorneremo a parlarne.

    • IlNonno

      Molto atteso questo 3, ipad perde il 20% all’anno da 3 anni almeno