Nuovo iPad Pro 9,7”, ecco come funziona la Apple SIM integrata

Estrarre iPad dalla scatola e collegarsi al web, senza inserire alcuna SIM. Per la prima volta si può con la Apple SIM digitale di iPad Pro 9,7”: schermate e piani disponibili in Italia ma solo per residenti all’estero

ipad viaggio mare icon 640

Chi vuole un assaggio della vera connessione “universale” in mobilità deve provare il nuovo iPad Pro 9,7”, il primo in assoluto con Apple SIM digitale integrata. Cosa significa? Che appena estratto dalla confezione basta accenderlo, attivarlo con iTunes e poi accedere a Dati Cellulare in Impostazione per scegliere il piano dati desiderato e navigare e questo senza inserire alcuna SIM card.

Macitynet ha eseguito qualche testo subito dopo l’unboxing: basta rimuovere le plastiche di protezione e accendere il tablet che, nel nostro caso, offriva metà della carica della batteria, più che sufficiente per diverse ore di utilizzo immediato, senza passare dall’alimentatore.

Il funzionameto è molto semplice anche se nel nostro caso ai primi tentativi il menu Dati Cellulare ha restituito esito negativo con un messaggio di mancato collegamento ai server.

apple sim digitale iPad pro 97 foto

Tenendo presente che la Apple SIM digitale è pensata esclusivamente per l’accesso web all’estero abbiamo modificato Zona e area geografica nelle impostazioni, impostandola su Regno Unito: in un istante la connessione è riuscita, presentando il menu con due operatori mobile virtuali: AlwaysOnline e GigSky. Sono questi gli operatori mobili virtuali che il chip integrato che fa la funzione di SIM, legge e che offrono diversi piani che si adattano alle esigenze di chi viaggia per svago o lavoro, con proposte in base ai MB di traffico dal prezzo abbordabile, oppure in pacchetti per ore, giorni, settimane fino a un mese.

I lettori possono trovare vari esempi delle tariffe e dei piani proposti nella fotogalleria che inseriamo in calce in questo articolo. Pur sapendo che la Apple SIM digitale del nuovo iPad Pro 9,7” è predisposta esclusivamente per chi si trova all’estero (del resto in Italia sono certamente più convenienti i piani degli operatori mobili “reali”), abbiamo provato comunque ad acquistare 1 ora di accesso per un massimo di 20 MB a 0,99 dollari. Al contrario di quanto alcuni potrebbero inizialmente ipotizzare addebito, tariffazione e soprattutto il pagamento sono completamente separati dall’Apple ID dell’utente di iPad. Sia per AlwaysOnline che per GigSky una volta scelto il piano desiderato occorre compilare il form con i dati personali e inserire gli estremi della propria carta di credito, questo naturalmente per chi non ha già creato in precedenza un account con queste due società.

Come ci aspettavamo già all’inizio del test, non è stato possibile completare l’acquisto del pacchetto dati perché il sistema rileva l’indirizzo di fatturazione in Italia della nostra carta di credito: le offerte oggi possibili con Apple SIM digitale sono riservate per chi si trova all’estero. Così i piani prima visualizzati e proposti risultano disponibili solo per turisti e viaggiatori di altre nazioni che si trovano sul territorio italiano.

Naturalmente gli Italiani che si trovano all’estero possono già da ora utilizzare subito iPad Pro 9,7” e Apple SIM digitale. È bello finalmente poter dimenticare in un colpo solo SIM card nostrana e soprattutto i piani dati in roaming dei nostri operatori. Arrivati a Parigi, Londra o pochi km fuori dai nostri confini, basta accendere iPad, entrare in Impostazioni e Dati Cellulare: un tap e sullo schermo scorrono piani pensati in bocconcini mordi e fuggi, con tempo e traffico in quantità utili proprio per permanenze brevi o comunque temporanee. Niente visita obbligata al sito web o al negozio dell’operatore, niente perdite di tempo per clausole e limiti di traffico da cruciverba, tipiche invece dei piani pensati per “bloccare” gli utenti per lunghi periodi o per sempre o quasi.

Una volta provato il brivido della nuova mobilità con Apple SIM digitale si formano nella nostra mente numerose domande e fantasie impossibili. Quando potremo usufruire di questa facilità d’uso, elasticità, ampia offerta anche nel paese di residenza? A questa domanda però non può rispondere Apple ma senza dubbio gli operatori. Poi le fantasie: quando potremo scartare un iPhone nuovo di pacca e con un paio di tap sullo schermo, selezionare operatore e piano voce e dati preferito? Infine i sogni impossibili: quando estratto un nuovo fiammante MacBook Air dalla scatola, potremo fare altrettanto? Fino a oggi Apple non ha preso in considerazione l’idea di MacBook con modulo cellulare integrato, ma si tratta di una assenza facilmente colmabile grazie alla funzione hot spot personale a prova di bambino. Invece per tutte le altre domande, come anticipato, dipenderà dagli operatori: con iPad Pro 9,7″ Apple mostra il futuro della connettività dati cellulare, la tecnologia e le offerte sono già pronti. Ricordiamo che Apple SIM digitale non è integrata in iPad Pro 12,9″. È già lecito sperare in iPhone 7 con Apple SIM digitale ma, anche nel caso questo avvenga, molto probabilmente sarà ancora una volta limitato per l’estero. La direzione comunque è tracciata.

Smart Keyboard per iPad Pro 9.7 pollici
Il nuovo iPad Pro 9.7” con la nuova Smart Keyboard