fbpx
Home iPhonia iPhone Tutto quel che sappiamo su iPhone 7: caratteristiche, prezzi e data di...

Tutto quel che sappiamo su iPhone 7: caratteristiche, prezzi e data di lancio

I nuovi iPhone 7 di Apple sono ormai alle porte: superato l’incalzante mese di agosto, il prossimo settembre dovrebbero, come di consueto, essere presentati i prossimi smartphone iOS al grande pubblico.

Sono davvero tanti i rumor che da inizio anno si sono alternati in rete sui presunti iPhone 7, tanto che ad oggi siamo già in grado di delineare quasi completamente il volto e le caratteristiche dei prossimi smartphone Apple. Non mancano ancora dubbi e incertezze, ma è possibile disegnare un profilo piuttosto preciso.

Estetica

Non sembrano esserci quasi più dubbi su quella che sarà l’estetica dei prossimi iPhone 7 e iPhone 7 Plus. La scelta di Apple è quella di continuare, per il terzo anno consecutivo, con forme arrotondate: iPhone 7 sarà esteticamente simile ad iPhone 6 e iPhone 6s. Non mancheranno note distintive, che quasi certamente si concentreranno soprattutto sulla scocca posteriore.

Su ambo i nuovi modelli, infatti, le bande delle antenne dovrebbero seguire i bordi superiori e inferiori del dispositivo, quindi più nascoste e morbide delle linee marcate sino ad oggi viste su iPhone 6 e 6s. Inoltre, su iPhone 7 4,7 pollici dovrebbe svettare una fotocamera più grande, mentre su iPhone 7 Plus, addirittura, potrebbe esserci spazio per una doppia fotocamera, che modificherà sensibilmente l’estetica posteriore del phablet Apple.

estetica iphone 7

Ad ogni modo, contrariamente ai rumor apparsi in rete a inizio anno, entrambi i modelli di fotocamera dovrebbero rimanere comunque sporgenti, proprio come implementato a partire da iPhone 6. Il modello Plus potrebbe avere una sporgenza più evidente.

Al di là di queste due caratteristiche estetiche, che secondo più fonti rappresentano quasi una certezza, nel complesso il fattore forma di iPhone 7 dovrebbe essere di fatto molto simile, se non lo stesso, di iPhone 6s e iPhone 6s Plus. Quindi angoli e bordi arrotondati e un dorso interamente in metallo.

Anche alcuni video parsi in rete nelle ultime settimane hanno confermato lo stesso design. Lo riportiamo qui di seguito.

Fotocamera

Tra le caratteristiche più evidenti e più interessanti del prossimo iPhone 7, e 7 Plus, potrebbe esserci la fotocamera, anzi, le fotocamere. Si vocifera già da tempo dall’acquisizione da parte di Apple della società LinX Imaging, e della conseguente possibilità che la Mela adotti una doppia camera posteriore su iPhone 7. Tale soluzione comporterebbe certamente un incremento nella qualità fotografica, intervenendo sul meccanismo che tiene conto del flusso di fotoni (le particelle di luce) e di fotoelettroni tra i pixel vicini.

In questo articolo Macitynet ha spiegato il motivo per cui due fotocamere affiancate riuscirebbero a rendere meglio, in termini di qualità, rispetto a una solo camera. Documenti già diffusi in rete dimostrano come, in abbinamento al software di gestione ad hoc, due sensori da 4 megapixel permettano di ottenere immagini migliori rispetto a uno solo da 8 megapixel.

iPhone 7 a settembre

A differenza dei primi rumor di inizio anno, di recente in rete sono apparse fotografie, che Macitynet ha pubblicato anche in esclusiva, dove risultava evidente la differenza tra la camera di iPhone 6s e quella di iPhone 7, con obiettivo molto più grande. Di quest’ultima non si hanno notizie tecniche in merito ai pixel o eventuali tecnologie implementate, ma non v’è dubbio che si tratterà di un upgrade evidente alla camera attuale. Solo dopo la presentazione e i primi scatti dal vivo si potrà conoscere realmente la portata delle migliorie rispetto all’attuale generazione di iPhone 6s.

Queste ultime indiscrezioni sulla camera più grande, ma singola di iPhone 7 4,7 pollici, valgono a confermare dunque che la doppia fotocamera non sarà per tutti: come già rivelato da alcuni analisti ad inizio anno, sembra che Apple abbia deciso di implementarla solo sul modello più grande di smartphone, quindi iPhone 7 Plus, e non anche sul fratello gemello più piccolo da 4,7 pollici.

In questo modo Cupertino punterebbe a differenziare ancora di più la propria offerta smartphone in termini di funzionalità, offrendo motivi differenti per scegliere l’uno o l’altro dispositivo, oltre alla grandezza del display. Resta il dubbio, però, che il doppio modulo fotografico possa essere installato su un eventuale terzo modello di iPhone, denominato Pro, il cui rumor però è molto discutibile e di cui riferiremo a breve di seguito.

Caratteristiche tecniche

  • CPU e Ram

Nonostante siano pochi i mesi che separano l’utenza dalla presentazione si iPhone 7, non sono poi molte le voci sulle caratteristiche tecniche del prossimo iPhone 7. Sarà perché, in fondo, è facile pensare ad un completo upgrade dell’attuale componentistica, che non dovrebbe riservare particolari soprese: quanto alla CPU, si pensa che Apple decida di passare dall’attuale A9, ad un nuovo A10, così come la memoria RAM, attualmente da 2 GB, essere incrementata a 3GB, probabilmente solo sul modello Plus.

Apple A10

Il presumibile processore A10 che dovrebbe equipaggiare il prossimo iPhone 7 secondo le indiscrezioni sarà costruito da TSMC in esclusiva (niente Samsung tra i fornitori) con un processo a 16 nanometri e tecnologia InFO, sigla delle iniziali inglesi Integrated Fan Out.

Questa tecnologia permetterebbe di integrare ancora più circuiti, chip e funzioni in un unico application processor, come vengono indicati i processori dei dispositivi mobili, con un netto vantaggio del punto di vista ingegneristico e riducendo l’ingombro non più necessario per componenti aggiuntive.

  • Jack cuffie

Oltre ad avere qualcosa in più, iPhone 7 potrebbe anche avere qualcosa in meno: il connettore per il jack cuffie. Nonostante sparute voci contrarie, tutti i rumor apparsi sino ad oggi in rete si dicono certi dell’assenza di connettore jack per le cuffie; a riportarlo, non solo i siti web cinesi Anzhuo.cn e Wei Feng, che non fanno altro che rievocare la voce che ha fatto grande clamore già alla fine dello scorso anno, ma anche alcuni indizi provenienti dalla stessa Apple.

Di recente, infatti, si è scoperto che il marchio AirPod, probabilmente legato a cuffie wireless, dunque senza necessità di connettore jack, sia legato proprio ad Apple. E’ facile pensare che la società di Cupertino abbia deciso di eliminare la presa jack da 3,5mm e, contemporaneamente, sia al lavoro su cuffie senza fili o, al più, in grado di interfacciarsi con la presa Lightning. Proprio quest’ultime, addirittura, sarebbero apparse in una prima foto che riportiamo di seguito. In realtà successivamente si è appreso che la foto era un falso.

cuffie Lightning

  • Li-Fi

Altra componente interna che potrebbe realmente dare una marcia in più ai prossimi iPhone è il modulo Li-Fi, un particolare sistema di connettività che si può immaginare come un vero e proprio Wi-Fi con la differenza che i dati passano non dalle onde radio, ma per una sorta di lampeggio della luce visibile (l’iniziale “Li” sta per “Light”) come quella prodotta dalle lampadine. Per comunicare è sfruttata l’accensione e lo spegnimento di luci LED.

La velocità di modulazione, consente il trasporto di dati con velocità elevate, fino a 100 volte rispetto al WiFi. Il riferimento a questa nuova tecnologia è già stato scoperto in iOS 9, come dimostra la foto sottostante, pubblicata nelle settimane passate da più fonti. In realtà la tecnologia è ancora alla fase sperimentale; “hot spot” compatibili con il Li-Fi non esistono ed è molto difficile che Apple introduca questa particolare modalità di comunicazione wireless a breve.

lifinascostoinios9

  • Memoria

Dove, invece, i rumor hanno fatto passi avanti rispetto a fine anno, è la memoria interna. Ed infatti, il puzzle che viene a comporsi dalle ultime voci, sembra mostrare un iPhone 7 con tagli da 32 e 128 GB, intervallati dal modello da 64 GB (non è da escludere che la strategia di offrire un modello entry level per spingere a comprare quello superiore non resti in azione), mentre per il modello Plus da 5,5 pollici si è ipotizzato più volte un taglio da 256 GB.

Non è chiaro se anche il modello da 4,7 pollici avrà una opzione di archiviazione da 256 GB, ma non è del tutto inverosimile pensare che Apple vorrà differenziare i due prodotti, e offrire solo sul modello più grande l’opzione da 256 GB.

150608_iphone_concept_1

  • Batteria

Quanto alla batteria, invece, Apple dovrebbe finalmente superare il muro dei 3.000 mAh, proponendo un grosso passo in avanti rispetto a quella montata su iPhone 6s Plus: con un incremento del 12,7% circa, iPhone 7 Plus potrebbe montare una batteria da 3100 mAh, al posto di quella attuale di 2750 mAh. Resta da vedere quanto migliore sarà l’autonomia, visto che il telefono potrebbe essere dotato di funzioni e componenti più avanzate ma anche più assetate di energia.

iphone-4-battery-removal-full

  • Waterproof

Una delle informazioni più rivoluzionarie e controverse giunge da FastCompany secondo la quale il nuovo iPhone sarebbe waterproof anche se non è chiaro che questo questo possa significare, ma l’ipotesi è quella di un trattamento della scheda madre e delle componenti elettroniche con un composto impermeabilizzante, una tecnica che è nota e che viene anche attuata anche in post vendita.

In passato abbiamo visto durante fiere ed eventi specializzati anche degli iPhone trattati in maniera da poter stare senza problemi sul fondo di un acquario. Ad ogni modo, da inizio anno ad ora non sembrano esserci state conferme significative della certificazione waterproof su iPhone 7. L’idea è che con molta probabilità avrà la stessa resistenza e le stesse certificazioni dell’attuale generazione di iPhone 6s anche se è possibile che Apple, come già accade con Apple Watch, possa renderlo molto più resistente all’acqua di quello che è esplicitato dalle specifiche.

  • Ricarica wireless

Una seconda indiscrezione diffusa sempre da FastCompany riguarda la ricarica wireless che arriverebbe anche grazie ad un nuovo materiale radiotrasparente che consentirebbe ai designer di Cupertino di cancellare le strisce in plastica per le antenne.

In realtà oltre che trovare un materiale per la ricarica wireless, Apple dovrebbe quindi anche trovare un sistema per far sì che la ricarica “senza fili” sia anche veloce quanto la attuale. ricaricare a sfioramento una batteria da 3000 mAh come potrebbe essere quella di un iPhone 7 Plus, potrebbe essere un serio problema in termini di perdita di tempo per l’utente finale. Anche in questo caso, comunque, nessun rumor significativo sembra essersi fatto strada in questa parte finale dell’anno, ragion per la quale è difficile ipotizzare una ricarica wireless su iPhone 7

  • Modelli e colorazioni

Il listino prezzi apparso in rete nei mesi scorsi, segnalato poche righe più sopra, ha dato adito anche a indiscrezioni di diversa natura, sulla possibilità che Apple presenti non due, bensì tra diversi modelli di iPhone. Oltre ad iPhone 7 4,7 pollici e iPhone 7 Plus, la Mela potrebbe svelare anche iPhone 7 Pro, nome che seguirebbe la scia degli ultimi due iPad. Sebbene sia stato nominato da diverse fonti, non sembra esserci alcuna conferma sulla reale esistenza di questo terzo modello, ed anzi più di recente l’ipotesi sembra essere stata scartata. Per l’esattezza, spiega anche Evan Blass, Apple potrebbe aver inizialmente pensato a questa variante di iPhone, per poi escluderla in seguito.

Quanto ai colori di iPhone 7, sembra essersi fatta largo l’idea di una nuova colorazione, denominata Space Black. Un nuovo video, mostra una tonalità più scura rispetto al classico grigio finora impiegato da Apple, ora più tendente al nero. A quanto pare, la nuova scelta di colore potrebbe essere in linea con la volontà di Apple di avvicinare il modello più scuro di iPhone alla tonalità scelta per Apple Watch. Secondo alcuni questo rumor è verosimile, anche se le più recenti immagini mostrate da vari siti (tra cui il nostro) mostrano solo scocche nei colori tradizionali. Una ipotesi che si potrebbe fare è che potrebbe essere l’iPhone 7 Plus ad avere questo colore

Nome

Una delle tematiche sul tavolo è il nome. Fino a questo punto anche noi abbiamo denominato l’iPhone di nuova generazione come iPhone 7, ma è possibile che Apple decida di assegnargli un nome diverso. Un indizio potrebbe arrivare da quel che è accaduto con iPhone SE. Avendo stabilito, nei fatti, che il ciclo di rinnovo globale del telefono diventa triennale, la sequenza percorsa da iPhone 5 che è divenuto iPhone 5S e poi iPhone SE, potrebbe essere seguita anche da iPhone 6 che è divenuto iPhone 6s e potrebbe diventare, con quest’anno, iPhone 6SE.

Unico dubbio deriva dalla scarsa chiarezza che il marketing e quindi la pubblicità ne ricaverebbe. Per il resto sembra abbastanza logico che solo al reale scatto generazionale il telefono abbia un nuovo numero. A meno che Apple non pensi di cambiare totalmente la denominazione dell’iPhone il prossimo anno, quando sarà lanciata la versione del decimo anno. In occasione dell’anniversario della presentazione del telefono, Cupertino potrebbe a quel punto chiamare l’iPhone 8 in tutt’altro modo (magari senza usare un numero) e mantenere la versione 7 per quello al debutto questo autunno.

Data e prezzo

Anche sui prezzi, rispetto a inizio anno, sono trapelate informazioni aggiuntive. Addirittura, un ipotetico listino sembra aver svelato i prezzi dei futuri terminali Apple. Se le informazioni apparse in rete dovessero essere confermate, si partirebbe da 712 euro circa per il modello base da 32 GB, per salire a 820 euro di iPhone 7 Plus, e per finire con 955 euro per il modello Pro. Salendo come memoria interna disponibile, poi, si arriverebbe secondo questo listino trapelato, ai quasi 1200 euro per il modello di iPhone 7 Pro da 256 GB, sempre che tale modello sia effettivamente esistente.

Tutti i dati su prezzi, in ogni caso, vanno presi con molta cautela. Non è infatti assolutamente automatico “tradurre” i prezzi di una nazione in quelli in un’altra visto che intervengono vari fattori, dai calcoli di marketing, alle tasse locali, per finire con i balzelli che sono collegati con i “diritti di copia”, applicati da qualche governo anche ai dispositivi mobili

prezzi iphone 7

Per la data di lancio, in queste ultime ore sembrano essersi fatti passi avanti: un ultimo rumor ipotizza la presenza negli scaffali dei negozi già per la settimana del 12 settembre prossimo. Stando ad una fonte non meglio precisata, ma riportata dall’affidabile Evan Blass, la nuova generazione di iPhone sarà disponibile nei negozi venerdì 16 settembre. La previsione, se confrontata con quanto accaduto negli anni passati, risulta attendibile: iPhone 6 presentato martedì 9 settembre con disponibilità a partire dal 19 settembre, mentre iPhone 6s presentato sempre il 9 settembre (mercoledì) e disponibile dal 25 settembre. Per i nuovi iPhone in arrivo quest’anno Apple potrebbe anticipare il keynote addirittura martedì 30 o mercoledì 31 agosto (poco probabile), oppure molto più probabilmente martedì 6 o mercoledì 7 settembre.

Anche per la data di lancio del telefono, come per il prezzo, potrebbero intervenire differenziazioni, collegate alla disponibilità reale dei pezzi prodotti nelle varie fabbriche. In passato, lo ricordiamo, i paesi che hanno avuto un trattamento privilegiato sono stati i soliti “noti”, in Europa, in particolare, Regno Unito, Francia e Germania, con l’Italia collocata nel secondo lotto che ha avuto il nuovo modello da una settimana ad un mese dopo.

12 settembre evan blass

Offerte Speciali

L’iPad Air 2019 al prezzo minimo su Amazon: 499€

L’iPad Air 2019 al prezzo minimo su Amazon: 499€

iPad Air al prezzo minimo su Amazon. Il più potente degli iPad non "pro" scende a 499 euro per la versione da 64 GB.
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,440FansMi piace
95,261FollowerSegui