iPhone 8 e iOS 11 è un matrimonio d’amore

Nuovo telefono e nuovo sistema operativo di Apple: iPhone 8 e iOS 11 sono una coppia inseparabile che promette molto e mantiene altrettanto

Un matrimonio d’amore: la coppia iPhone 8 e iOS 11 promette e mantiene. Il nuovo telefono è dotato non solo di linee nuove e caratteristiche notevoli, come vedremo tra un attimo, ma soprattutto di un processore pensato e sviluppato per lavorare al meglio con iOS 11. E il nuovo sistema operativo, che abbiamo seguito in questi mesi di beta, adesso che è arrivato alla versione definitiva e può finalmente “correre” sul nuovo apparecchio pensato per lui dà veramente il meglio.

iphone 8 ios 11 3

L’importanza del processore

La cosa più importante di iPhone 8 dal punto di vista di iOS 11 è il suo processore. Questo A11 Bionic è un processore non solo più avanzato e nuovo rispetto al passato, ma anche il primo ad avere una componente grafica sul SOC sviluppata internamente da Apple. Questo aspetto non è da sottovalutare: per la prima volta l’integrazione è completa e la parte grafica non serve solo a sfruttare al meglio Metal 2 ma anche a gestire sia la parte di realtà aumentata (che l’ottima sensoristica di Apple rende molto più facile di quello che non riesca a fare la concorrenza) che quella di machine learning e rete neurale locale.

Gli iPhone e gli iPad elaborano in locale tutte quelle cose che servono a rendere uno smartphone realmente “smart” e lo fanno per rispetto della privacy e tutela dell’utente. L’iPhone 8 però lo fa un po’ meglio perché è stato progettato come abbiamo visto proprio per questa doppia funzione. Qui c’è un vantaggio innegabile rispetto alla concorrenza, ma anche rispetto agli altri prodotti Apple (a parte l’iPhone X, ovviamente) che vale la pena sottolineare.

iOS 11 e iPhone 8

Il processore rende anche molto scorrevole e veloce l’esperienza di uso di iOS 11. Va notato che il nuovo sistema operativo di Apple porta molte novità nel campo dell’iPad, permettendo sopratutto ai possessori del Pro di lavorare con una piccola workstation touch (ma ci sono anche la Apple Pencil e le tastiere aggiuntive) che sta cominciando a non aver niente da invidiare rispetto a computer portatili apparentemente ben più “carrozzati”. Però le novità e soprattutto la fluidità di utilizzo e un nuovo modo migliorato di agire l’interfaccia ci sono anche per gli iPhone. Questo si vede e soprattutto si “sente” usando iPhone 8, che è super fluido e super rapido nell’esecuzione di tutte le funzioni.

Le funzionalità calibrate

Oggi il processore però non è più l’unico centro di un telefono. C’è una parte di sensoristica e quella relativa alla telefonia che sono centrali. Senza contare la gestione dell’energia che rende il telefono un apparecchio che deve essere capace di performare ma anche di risparmiare per allungare la durata. L’iPhone 8 è al massimo delle sue capacità: non basta certo un primo contatto ma nei prossimi giorni continueremo a vedere meglio se la promessa di una batteria che “regga” e una maggiore finezza nelle misurazioni dell’accelerometro e di movimento (ideali per la realtà aumentata ma anche per il fitness) oltre a una maggiore velocità di aggancio ad esempio delle reti mobili e locali, assieme ai dispositivi Bluetooth sia legata maggiormente alle novità hardware o software.

Ma se ho un iPhone 7 conviene passare all’8?

Sicuramente il nuovo telefono di Apple si presenta con tutte le carte in regola per essere un successo in termini prestazionali e di design. L’incognita X che lo attente tra poche settimane è abbastanza relativa, come abbiamo avuto già modo di spiegare in altri articoli, perché il differenziale di prezzo del telefono del decennale “pesa” rispetto alla parte relativa alle innovazioni tecnologiche del display, Face ID e tutto il resto.

Il vero confronto, per tanti versi, è tra 7 e 8, due generazioni paragonabili, con prezzi simili e un posizionamento analogo. Qui la cosa è più complessa: cambiare iPhone una volta all’anno è un lusso per molti e, in questo caso, perché no: si può certamente fare se il fattore economico non è un problema. Il nuovo iPhone 8 non è solo un fashion statement come abbiamo visto ma anche un vantaggio in termini prestazionali. L’hardware è ottimizzato per iOS 11 e l’arco di vita dell’apparecchio sarà più lungo.

Secondo noi soprattutto la parte di realtà aumentata e machine learning-rete neurale locale, che poi sono le due grandi novità, pesano molto nel bilancio se iPhone 8 con processore A11 Bionic abbia più senso o no.

Certo, se il budget è però più limitato e la politica personale è quella di portare avanti un telefono per almeno due-tre anni, allora può valere la pena aspettare. A parte le promozioni degli operatori, un iPhone 8 è un passo in avanti notevolissimo rispetto alle generazioni anteriori all’iPhone 7, ma relativo rispetto al telefono dell’anno scorso. Si tende a sottovalutare iPhone 7 per via della scocca identica alle due generazioni precedenti di iPhone, la 6 e 6s. In realtà però è un telefono completamente diverso ed estremamente valido, capace di performare molto e al tempo stesso di essere parsimonioso nell’uso dell’energia accumulata nella batteria.

iphone 8 ios 11 0 dini

In conclusione

Abbiamo provato iOS 11 sia nelle versioni preliminari che in quella definitiva 11.0 su un iPhone 7 Plus Red (e su un iPad Pro 10.5) e adesso anche su iPhone 8 Plus. È una prima presa di contatto, ci vorranno alcuni giorni per arrivare a capire come va davvero il telefono con iOS 11 (e per vedere quali sono i limiti e i difetti di iOS 11 una volta messo all’opera, cioè davvero “in produzione”, come si dice). Sino a questo momento però il primo impatto è stato notevole. L’apparecchio è davvero un fulmine, ha l’argento vivo addosso, scatta e rende l’utilizzo della nuova interfaccia una esperienza particolarmente piacevole.

Proveremo presto le app per la realtà aumentata oltre a vedere se, mettendo sotto stress il processore con giochi e altre app particolarmente onerose, il dato della batteria gestita da iOS 11 rimane costante oppure ci sono cali visibili rispetto al passato. Il primo giudizio però è molto positivo. La differenza da iPhone 7 Plus si vede molto chiaramente. Sicuramente è un’ottima idea fare un upgrade a iPhone 8 se si viene da apparecchi precedenti al 7. Resta da vedere se vale la pena con il 7, visto che comunque è ancora per uno-due anni un ottimo apparecchio con processore più che performante e capace di supportare moltissime funzioni di iOS 11.