Home iPhonia iPhone iPhone cambia il dialogo tra medico e paziente in UK

iPhone cambia il dialogo tra medico e paziente in UK

Due fondazioni del servizio sanitario nazionale del Regno Unito saranno le prime a consentire ai pazienti di accedere alle cartelle cliniche dagli iPhone, sfruttando l’app Salute. Può sembrare una piccola novità ma – riferisce ZDNet – potrebbe essere l’inizio di importanti cambiamenti nelle modalità di dialogo tra medico e paziente.

Il Milton Keynes University Hospital NHS Foundation Trust e l’Oxford University Hospitals NHS Foundation Trust (OUH) hanno cominciato da questo mese a offrire ai loro pazienti questa possibilità. L’app Salute raccoglie in un unico posto i dati sanitari, ad esempio farmaci, vaccinazioni, esami di laboratorio e molto altro; usando la funzione che consente di visualizzare i dati sanitari su iPhone, i pazienti delle due fondazioni possono ottenere informazioni di vario tipo, inclusi risultati delle analisi.

Per gli ospedali è un modo per incoraggiare i pazienti a relazionarsi meglio con i fornitori di cure mediche, offrendo i dati di cui i pazienti hanno bisogno.

Una funzione delll’iPhone può cambiare il dialogo tra medico e paziente

«Dal nostro punto di vista non è giusto che i pazienti non possano accedere regolarmente alle loro cartelle cliniche, alla stregua di quanto è possibile fare con le attività bancarie o con altre informazioni online» spiega Joe Harrison, amministratore delegato del Milton Keynes University Hospital NHS Foundation Trust.

La funzionalità che consente di accedere alla cartella clinica è attiva da sole due settimane ma il Milton Keynes riferisce che già più di 300 utenti hanno collegato le loro cartelle con l’app Salute; gli Oxford University Hospitals riferiscono invece che per il momento sono poche decine le iscrizioni effettuate.

La funzione che consente di visualizzare i dati sanitari su iPhone non offre ai pazienti informazioni aggiuntive rispetto a quelle che è possibile ottenere dai portali dei trust, ma permette di accedere a questi dati in modo nuovo, ottenendo anche dettagli su sonno ed esercizi fisici. «Siamo i custodi delle informazioni, non sono informazioni nostre» spiega David Walliker, chief digital and partnership officer presso l’OUH. «Se i pazienti vogliono accedere ai loro dati e possiamo fornirli in modo sicuro, dovremmo farlo».

Nel 2017 Apple ha avviato una collaborazione con Health Gorilla, start-up specializzata nell’aggregazione di informazioni mediche, per un progetto che dovrebbe permettere di trasformare iPhone in hub personale per tutto ciò che riguarda la documentazione sanitaria.

Offerte Speciali

iPhone XR 64 GB 569 €, sconto da 170 €

Black Friday: iPhone XR 64 GB al minimo storico, solo 539 €

Per il Prime Day iPhone XR da 64 GB scende al prezzo minimo storico di Amazon: 559,99 euro
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,951FansMi piace
93,807FollowerSegui