fbpx
Home Hi-Tech Android World iPhone, un sistema di riconoscimento facciale biometrico per aiutare la polizia

iPhone, un sistema di riconoscimento facciale biometrico per aiutare la polizia

La statunitense BI2 Technologies ha realizzato una controversa applicazione iPhone per gli agenti di polizia con la quale è possibile scattare (anche a distanza) una foto, eseguire la ricerca del volto sul database dei sospettati, individuare il sospetto, verificare la fedina penale e anche se il soggetto è stato fotografato da colleghi in altri luoghi. L’iPhone proposto dall’azienda è migliorato con una batteria più potente e includere non meglio precisate “migliorie hardware” che consentono di sfruttare il già noto sistema denominato MORIS (Mobile Offender Recognition and Identification System) con il quale è possibile eseguire il riconoscimento facciale, il collegamento sicuro a database centralizzati e le comparative del caso. Il dispositivo dovrebbe essere anche in grado di eseguire un controllo sulle impronte digitali e sulla retina del sospettato. Il primo distretto a sperimentarlo sul campo è stato quello di Brockton nel Massachussetts. Sembra che almeno 1000 di questi iPhone modificati saranno forniti in dotazione alla Polizia e che l’azienda stia lavorando anche a varianti per dispositivi Android. La validità del sistema di cattura e verifica delle foto non è stata ancora sufficientemente testato nei tribunali e vi sono dubbi sulla sua effettiva legalità di controlli a distanza, senza il consenso di chi è fotografato. L’app ad ogni modo non verrà ovviamente commercializzata ma fornita solo alle forze dell’ordine.


[A cura di Mauro Notarianni]

Offerte Speciali

Sconto Beats Solo Pro, cuffie top con soppressione del rumore: solo 215,94€

Verso il Cyber Monday: Beats Solo Pro, cuffie top con soppressione a 169,99 €

Su Amazon precipita il prezzo delle Beats Solo Pro; ora costano solo 199euro invece che 300 nel colore grigio.