Kneck, il cuscino da viaggio 2 in 1 sostiene la testa ma anche portatile o tablet

Perché non creare un cuscino da viaggio utile anche quando non si dorme? Il progetto esiste già: si chiama Kneck ed è progettato per sostenere la testa oppure per funzionare come sostegno per usare in modo più comodo portatili e tablet, sia a casa che in viaggio

Chi ha affrontato lunghe trasferte in treno, aereo o pullman apprezza la comodità offerta da un cuscino da viaggio: l’idea geniale di Kneck è quella di poter usare lo stesso supporto non solo per la nostra testa ma anche per usare in modo più comodo il computer portatile o il tablet.

La fodera esterna è lavabile, lo spessore dei tre bracci che lo compongono è diverso per offrire il massimo comfort semplicemente ruotandolo nella posizione desiderata, pr avere più o meno imbottitura tra la nostra testa e il sedile. All’interno di questo versatile cuscino da viaggio troviamo un mix di fibre di cotone e anche di fibre flessibili, abbinamento e percentuali studiati per rendere il cuscino da viaggio sia soffice che stabile come supporto per i nostri dispositivi digitali più ingombranti e pesanti.

cuscino da viaggio kneckRegolando in modo diverso la posizione dei tre bracci di Kneck è possibile conferirgli la forma desiderata e più comoda per sostenere portatili con schermo fino a 13 pollici. Naturalmente con tutte queste caratteristiche Kneck risulta tanto e pratico e comodo non solo durante i viaggi o per scrivere e lavorare sui mezzi di trasporto ma anche in casa, per esempio per usare notebook e tablet sul divano, nel netto o semplicemente seduti su una sedia.

Come avrete intuito leggendo fin qui Kneck è un progetto a caccia di finanziatori su Kickstarter. Pochi fortunati potranno averlo pagando solamente 5 dollari, mentre il prezzo finale sarà di 40 dollari. Per chi si sbriga è ancora possibile accaparrarselo sensibilmente scontato a solo 24 dollari. Se verrà raggiunta la somma richiesta di poco meno di 7.000 dollari di finanziamento il cuscino da viaggio sarà realizzato e consegnato entro marzo 2018.