fbpx
Home Macity AggiornaMac Little Snitch, il custode della nostra privacy su Mac fino a domani...

Little Snitch, il custode della nostra privacy su Mac fino a domani -50%

Un arbitro severissimo, un custode che tiene sotto controllo il traffico che va e che viene dal nostro Mac e che ci avverte di intrusioni o di applicazioni che vogliono comunicare, senza chiedercelo, con la rete, può essere messo in servizio a prezzo scontato del 50%. A darci questa opprtunità, ma solo fino a domani, è MacUpdate [sponsor] con l’interessante promozione che propone Little Snitch a 14,99 dollari (circa 11,5 euro) invece che 29.99 dollari (23 euro).

Little Snitch è il più sperimentato e apprezzato dei software per il monitoraggio della traffico Internet su Mac. Il suo scopo non è quello di misurare la quantità di dati  ma quello di impedirne la fuoriuscita (ed entrata) incontrollata proteggendo la nostra privacy e allertandoci dell’intrusione di software spia o cavalli di troia che all’insaputa dell’utente rubano dati sensibili.

Tra le sue funzioni principali c’è quella di individuare i software che “chiamano casa”, un’operazione svolta da molte più applicazioni di quanto si creda; questo avviene per disparate ragioni, alcune lecite (registrazione, verifica dell’identità dell’utente), altre meno (marketing, rilevazione non autorizzata di statistiche demografiche). Little Snitch osserva e riferisce tutto questo, informando l’utente ogni volta che un programma in esecuzione tenta di stabilire una connessione con l’esterno. A questo punto è possibile autorizzare o meno la comunicazione (solo per una volta, fino alla chiusura del programma oppure per sempre), in alternativa creare delle regole automatiche per i programmi che vengono utilizzati abitualmente.

Little Snitch collocandosi tra noi ed Internet è anche in grado di intercettare ogni chiamata alla rete, un’operazione che viene svolta anche dai cavalli di troia, magari nascosti in programmi apparentemente innocenti, o da spyware. In questo è un fondamentale strumento anche non solo per la privacy, ma anche per la sicurezza e per impedire furti di codici, password, numeri di carte di credito, anche se ovviamente non sostituisce un antivirus.

Come ci si aspetta da un programma scritto per il Mac Little Snitch pur monitorando e occupandosi della gestione delle comunicazioni verso l’esterno, è stato creato per facilitare e non per complicare la vita dell’utente. Fin dal primo avvio Little Snitch visualizza una finestra in cui vengono individuati in modo completamente automatico i programmi presenti sul nostro Mac che richiedono il collegamento con l’esterno per il loro funzionamento, quando avviamo un programma che non è compreso nell’elenco iniziale, Little Snitch visualizza una finestra che permette di abilitare o meno la comunicazione con l’esterno. Little Snitch è in grado anche di fissare regole “temporanee” (autorizzazioni per una sola volta o fino alla chiusura dell’applicazione) o regole definitive e di scegliere le porte su cui comunicare.

Insomma Little Snitch si presenta come un vero e proprio agente di sicurezza, un custode del nostro diritto a decidere a chi e come comunicare la nostra presenza e i nosri dati e anche, potenzialmente, un guardiano del nostro portafogli, indispensabile per tutti coloro che tengono a questo aspetto della vita in rete e in quanto tale un importante pezzo della dotazione software di ogni Mac. Il prezzo di 22 euro sarebbe già di per sè conveniente, a 11 euro diventa un vero affare che però è possibile solo fino a lunedì mattina. È disponibile una demo (click qui per scaricare), ma per acquistare con sconto si deve sempre passare dal sito di MacUpdate.

little snitch

Offerte Speciali

airpods 2 in sconto su Amazon

Prezzo Black Friday per AirPods 2: 119 €, minimo storico

Su Amazon tornano disponibili e con uno sconto le AirPods 2. Le si acquista a 119,99 Euro. È il prezzo più basso dal Black Frimai
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,823FansMi piace
93,184FollowerSegui