fbpx
Home iPhonia il mio iPhone Display degli iPhone 6s, lo smontaggio rivela alta ingegneria e materiali sofisticati

Display degli iPhone 6s, lo smontaggio rivela alta ingegneria e materiali sofisticati

Uno schermo molto complesso, composto da ben 8 strati, uno diverso dall’altro e che richiede una grande esperienza sia per smontarlo che, soprattutto, per realizzarlo. Sono queste le conclusioni cui si giunge dopo avere scorso una dopo l’altra le immagini pubblicate questa sera da iFixit che ha disassemblato, componente dopo componente, il display Retina HD degli iPhone 6s scoprendo alcune peculiarità relative al 3D Touch, il meccanismo che permette di rilevare la pressione esercitata sul display.

Il funzionamento del 3D Touch è agevolato da uno “strato” con sensori capacitivi e da una copertura in vetro che sfrutta un meccanismo definito a doppio scambio ionico. L’analisi ha evidenziato la presenza di adesivo che consente non solo di tenere saldo il display al corpo ma funge anche da guarnizione per migliora la resistenza all’acqua dei nuovi telefoni. iFixit dice che il display vero e proprio è talmente sottile che è possiible vedere attraverso; in questo è integrato un secondo livello costituito da sensori, non evidenziato da Apple che parla genericamnete di sensori integrati nel sistema di retroilluminazione.

Sui sensori capacitivi iFixit ha individuato una griglia che sembra un chip personalizzato sfruttato per misurare cambiamenti nello stato della pressione. Apple ha lavorato con Corning (quelli del Gorilla Glass) su un vetro sottile e flessibile al punto giusto e ottimizzato per permettere di invididuare le pressione con le dita. In pratica il vetro si piega per rilevare la pressione che percepisce, appunto, come tale e non come “tocco” sullo schermo.

Sfruttando un dispositivo ad hoc, iFixit ha rimosso l’LCD vero e proprio dal pannello in vetro, evidenziando uno strato di mylar (una resina termoplastica) anche questo utile per il 3D touch ma sfruttato anche per diffondere la luce all’esterno, anziché all’interno dell’iPhone. Il display dell’iPhone 6s è composto complessivamente da ben otto diversi componenti.

Insomma, come accennato, la struttura dello schermo del nuovo iPhone è davvero molto complessa e frutto di un’ingegnerizzazione molto ricercata che ha richiesto la partecipazione di più partner. Nello stesso tempo Apple ci ha messo molto del suo, con componenti ottimizzate se non costruite del tutto da zero e studiate ad hoc per il nuovo modello di iPhone. In attesa di altre analisi, al momento la prima considerazione che sorge spontanea è che c’è da scommettere che nel caso di danni allo schermo, reperire parti non originali da sostituire, potrebbe non essere un passaggio semplice né economico.

pCxjTAFFbv3kHmny.huge

Offerte Speciali

Su Amazon tornano gli Airpods e sono ancora apprezzo minimo: 138,99€

Airpods 2 ad un prezzo “cinese”: 110,69 euro. È il più basso di sempre!

Su Amazon gli AirPods 2 scendono al minimo storico: solo 110,69 euro, il prezzo di discrete cuffiette cinesi
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,706FansMi piace
93,892FollowerSegui