fbpx
Home Macity Hardware Apple Mac M1, i timori per la possibile morte degli SSD sono esagerati

Mac M1, i timori per la possibile morte degli SSD sono esagerati

Qualche settimana addietro sono circolate notizie che evidenziavano una “usura” anomala dell’unità SSD di serie nei nuovi Mac ARM con processore Apple Silicon M1. Un utente aveva segnalato che in alcuni casi l’SSD aveva già consumato circa il 13% dei byte totali scritti garantiti (TBW), e il proprietario di MacBook Pro M1 con unità da 2 TB e 16 GB di RAM aveva già registrato il 3% di utilizzo totale dell’unità SSD dopo soli due mesi.

Diversi utenti hanno cominciato a condividere i risultati di comandi da Terminale che permettono di eseguire un check sull’SSD evidenziando il presunto problema. Le unità SSD – spiega 9to5Mac – memorizzano le informazioni cambiando il voltaggio di alcuni campi elettrici; Gli SSD più semplici memorizzano un singolo bit di informazione (valori logici “0” o “1”) nelle singole celle di memoria; le NAND flash Multi (MLC) e triple-level cell (TLC) sfruttano due o tre livelli per memorizzare rispettivamente due o tre bit di dati.

ssd mac m1

Per scrivere un dato su una cella, è applicato un voltaggio per cambiare lo stato di quest’ultima; per leggere una cella, il computer verifica il livello di voltaggio. Il sistema di lettura non comporta nessuna “usura” alla cella ma la scrittura sì. Il sito HelpDeskGeek, spiega «È l’atto di scrivere nella cella della memoria flash che comporta degradazione. Ogni cella di memoria all’interno di un SSD ha un componente di ossido e due layer di questa una o altre sostanze chimiche miscelate con ossigeno. Gli elettroni sono intrappolati tra questui strati di ossidi. Il dato stato di una cella dipende dal livello di carica. In altre parole, quanti elettroni sono intrappolati tra gli strati di ossido. Ogni volta che lo stato cambia, i layer di ossido si “logorano”, potenzialmente perdendo la loro capacità di contenere elettroni, elemento che potrebbe rendere impossibile leggere correttamente lo stato […]».

Le unità SSD più recenti con «Multi e triple-cell dispongono di diversi livelli e di conseguenza molti diversi stati da leggere; giacché i margini tra diversi stati di celle sono ristretti, anche una piccola usura può portare comportare problemi con la capacità degli elettroni che rendono impossibile leggere correttamente lo stato».

Apple, il colore dei chip

Ogni produttore di SSD ha un diverso modo di determinare il numero di cicli di carica che una cella può supportare prima che la lettura diventi inaffidabile, monitorando i cicli effettivi rispetto a questi numeri per fornire una valutazione di usura in percentuale.  Ciò che rende i Mac con processore Apple Silicon M1 così veloce è l’architettura a memoria unificata: la RAM è condivisa con processore principale, grafica e neural engine, sfruttando quanto possibile lo spazio libero sull’SSD in modo interscambiale con la RAM in misura maggiore rispetto alle macchine con processori Intel. Meno RAM si ha, più il sistema accederà all’SSD; e più è piccolo l’SSD, maggiore è la probabilità di usurare le celle di memoria dell’unità.

Il problema, scrive sempre 9to5Mac, è meno grave di quanto sembra. I primi SSD morivano il più delle volte per problemi con il contoller delle unità e non tanto per l’usura delle celle; guasti con i controller sono ormai praticamente sconosciuti. I venodor SSD tendono inoltre a essere estremamente prudenti nell’indicare rating sull’usura, al fine di non avere responsabilità e pretese di garanzia se una unità si rompe prima del limite massimo di usura possibile. In pratica, la maggiorparte delle unità SSD, vanta livelli di usura anche quattro volte superiori a quelli indicati da molti produttori.

Tutti i prezzi dei nuovi Mac con processore Apple M1

«Se Apple segue le prassi del settore» scrive Jon Jacobi di Macworld «l’unità SSD da 256GB del vostro Mac M1 potrebbe avere un rating di 150TBW; scrivendo una media di 7,5TB al mese, permetterebbe di superare il TBW in circa 20 mesi, meno di due anni ma… è molto probabile – secondo voci che arrivano dal settore – che l’unità SSD da 250GB permetta di arrivare a 300TBW senza problemi, e molto probabilmente anche oltre». Concludendo, è improbabile che si verifichi l’usura in breve tempo delle unità SSD dei nuovi Mac ARM; chi vuole stare più tranquillo può scegliere macchine con 16GB di RAM e unità SSD di dimensioni maggiori rispetto ai “tagli” più piccoli. Le voci secondo le quali l’unità SSD dei nuovi Mac potrebbe essere fuori gioco nel giro di un anno o meno sono dunque decisamente esagerate.

Macitynet ha recensito Mac mini con processore Apple M1 in questo articolo, mentre qui trovate la recensione di MacBook Pro 13″ M1. Per tutti gli articoli di macitynet che parlano dei Mac ARM con processore Apple Silicon M1 si parte da questa pagina.

Offerte Speciali

iPhone 12 in sconto, a rate senza interessi e spedito subito su Amazon: 869 euro

iPhone 12 al minimo Amazon: 849 € per il 128 GB, 779 € per il 64GB

In super sconto oltre il 10% e al prezzo minimo i modelli da 64 e 128 GB di iPhone 12 in colore rosso.
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,831FansMi piace
93,204FollowerSegui