MacBook con chip Broadwell entro Natale: la roadmap di Intel

Intel detta una roadmap di massima per la produzione dei nuovi processori: si aspettano i nuovi MacBook con chip Broadwell entro Natale 2014. Ma per il rinnovo completo della gamma si dovrà aspettare il 2015

Broadwell per server a basso consumo annunciato da Intel

Nella giornata di ieri Intel ha diffuso alcuni particolari sulla produzione e sulle tempistiche del suo nuovo chip a basso consumi Core M, il “motore” che sarà montato sulla nuova linea di portatili Apple. Ma quali saranno i tempi? Con ogni probabilità vedremo i primi MacBook con chip Broadwell entro Natale 2014, ma bisognerà aspettare il 2015 per assistere al lancio di una serie completa di computer con la nuova generazione di processori.

«La tecnologia 14nm di Intel sarà utilizzata per produrre una vasta gamma ad alte prestazioni per prodotti a basso consumo energetico, tra cui server, dispositivi di personal computing e Internet delle cose», scrive nella sua nota Intel che poi descrive una road map di massima: prima arriveranno i device di consumo, poi altri tipi di dispositivi: «I primi sistemi basati sul processore Intel Core M saranno sugli scaffali per la stagione festiva seguita da ampia disponibilità nella prima metà del 2015. Altri prodotti basati sulla microarchitettura e il processo 14nm con tecnologia Broadwell saranno introdotti nei prossimi mesi».

Se si seguirà un modello già messo in atto negli anni scorsi, i prodotti Apple saranno tra i primi – se non i primi in assoluto – ad utilizzare la nuova tecnologia. Dunque, a chi ha bisogno di cambiare il proprio ultrasottile, Intel potrebbe fare un bel regalo di Natale. Chi ha bisogno di un notebook di dimensioni maggiori, invece, potrebbe dover aspettare ancora qualche mese se ci tiene ad avere la tecnologia Broadwell sulla propria macchina.

MacBook Pro Retina