Questo sito contiene link di affiliazione per cui può essere compensato

Home » Hi-Tech » Internet » Microsoft e Yahoo accordo sul motore di ricerca torna in discussione

Microsoft e Yahoo accordo sul motore di ricerca torna in discussione

Microsoft e Yahoo hanno ancora 30 giorni per rinegoziare l’accordo decennale sulla strategia online siglato nel 2010, che sarebbe dovuto durare circa 10 anni, ma che prevedeva la possibilità di discutere modifiche o di risolvere del tutto l’accordo dopo cinque anni. Secondo i termini, le società avrebbero avuto 30 giorni di tempo per chiudere la pratica a partire dal febbraio 23, ma in base ad un rapporto della SEC, Yahoo e Microsoft di comune accordo hanno deciso di rinviare per un periodo di 60 giorni dopo Febbraio 23, la prosecuzione (o la rescissione) del contratto, quindi in pratica fino al 23 aprile.

“Apprezziamo la nostra partnership con Microsoft e proseguiremo le discussioni sui nostri piani per il futuro. Non abbiamo nulla da annunciare in questo momento,” Ha detto Yahoo in un comunicato mentre Microsoft ha rifiutato di commentare ed al momento non è dato sapere se la proroga è dovuta semplicemente a ragioni “burocratiche” o se ad oggi manchi consenso fra i due CEO Marissa Mayer e Satya Nadella.

Yahoo e Microsoft hanno iniziato una partnership sul mercato delle ricerche ricerca nel 2010 con un accordo firmato dagli allora CEO Steve Ballmer e lCarol Bartz. La firma del contratto arrivava al termine di un travagliato rapporto che aveva portato Microsoft, due anni prima, anche a fare una offerta per l’acquisto di Yahoo, offerta che venne rifiutata dal precedente amministratore delegato (e fondatore di Yahoo) Jerry Yang.

In base al patto si prevedeva in sostanza l’utilizzo della tecnologia di Bing per la fornitura dei risultati di ricerca di Yahoo. L’accordo congiunto mirava a sfidare il dominio di Google, ma i risultati sono stati pochi. Lo stesso CEO di Yahoo, Marissa Mayer, non ha mai nascosto di essere poco soddisfatta di una decisione che sostanzialmente esautorava Yahoo dal controllo sui processi tecnici del motore di ricerca, rendendo Yahoo del tutto dipendente dalle scelte di Microsoft. Alla luce di queste considerazioni non è irragionevole pensare che le due parti possano alzarsi dal tavolo separando definitivamente le loro strade.

Offerte Apple e Tecnologia

Le offerte dell'ultimo minuto le trovi nel nostro canale Telegram

Top offerte Apple su Amazon

Sconto boom, per MacBook Air M2 512GB 1199 €!

Su Amazon il MacBook Air da 15,4" nella versione da 512 GB con processore M2 va in sconto. Lo pagate 680 euro meno del nuovo modello, solo 1199€

Ultimi articoli

Pubblicità