Questo sito contiene link di affiliazione per cui può essere compensato

Home » Hi-Tech » Internet » Ministro Orlando «Facebook è responsabile dei contenuti che pubblica»

Ministro Orlando «Facebook è responsabile dei contenuti che pubblica»

Facebook deve essere ritenuta responsabile di quello che pubblicano i suoi utenti. Questa è la tesi affermata del Ministro della Giustizia, Andrea Orlando, in una recente intervista rilasciata al Foglio. Il tema gravita attorno alle sempre più pressante problematica della condivisione di notizie fasulle, bufale, o contenuti di odio e violenza, che avviene su tutti i social network, fenomeno che su Facebook assume dimensioni molto più significative vista l’estensione del social network sulla popolazione italiana e mondiale.
ciak facebook“Facebook non può essere più considerato un semplice veicolo di contenuti. Se su una bacheca vengono condivisi messaggi d’odio, o propaganda xenofoba, è necessario che se ne assuma le responsabilità non solo chi ha pubblicato il messaggio ma anche chi ha permesso a quel messaggio di essere letto potenzialmente in tutto il mondo.” afferma il Ministro. Orlando anticipa anche quelli che potrebbero essere i futuri provvedimenti in merito: “Al momento non esiste una legge che renda Facebook responsabile ma di questo discuteremo in sede europea prima del G7, per mettere a tema il problema senza ipocrisie”.

Benchè non siano chiare le intenzioni a livello legislativo di Orlando e di chi è del suo stesso avviso, sembra che il Ministro auspichi la trasformazione di Facebook da semplice piattaforma di condivisione dei contenuti a vero e proprio editore.

Se considerato come tale, ovvero come una piattaforma editoriale, Facebook potrebbe diventare responsabile dei contenuti diffusi allo stesso modo in cui lo sono oggi le testate giornalistiche: “La trasformazione di Facebook in qualcosa di simile a un editore è un passaggio cruciale in questo senso. Sia per il mondo della tecnologia sia per il mondo della politica. Qui non stiamo parlando solo di Facebook, stiamo parlando del futuro della nostra democrazia” conclude Orlando.

Fino a oggi colossi come Facebook e YouTube sono sempre stati considerati “neutrali”, non responsabili dei contenuti pubblicati dagli utenti; iniziare a considerarli come editori cambierebbe completamente la loro natura giuridica e rappresenterebbe un enorme problema per tali società, minando anche il concetto stesso di neutralità delle rete.

facebook datacenter

Offerte Apple e Tecnologia

Le offerte dell'ultimo minuto le trovi nel nostro canale Telegram

Top offerte Apple su Amazon

iPhone 15 Plus per la prima volta in sconto su Amazon

Minimo storico iPhone 15 Plus, 128 GB a 979€, 256 Gb a 1099€

Su iPhone per la prima volta scende sotto il minimo il prezzo di iPhone 15 Plus da 128GB. Ribasso a 979€ che è il minimo storico. Versione da 256 GB a 1099

Ultimi articoli

Pubblicità