Office 2016 per Mac, in arrivo mega aggiornamento con novità per tutti i software

Microsoft anticipa un corposo aggiornamento di Office 2016 per Mac. Le novità di Word, Excel, PowerPoint, Outlook e Visual Basic for Applications già disponibili per gli utenti iscritti al programma Office Insider

Microsoft ha messo a disposizione degli utenti iscritti a “Office Insider” un corposo aggiornamento per Office 365 e Office 2016 per Mac, suite che includono Word, Excel, Outlook e PowerPoint. Per il momento tutte le novità sono disponibili solo per gli utenti iscritti a Office Insider, il programma che consente di accedere in anteprima agli aggiornamenti della suite, identificare problemi e fornire feedback, ma il loro rilascio è attso a breve.

Cominciando da Word, è stata integrata una funzionalità di salvataggio automatico compatibile con le funzioni di archiviazione e collaborazione dei documenti disponibili con OneDrive e SharePoint. Il meccanismo è simile a quello già visto in prodotti come Documenti Google, che supporta già il salvataggio automatico dei file: tutti i documenti aperti e creati di recente sono salvati automaticamente offline, nell’apposita cartella omonima.

Altre novità per Word sono legate a funzionalità di collaborazione e condivisione. Gli abbonati a Office 365, grazie a OneDrive o SharePoint, possono condividere un file con i colleghi interni all’azienda o con utenti esterni. Questo consente, ad esempio, a una azienda di collaborare con un fornitore e condividere con lui i documenti di un progetto.

Word in Office 2016

Microsoft ha integrato in Word la possibilità di inserire nuovi tipi di grafici: a cascata (in grado di mostrare un totale parziale man mano che i valori vengono sommati o sottratti), istogrammi, dati per l’analisi di Pareto (usati in ambito statistico), a “scatole e baffi” (Box & Whisker) per mostrare la distribuzione dei dati in quartili evidenziando la mediana e i valori aberranti, e altri ancora.

In Excel sono stati integrati strumenti di collaborazione simili a quelli già visti per Word, permettendo agli utenti di gestire cartelle di lavoro memorizzate su OneDrive e SharePoint. Anche in Excel è possibile creare i nuovi grafici ai quali abbiamo accennato prima, inclusi quelli ad albero, una visualizzazione gerarchica dei dati che consente di individuare facilmente modelli, ad esempio gli articoli più venduti di un negozio e “Sunburst” stile “rosa dei venti”, con gerarchie rappresentate da un anello o un cerchio.

Nell’applicazione dedicata alla produzione e alla gestione di fogli elettronici, sono state integrate le funzioni IFS e SWITCH; la prima controlla se vengono soddisfatte una o più condizioni e restituisce un valore che corrisponde alla prima condizione VERO e può essere usata al posto di più istruzioni SE annidate ed è molto più facile da leggere in presenza di più condizioni; la seconda valuta un valore, chiamato espressione, rispetto a un elenco di valori e restituisce il risultato che equivale al primo valore corrispondente. Se non ci sono valori corrispondenti, verrà restituito un valore predefinito facoltativo.
Office 2016 per Mac
Nell’aggiornamento dell’ultima versione di Office 2016 per Mac, Microsoft ha integrato migliorie anche per Visual Basic for Applications (VBA), espandendo le funzionalità del linguaggio di scripting, anche se non sono ancora supportati tutti i modelli a oggetto delle varie applicazioni che compongono la suite. Per quanto riguarda PowerPoint, anche qui abbiamo strumenti di collaborazione, tracking della revisione dei documenti, auto-salvataggio e altro ancora. È supportata la struttura QuickStarter con diapositive che possono accedere a raccolta di fonti online. Sono state integrate nuove funzioni per ritagliare i filmati, eliminare l’audio o tagliare parti di una clip.

Per quanto riguarda Outlook, al momento l’unica novità nell’applicazione per la gestione di mail, calendario e contatti è il supporto alle emoji nella composizione dei messaggi. Non è chiaro quando l’update sarà disponibile per tutti, ma dopo l’arrivo dell’update nel canale “Office Insider Slow”, solitamente non passa molto tempo per il rilascio dell’aggiornamento in versione definitiva.