fbpx
Home Hi-Tech Finanza e Mercato Per l’antitrust della Russia Apple ha abusato di posizione dominante

Per l’antitrust della Russia Apple ha abusato di posizione dominante

Apple sta affrontando indagini antitrust in diverse nazioni nel mondo: in USA, in Europa ed ora arriva anche una prima condanna dall’antitrust della Russia secondo il quale Apple ha abusato di posizione dominante e ha limitato la concorrenza su App Store.

Le indagini sono iniziate lo scorso anno dopo la segnalazione di Kaspersky Lab alla Federal Anti-monopoly Service, siglato FAS. Il noto sviluppatore specializzato in antivirus e software di sicurezza lamentava la rimozione da parte di Apple della sua app Kaspersky Lab Safe Kids, esistente da circa 3 anni e disponibile su App Store. Il software in questione per il controllo parentale basato su profili utente offriva funzioni per monitorare la navigazione web, l’utilizzo di app e in generale il tempo di utilizzo per minori e bambini.

Secondo Kaspersky Apple ha rimosso questa e altre app di controllo parentale dopo il rilascio di iOS 12 che integra di serie la funzione tempo di utilizzo e altre funzioni simili. Nei mesi successi alla denuncia Apple ha dichiarato che la rimozione delle app in questione era stata decisa per incrementare la sicurezza di iOS e di iPhone, ma la spiegazione non aveva convinto Kaspersky e altri sviluppatori.

antitrust russia appleA distanza di oltre un anno arriva la condanna dell’antitrust della Russia per Apple. Secondo l’autorità «Apple Inc. ha limitato la concorrenza nel mercato delle app mobili basate su iOS e ha abusato della sua posizione dominante rispetto agli sviluppatori di app per il controllo parentale» come segnala Interfax. E ancora «L’azienda si è riservata il diritto di disattivare e bloccare qualsiasi app di terze parti dall’App Store anche se quell’app soddisfaceva tutte le specifiche di Apple».

Nel momento in cui scriviamo però non sono ancora chiare le sanzioni. La FAS dichiara che costringerà Apple a porre rimedio alle violazioni, frase che lascia presupporre l’obbligo di allentare i criteri di App Store per le app di controllo parentale. Un portavoce di Apple ha dichiarato che la società rispetta il FAS ma che non è d’accordo con la sua decisione e che intende perciò presentare ricorso.

Tutti gli articoli di macitynet che parlano di Apple, Finanza e Mercato sono disponibili ai rispettivi collegamenti.

Offerte Speciali

Su Amazon tornano gli Airpods e sono ancora apprezzo minimo: 138,99€

Airpods 2 ad un prezzo “cinese”: 110,69 euro. È il più basso di sempre!

Su Amazon gli AirPods 2 scendono al minimo storico: solo 110,69 euro, il prezzo di discrete cuffiette cinesi
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,704FansMi piace
93,887FollowerSegui