In prova il ricevitore Bluetooth per auto di Mpow, con caricabatterie incluso

0

[banner]…[/banner]

Se volete mettere il Bluetooth in macchina c’è poco da fare. O comprate una nuova autoradio, o cambiate direttamente automobile oppure acquistare un accessorio capace di portare questa tecnologia in auto. Se optate per quest’ultima soluzione date una chance a Mpow MPBH152AB, un interessante prodotto che rappresenta una evoluzione rispetto ad altri concorrenti, più economici e semplificati, questo sia dal punto di vista funzionale che dal punto di vista del fattore di forma.

ricevitore bluetooth mpow

Com’è fatto

L’accessorio è infatti accompagnato da una piastra magnetica ed un caricatore con spina accendisigari dotato di due porte USB, una specifica per il ricevitore Bluetooth, l’altra con uscita da 2.4 A, sufficientemente potente per ricaricare contemporaneamente anche un tablet.

Il caricabatterie incluso è la prima interessante novità di questo ricevitore. Al contrario di altri prodotti simili, infatti, non ha una batteria ma si alimenta direttamente dalla presa accendisigari. Il caricabatterie che troviamo nella confezione, come accennato, è anche in grado di ricaricare un iPhone, un cellulare Android e persino un tablet, visto che è molto potente. Il caricabatterie e l’assenza di una batteria interna, rendono questo “dongle” Bluetooth interessante per chi fa lunghi viaggi in macchina e si troverebbe a malpartito con altri prodotti che sono dotati di una batteria interna che dura poche ore. In pratica una volta collegato alla presa accendisigari, si va avanti ad usarlo finché è necessario, senza preoccuparsi della batteria che finisce.

Il dispositivo vero e proprio è di forma circolare e va collegato all’alimentatore con un cavo lungo complessivamente 90 centimetri che, intorno ai 45 centimetri, si biforca; uno dei due si collega al caricatore tramite spina USB, l’altro termina con una spina audio jack da 3,5 millimetri da inserire nella classica presa AUX (per usare l’accessorio è quindi importante controllare prima che la presa accendisigari non sia troppo distante dall’ingresso AUX).

Il ricevitore, come accennato, è di forma circolare, molto sottile (1,2 centimetri) ed è dotato di tre pulsanti: Fwd e Bwd rispettivamente per passare al brano successivo e precedente, un tasto più grande centrale permette di avviare o fermare la riproduzione musicale e rispondere al telefono nel caso di chiamata in entrata. I controlli sono quindi molto comodi da usare, al contrario di quelli di altri accessori più piccoli in dimensioni che sono molto ravvicinati.

Sul retro è nascosta una calamita che si aggancia alla piastra inclusa nella confezione dotata di adesivo: questa piastra va sostanzialmente agganciata sul cruscotto della macchina avendo cura di posizionarla su di una superficie liscia e abbastanza vicina a noi per poter interagire agevolmente coi pulsanti.

Come va

L’abbiamo provato principalmente in macchina anche se, collegando la presa USB ad un qualsiasi alimentatore in casa (anche il caricatore di iPhone va bene) o ad una batteria d’emergenza, si può usare praticamente ovunque, anche con un vecchio stereo per dotarlo di Bluetooth. Per quanto riguarda l’uso in auto, per il quale è effettivamente progettato, è in grado di trasmettere la musica senza ritardi o latenze di alcun genere. Alla pressione dei tasti la funzione associata si attiva all’istante, mentre lo smartphone collegato in Bluetooth sta sul sedile, nel cruscotto o nella tasca di una giacca.

Mpow MPBH152AB non si limita però soltanto a trasmettere la musica; è anche dotato di un microfono per poter gestire le telefonate in vivavoce. Il pulsante centrale, per fermare o avviare la musica, con una chiamata in entrata si trasforma in un bottone per rispondere al telefono, con la pressione prolungata dello stesso si può invece rifiutare una chiamata in entrata; al doppio click – questo il manuale utente non lo dice – si richiama invece l’ultimo numero contattato.

La voce dell’interlocutore in chiamata si sente molto bene, chiara, forte e pulita senza alcun tipo di interruzione. Generalmente più lontana è invece risultata la nostra voce mentre parlavamo alla guida dell’autovettura con il ricevitore posizionato (nel nostro caso) praticamente sul cruscotto sulla destra del volante. Per farci sentire “forte e chiaro” ci siamo dovuti sporgere un po’ in avanti, o eventualmente staccando il ricevitore dal supporto calamitato ed appoggiandolo sopra le gambe.

Conclusioni

Questo ricevitore fa quel che promette e per via delle dimensioni ridotte è anche una soluzione piuttosto discreta. Un aspetto interessante e un vantaggio rispetto ad altri prodotti simili è che non dipende strettamente dalla presa 3,5 mm dell’Aux In come altri “tutto in uno”. In termini pratici potremo spostarlo in auto dove vogliamo (in accordo con la lunghezza del filo), mentre prodotti concorrenti più economici, devono essere inseriti nella presa di ingresso. In alcune auto questa si trova collocata in posizioni distanti dal guidatore e in alcuni casi addirittura chiusa nel bracciolo o nel cassetto portaguanti, il che rende impossibile fare chiamate in vivavoce.

Prezzo al pubblico

Come anticipato, si tratta di una soluzione decisamente economica: Mpow MPBH152AB si compra infatti su Amazon per 22,99 euro.