Recensione di Blips, kit di lenti che trasformano iPhone in un microscopio

Macitynet prova il kit di lenti adesive di Blips, con quattro diversi ingrandimenti: dalla macro al microscopio, funzionano con qualsiasi smartphone e sono così piccole che entrano nel portafogli

Vi abbiamo già parlato del kit di lenti Blips: sono delle lenti pensate per funzionare con qualsiasi smartphone grazie all’attacco adesivo e capaci di offrire ingrandimenti in qualche caso superiore a qualsiasi kit di lenti fotografiche per smartphone. Le abbiamo provate nelle scorse settimane per un giudizio a trecentosessanta gradi su quello che si è rivelato un prodotto semplice, durevole e di qualità.

La recensione di Blips

Ci sono tre diversi tipi di kit. Il Basic Kit, dove le lenti sono semplicemente adesive. C’è poi il Metal Kit, lo stesso che abbiamo ricevuto in prova, che allo strato adesivo combina un’anima in metallo, molto utile in quanto può mantenere la piegatura quando la si applica sul bordo di uno smartphone. E’ l’ideale con iPhone e altri telefoni dove la fotocamera si trova in un angolo.

L’azienda mette poi a disposizione il Lab Kit che comprende 6 vetrini preparati per guardare subito alcuni piccolissimi particolari, un supporto per mantenere l’iPhone inclinato alla giusta posizione durante l’uso dei vetrini e una piccola torcia LED per illuminare questi ultimi dal basso, garantendo una migliore visibilità durante l’uso delle lenti.

Come sono fatte le lenti

Le lenti vengono vendute all’interno di un cartoncino che si può tranquillamente infilare anche all’interno di un taschino del portafoglio. Si tratta di una soluzione davvero ingegnosa in quanto occupano davvero pochissimo spazio e possiamo trasportarle con estrema facilità quasi dimenticandoci di averle con noi. Nella confezione è inclusa anche una pratica custodia metallica, del tutto simile a quelle che si acquistano per trasportare i propri biglietti da visita, per poter riporre anche due o più set di lenti in un unico scompartimento.

La lente, come dicevamo, è piccolissima: è rappresentata da una sorta di “bolla” sporgente, fissata su una sottile e morbida striscia. La parte centrale di quest’ultima è realizzata in materiale elettrostatico, quindi resta ben salda allo smartphone, mentre i due lembi sono accompagnati da uno strato adesivo di tipo attacca-stacca che assicura una migliore stabilità della lente. Si può attaccare e staccare molte volte, specialmente se si ha cura di pulire il guscio dello smartphone prima dell’applicazione. In ogni caso l’azienda in ogni kit include un set di 10 adesivi di ricambio, per poterli sostituire quando la soluzione adesiva perde la sua forza iniziale (di seguito alleghiamo un video che spiega come sostituirle).

Quattro tipi di lenti

Le lenti a disposizione sono sostanzialmente quattro: Macro Plus (5X), Macro (10X), Micro (20X) e Ultra (33X), ciascuna riconoscibile da un diverso colore della striscia. Per rendere più chiaro il tipo di ingrandimento che assicura ciascuna di esse abbiamo realizzato una galleria fotografando la stessa piccola foglia (di dimensioni 1 x 1 cm) raccolta appositamente per il test.

Il kit microscopio

Di seguito alleghiamo invece una galleria con alcuni scatti realizzati utilizzando la lente Ultra in combinazione con i vetrini pronti del kit Lab.

Con questa lente la distanza minima di messa a fuoco è davvero millimetrica, pertanto è impensabile utilizzarla a mano libera. Per questo l’azienda include nel kit un supporto per tenere leggermente inclinato lo smartphone, tuttavia in mobilità, qualora lo si dimentichi a casa, ci si può attrezzare sul momento anche impilando una sull’altra qualche carta di credito (lo abbiamo provato, funziona).

Consigliamo di utilizzare l’app Smo Blips (per iOS e Android) sviluppata dal produttore in quanto blocca la messa a fuoco in maniera automatica e offre una serie di strumenti utili per sfruttare al meglio le lenti con ingrandimento maggiore con il minimo sforzo.

Conclusioni

Il punto di forza di questo kit è la compatibilità con la fotocamera di qualsiasi smartphone e tablet attualmente in commercio. L’applicazione è immediata e con un po’ di accortezza ciascuna lente si può utilizzare per “settimane” senza mai sentire la necessità di sostituire lo strato adesivo. Chi scrive le ha portate con sé nel portafogli per più di un mese utilizzandole più di dieci volte e ancora oggi la forza dell’adesivo è sufficiente per garantire elevata stabilità per i prossimi utilizzi.

Proprio per la compattezza sono a nostro giudizio la migliore soluzione per scattare foto macro in mobilità. Se è vero che ci sono kit macro piccoli e portatili, nulla è così sottile da poter sparire nel taschino di una camicia come questo kit, e la velocità con cui si può applicare su qualsiasi lente è un valore aggiunto del prodotto. L’unico limite è l’usura dell’adesivo, ma come detto ci sono 10 ricambi in confezione che, se usati con cura, possono garantire un tempo di utilizzo davvero molto lungo. Qualora dovessero terminare anche quelli, l’azienda li vende separatamente per pochi euro.

Prezzo al pubblico

Partendo proprio dagli adesivi di ricambio, un kit da 10 costa solo 1,90 euro.

Il Basic Kit costa 34,90 euro e comprende tutte e quattro le lenti Macro Plus, Macro, Micro e Ultra. Le singole lenti sono vendute per 13,90 euro.

Il Metal Kit costa 32,90 euro e comprende tutte e quattro le lenti Macro Plus, Macro, Micro e Ultra. Le singole lenti sono vendute per 16,90 euro.

Il Lab Kit costa 49,90 euro nella versione base (con lenti Micro e Macro incluse), mentre 59,90 euro nella versione Ultra che include una terza lente Ultra.

L’azienda sta allestendo il negozio anche su Amazon, dove trovate il kit Metal con lenti Macro e Macro Plus a 22,90 euro.