Recensione Inateck AL2011, il caricatore da auto con cavo Lightning incorporato

Macitynet mette alla prova Inateck AL2011, un caricatore per auto con 2 USB ed un cavo Lightning incorporato per la ricarica di un terzo dispositivo Apple: ecco come va

Recensione Inateck AL2011

I caricatori con una o più prese USB con spina per l’accendisigari dell’auto spesso differiscono soltanto per il numero di uscite USB, per le dimensioni e per i materiali con cui sono realizzati. Di norma non ci sono differenze per l’uso che se ne intende fare in quanto è sufficiente collegare il giusto cavetto per ricaricare iPhone, iPad, smartphone e tablet Android o Windows Phone, batterie d’emergenza, torce, lettori MP3 e tutti gli altri dispositivi.

L’Inateck AL2011 che abbiamo provato di recente, sebbene non abbia restrizioni in termini di compatibilità con i vari dispositivi che può ricaricare, è specificamente pensato per chi ha sicuramente almeno un prodotto Apple di ultima generazione. Questo perché, oltre alle uscite USB classiche, ha un cavo Lightning incorporato che permette di ricaricare iPhone, iPad e iPod senza dover maneggiare cavi e cavetti, in pratica è una soluzione 2-in-1 che non ha bisogno di nient’altro per funzionare.

All’interno della confezione di vendita troviamo, oltre al prodotto ed al manuale utente, anche un cavo microUSB, utile eventualmente per ricaricare una batteria d’emergenza o un dispositivo dotato di tale ingresso senza dover acquistare altri cavi. Basta quindi lasciare nel cassetto portaoggetti entrambi i prodotti per avere la certezza di poter ricaricare qualsiasi dispositivo senza rimpiangere di aver lasciato il cavo originale a casa.

Il caricatore per dimensioni è nella media (13 x 8 x 4 centimetri circa). Di particolare ha la “testa” con copertura gommata che permette di infilarlo e sfilarlo dalla presa accendisigari con più facilità, anche prendendolo con due sole dita. I contatti sono molto buoni, solidi e non a molla come quelli di altri caricatori di bassa qualità, quindi una volta infilato non salterà via improvvisamente interrompendo la ricarica dei dispositivi. Anche il cavo Lightning incorporato non è da meno: la copertura del connettore è molto piccola, leggermente più grande solo del cavo originale Apple, la guaina del cavo è invece leggermente più spessa ed apparentemente resistente alle torsioni, da tutta l’impressione di poter durare nel tempo anche se lo si flette più e più volte. C’è anche un piccolo nastro con chiusura a strappo che scorre lungo il cavo e permette di arrotolarlo prima di riporlo evitando che si srotoli nel portaoggetti, annodandosi intorno ad altri accessori.

Per ovvie ragioni costruttive non abbiamo potuto verificare la potenza del cavo Lightning con il nostro amperometro USB digitale, tuttavia il produttore dichiara 2,4 A per il cavo Lightning e 2,1 A per ciascuna delle due uscite USB supplementari. Anche collegando due tablet ed un iPhone 6 Plus con il cavo incorporato, il telefono si è ricaricato allo stesso modo e con gli stessi tempi che spuntiamo con altri caricatori in casa, quindi certamente assicura 1,8-2 A di uscita durante la ricarica. La stessa cosa vale per le due prese da 2,1 A, che raggiungono quasi il massimo di assorbimento con qualsiasi prodotto Apple che si trova intorno al 10-15% di ricarica residua.

Recensione Inateck AL2011

L’unica perplessità l’abbiamo avuta per il cavo Lightning incorporato, che si trova agganciato su un lato della testa del caricatore. Dopo un paio di settimane di utilizzo quasi quotidiano, non curandoci minimamente dell’accessorio – quindi maltrattandolo a dovere – ci siamo accorti di aver piegato forse troppo il cavo proprio in prossimità del punto in cui è collegato al caricatore. Bisognerà quindi prestare un po’ di cura nel maneggiare il dispositivo. Nella foto in galleria potete dare un’occhiata al punto in cui il cavo si è piegato forse un po’ troppo: c’è comunque da dire che nonostante ciò il cavo ancora oggi continua a ricaricare i dispositivi collegati senza alcun problema.

Il prezzo di vendita, di 20,99 euro, è interessante specialmente se consideriamo che nella confezione è compreso un caricatore con cavo Lightning incorporato ed un cavo microUSB supplementare. Acquistare un caricatore con 3 USB e due cavetti (Lightning e microUSB) costerebbe senz’altro molto di più visto che, il solo cavo originale Apple, costa quanto tutto il kit.