Recensione Momit Cool: controllare a distanza il condizionatore per caldo e freddo

Il caldo dell’estate è ormai un ricordo ma controllare a distanza un apparecchio di condizionamento è utile anche per l’inverno sia in assenza di altre fonti di riscaldamento sia in loro presenza. Macitynet ha messo alla prova la soluzione di Momit che porta sul vostro smartphone o tablet iOS e Android controllo remoto, programmazione giornaliera e geofencing.

Una forma particolare

Automatizzare l’accensione e lo spegnimento di un condizionatore non è di per se una operazione difficile grazie alla programmabilità dei telecomandi in dotazione ma l’operazione è spesso lunga e tediosa e sopratutto non vi risparmia accensioni indesiderate e prolungate o non vi permette di pre-riscaldare o pre-raffreddare gli ambienti quando decidete di occuparli fuori dall’orario prestabilito.

Momit cool rappresenta una soluzione immediata per l’installazione e la gestione che, pur accettando qualche compromesso, riesce a offrirvi un sistema pratico ed elegante per il controllo remoto del condizionatore.

La confezione

Nella confezione troviamo il POD che fa da ricevitore/emettitore a raggi infrarossi e che comunica direttamente con i diversi modelli di condizionatore, il gateway con presa Ethernet e presa micro-USB per la connessione all’alimentatore in dotazione (simile a quello di iPhone ma di colore nero), il cavo micro-USB/USB e infine un cavetto giallo per il colletamento ethernet al router.

momit cool

Il pod è un parallelepipedo triangolare con gli angoli curvati e il logo “m” inscritto in un rombo dietro al quale spunta una luce-alone blu quando è attivo, sul retro troviamo già collocato con adesivo 3M un maschio e femmina di Velcro bianco che ci servirà per attaccare e staccare il pod dal condizionatore; il gateway è un semplice scatolotto nero con una presa USB micro (per l’alimentazione) ed una Ethernet per il collegamento al router (grazie al corto cavo giallo in dotazione).

Sul gateway trovano posto 3 luminossisime spie che rivelano accensione, collegamento ad internet ad un o più pod esterni che possono essere gestiti dalla stessa centrale con risparmio di corrente, adattatori vari, imgombri etc. Non è previsto un collegamento Wi-Fi tra gateway e il vostro router.

L’installazione di Momit Cool

La procedura di installazione è il punto di forza di Momit Cool: basterà connettere il gateway a USB e alimentatore e al proprio router con presa ethernet disponibile e scaricare l’applicazione su App Store e Play Store cercando “momit cool”. SI lancia l’applicazione, ci si registra sul sito Momit e poi si attiva il riconoscimento dei dispositivi, prima gateway e poi il pod, attraverso il loro QR Code o l’inserimento del numero seriale.

Da questo punto in poi è possibile configurare i comandi remoti scegliendo dapprima se il nostro condizionatore gestisce caldo e freddo e poi seguendo le tracce fornite a schermo (in italiano) che guidano alla configurazione.

Come abbiamo detto il sistema (almeno al momento) gestisce soltanto temperatura e accensione e spegnimento: la gestione dello “swipe” della ventola è affidata alla prima volta che regoliamo il condizionatore. Non c’è possibilità di attivare la deumidificazione o altre caratteristiche specifiche dei vari modelli.

Qui sotto trovate la sequenza dei comandi necessari per partire da zero.

Il software

Il software è molto gradevole e ci permetterà di gestire le impostazioni di base del condizionatore e renderà più semplice la progammazione. Visto che l’installazione non prevede la gestione di parametri particolari l’accesso alle regolazioni è immediato e prevede anche l’installazione di ricevitori-pod secondari tutti gestiti dal gateway principale.

Purtroppo durante la fase di installazione siamo incorsi in alcuni errori di comunicazione con il software (tradotto quasi completamente in italiano) che non hanno impedito comunque di arrivare al termine della configurazione del pod e del gateway.

L’uso del QR Code a bordo delle due componenti semplifica enormemente la fase iniziale e permette l’abbinamento senza problemi: da lì in poi si potrà procedere con le impostazioni e la regolazioni che vedete passo passo nella nostra galleria di immagini.

E’ da notare che il software di Momit Cool prevede più dispositivi collegati ad un unico gateway e, visto il costo del singolo pod senza gateway di 75 Euro l’acquisto di ricevitori secondari è molto conveniente e permette di gestire anche un ufficio o una abitazione con in sistema di climatizzazione complesso. Il limite delle macchine gestibili è di 20 e per ognuna possiamo gestire una programmazione ad hoc sia dal nostro smartphone sia da quello degli utenti invitati che possono essere i singoli occupanti di una stanza degli uffici o dell’intera abitazione. Possiamo inoltre gestire la presenza nella stanza relativa al singolo climatizzatore e questo ci permetterà un ulteriore risparmio nella gestione.

Inoltre la regolazione prevede anche la gestione dell’isteresi e cioè del tempo di risposta dell’impianto alla misura della temperatura richiesta ed una compensazione della temperatura del comando remoto rispetto a quella valutata dal telecomando già in dotazione in modo da avere una misurazione di riferimento e di confort comune.

Al lavoro

Come è nostra consuetudine abbiamo provato Momit Cool per qualche settimana con una installazione singola e dobbiamo dire che ha risposto perfettamente alle nostre esigenze almeno in termini di accensione e spegnimento remoto e di gestione della temperatura di confort. L’interfaccia è gradevole e la risposta pressochè immediata anche in remoto.

Comoda anche l’opzione che ci permette di vedere le ultime statistiche sull’andamento della temperatura nella stanza.

Per le regolazioni particolari come il funzionamento della ventola e alcune funzionalità come la deumidificazione bisogna comunque sempre rivolgersi al telecomando in dotazione al climatizzatore.

Tra l’altro le “mezze stagioni” sono quelle in cui è più comodo avere una programmazione ad hoc per singolo giorno o una accensione su richiesta vista la variabilità delle condizioni meteorologiche sia che la richiesta sia di raffreddamento che di riscaldamento aprofittando delle caratteristiche delle moderne pompe di calore che lavorano ancora in efficienza sopra i 5-8 gradi esterni.

Pro

Prezzo di ingresso economico, espandibile con moduli aggiuntivi a basso prezzo, facilissimo da installare

Contro

Software ancora con qualche baco e qualche mancanza, necessita di collegamento diretto a router

Conclusioni

La soluzione di Momit è l’ideale per chi vuole installare in pochissimo tempo un sistema di controllo remoto per caldo e freddo per il condizionatore attraverso lo smartphone. Si limita a controllare temperatura e accensione (non potete gestire deumidificatore o altre opzioni). Grazie al controllo dell’isteresi e la correzione della temperatura può garantire un funzionamento corretto ed è in grado di gestire pure il geofencing e programmazioni differenziate giorno per giorno. E’ necessario avere un router con collegamento Ethernet nella stessa stanza per il gateway oppure non molto lontano dal pod infrarossi. Per chi si accontenta di un controllo non estensivo di tutti i parametri può essere una scelta molto interessante per il rapporto prezzo/prestazioni. Ci auguriamo che momit rimedi presto ai bachi dell’applicazione in italiano e attivi la sezione dedicata al risparmio energetico che comunque è già tangibile visto che il condizionatore ha maggiori e più flessibili possibilità di programmazione.

Prezzo al Pubblico

Il kit con il gateway ed un modulo di comando costa 125 Euro al pubblico IVA compresa, i pod aggiuntivi costano 75 Euro IVA compresa cadauno. Momit è distribuita per il mondo Apple da Attiva e si può trovare presso gli APR Apple o anche online su Amazon.