fbpx
Home Hi-Tech Android World Recensione Realme X50 Pro: il top di gamma quasi perfetto, al prezzo...

Recensione Realme X50 Pro: il top di gamma quasi perfetto, al prezzo più basso

Da qualche tempo il nome Realme non è più sconosciuto al popolo Android. Il brand ha iniziato a farsi strada anche in Italia già da tempo, con una strategia di mercato che ricorda quella di colossi cinesi che hanno fatto la recente storia, come Huawei, Xiaomi e OnePlus.

Con prezzi competitivi, una qualità costruttiva stellare, e caratteristiche top di gamma, Realme X50 Pro si candida ad essere il terminale da acquistare per questo 2020, per tutti colori che desiderano la massima potenza, senza spendere cifre folli. Ecco cosa ci è piaciuto di questo smartphone, e cosa invece non abbiamo gradito, e cosa ancora potrebbe migliorare.

Anzitutto l’estetica. Realme X50 Pro non fa nulla per risultare uno dei terminali più originali di questo particolare periodo storico. A dire il vero questa mancanza di originalità poco o nulla può influire sul giudizio complessivo dello smartphone. Al giorno d’oggi se ne sono visti, è proprio il caso di dirlo, di tutti i colori e di tutte le forme. E così, se questo dispositivo risulta essere non troppo originale, è il caso di farsene una ragione, e non star troppo a sottolineare come sia somigliante a quello, o a quell’altro smartphone.

Recensione Realme X50 Pro

X50 Pro è ben costruito, molto saldo in mano, e con le due colorazioni Moss Green e Rust Redm, riesce comunque a farsi notare. La parte frontale, dove spicca l’immenso display Super AMOLED a 90 Hz, viene interrotta soltanto da una doppia camera selfie, incastonata all’interno dello schermo, nell’angolo in alto a sinistra. A parere del sottoscritto la doppia configurazione della camera anteriore all’interno del display non risulta essere la soluzione più valida a livello estetico, ma dopo qualche giorno di utilizzo ci si fa l’abitudine, permettendo a questo foro di scomparire quasi totalmente.

Recensione Realme X50 Pro

Sulla cornice sinistra del terminale sono presenti i tasti del volume, mentre su quella destra si trova il tasto standby, accensione/spegnimento. Sulla parte bassa griglia altoparlante, vano Nano-Sim e ingresso USB-C, mentre la parte superiore è pressoché sgombra. Sulla parte posteriore una fotocamera con 4 obiettivi, disposti a semaforo, un po’ in stile iPhone X, con un flash LED che si posiziona al fianco. Esteticamente, sebbene il numero delle fotocamere sia importanti, è piuttosto apprezzabile, complice anche la grandezza del terminale stesso, che ben distribuisce i diversi sensori.

Recensione Realme X50 Pro

Realme X50 Pro, dal punto di vista estetico, è un terminale come tanti altri. Nell’etichettarlo così, ovviamente, non vi sono necessariamente note di negatività: è un bel terminale, assemblato in modo magistrale, che di certo non spicca per originalità. Quello che non possiamo tacere, però, è il dato dimensionale: 207 grammi di peso, per 158.96mm di altezza. 74.24mm di larghezza e ben 9.37mm di spessore. Il dato più sconfortante, tra questi, è certamente quello dello spessore di quasi 1 cm.

Recensione Realme X50 Pro

Specifiche tecniche

Se si guardasse soltanto alla scheda tecnica del terminale, non ci sarebbe davvero alcun motivo per non sceglierlo, soprattutto a fronte del prezzo di partenza di 599 euro. Il dato che salta subito all’occhio è il processore Qualcomm Snapdragon 865 5G, il più evoluto attualmente sul mercato. Si tratta di una CPU a 7nm EUV, Octa-core, con una clock fino a 2.84GHz. E’ affiancata da una GPU Adreno 650 e un AIE Qualcomm AI di quinta generazione. A far risaltare ancor di più la scheda, la dotazione della RAM, da 8 o 12 GB a seconda della variante prescelta, con ROM da 128GB o 256GB.

Recensione Realme X50 Pro

Tra le altre specifiche degne di nota la batteria, non tanto per i suoi 4200 mAh dichiarati, ma per la velocità di ricarica rapida a 65W, con un caricatore incluso in confezione da 10v/6.5, naturalmente con cavo USB Tipo C. Il produttore dichiara una ricarica dallo 0 al 100% in appena 35 minuti, dato che possiamo confermare pressoché in toto dopo numerosi test. Impressionante!

Recensione Realme X50 Pro

Il modello da noi in prova è quello da 12 GB di RAM, e considerando le caratteristiche tecniche sopra descritte è facile comprendere come si comporta il dispositivo nell’uso quotidiano. Semplicemente una scheggia. Quale che sia l’operazione richiesta, questa viene svolta all’istante: che si tratti di navigazione web, piuttosto che di eseguire una qualsiasi app, o un qualsiasi gioco. Il passaggio dall’una all’altra, così come la navigazione della UI è tra le più veloci di sempre. Questo non deve assolutamente stupire, considerando l’hardware di cui è dotato. In tutto questo anche il sensore sotto schermo funziona egregiamente, con tempi di reazione particolarmente vicino ai sensori fisici.

Recensione Realme X50 Pro

Qualsiasi azione, insomma, viene portata a termine dal dispositivo con la massima velocità, e il minimo sforzo. Il display aggiunge, poi, quel tocca da top di gamma, grazie alla tecnologia Super AMOLED e ad una frequenza a 90Hz. Il display è una delle caratteristiche migliori del dispositivo, anche se abbiamo notato un sensore di luminosità un po’ pigro in alcune circostanze nell’utilizzo quotidiano. In alcuni casi abbiamo dovuto regolare manualmente la luminosità dello schermo, perché assolutamente non in linea con le condizioni di luce ambientale.

Recensione Realme X50 Pro

Per quanto riguarda la rete, poi, Realme X50 Pro 5G si affida alla frequenza sub-6GHz per la connettività 5G, il che significa che funziona perfettamente in Europa. Avere un telefono 5G con queste specifiche a un prezzo inferiore a 600 è certamente un dato notevole e l’X50 Pro 5G è il primo in questo palcoscenico dei top di gamma a prezzo ridotto. Non manca, poi, nemmeno il supporto al WiFi 6, che supporta velocità di download fino a 9,6 Gbps.

Fotocamera

Sulla carta anche il reparto fotografico di  X50 Pro 5G non sembra scendere a compromessi. Sulla parte posteriore, infatti, insiste una fotocamera principale da 64 MP, un grandangolo da 8 MP, un teleobiettivo da 12 MP 2x e una fotocamera con profondità monocromatica da 2 MP. Il comparto fotografico non si traduce, nell’uso quotidiano, in un risultato eccellente. X50 Pro di Realme scatta delle foto buone, né più, né meno. Da un lato, sempre in considerazione del prezzo di listino, e delle caratteristiche offerte, non si può che rimanere contenti, ma dall’altro ci si poteva aspettare quel qualcosa in più, che avrebbe di diritto fatto entrare questo dispositivo nell’olimpo degli smartphone.

Recensione Realme X50 Pro

Con una buona illuminazione si ottiene una buona gamma dinamica, precisione del colore e nitidezza. Tuttavia, non appena le condizioni di luce peggiorano, X50 Pro mostra i suoi primi limiti. A questo indirizzo vi abbiamo mostrato, senza alcun tipo di filtro, come scatta le foto questo terminale.

In molte occasioni, quelle alla luce del sole, le foto propongono buoni dettagli e una buona resa complessiva, anche se a tratti alcuni colori sembrano leggermente spenti. Per ottenere, invece, colori più saturi si dovrà fare ricorso alla opzione di intelligenza artificiale.

L’X50 Pro 5G può scattare foto con zoom 20X, anche se solo digitale. Ciò significa che le immagini 20X finali sembrano avere un filtro in stile cartoon. In queste occasioni, i dettagli ripresi con lo zoom sono pochi.

Per quanto concerne il lato selfie, invece, nella parte anteriore trovano posto il sensore selfie IMX616 da 32 MP e una fotocamera selfie grandangolare da 8 MP. Questo kit di fotocamere riesce a scattare certamente selfie di buona fattura, anche se l’HDR non sembra raggiungere una gamma dinamica eccezionale.

C’è anche un significativo calo di qualità dell’immagine quando si passa dalla fotocamera selfie standard a quella ultra-wide. Il secondo tipo di scatto introduce più rumore, così che in giornate particolarmente cupe o nuvolose, sarà meglio utilizzare uno scatto di tipo standard.

Nel complesso si può rimanere soddisfatti del versante fotografico di questo terminale, soprattutto per le foto in condizioni di luce favorevole. Non eccelle, ma del resto il prezzo di listino doveva imporre qualche piccolo compromesso in qualche settore.

Abbiamo anche testato lo Zoom di questo terminale, e negli scatti che seguono vi mostriamo una sequenza di foto scattate a 0,5x, 1x, 2, e 5x:

Zoom:

E ancora:

Alcuni esempi di foto Macro:

Realme X50 Pro, come scatta le foto

Recensione Realme X50 Pro

Realme UI

Promosso anche il lato software di questo terminale, benché la RealmeUI non possa di certo considerarsi tra le interfacce grafiche collaudate, essendo di giovane fattura. Il terminale fonda l’esperienza utente su Android 10. Il sistema rende una sensazione di modernità in tutti i reparti: dall’area di notifica, al menu delle impostazioni e al cassetto delle app, sebbene tutti sembrino particolarmente vicini alla versione stock. Importante notare come Realme abbia optato per una riduzione ai mini termini dei bloatware preinstallati.

Recensione Realme X50 Pro

Il sistema gode di una certa cura in tutti i reparti, con possibilità di modificare anche lo stile delle icone, sebbene la personalizzazione in tal senso non sia completa, perché manca ad esempio la possibilità di utilizzare icone terze parti sul launcher di sistema.

Autonomia

Nonostante la batteria da 4200 mAh faccia storcere il naso sulla carta, considerando che il peso del terminale da 207 grammi lasciava presagire una potenza nominale maggiore, durante l’utilizzo nel quotidiano ci siamo dovuti ricredere. Il terminale ha un’ottima autonomia, e porta tranquillamente a sera, con una buona dose di percentuale residua. Peraltro, in questi giorni di utilizzo particolarmente intenso non lo abbiamo risparmiato sotto alcun aspetto, facendone un uso massiccio in qualsiasi settore: dalle telefonate particolarmente frequenti alle notifiche continue, provenienti da mail e app di messaggistica istantanea. Lo abbiamo stressato anche dal punto di vista videoludico, e non ci ha mai deluso. Se a questo si aggiunge il fattore velocità ricarica, ben si comprende come X50 Pro sia un terminale che non vi abbandonerà mai sul momento del bisogno.

Conclusioni

Realme X50 Pro 5G è attualmente il vero top di gamma economico. Adesso che altri competitor hanno abbandonato la formula “dei top low cost”, X50 Pro è l’unico nella scena ad avere un prezzo di partenza così basso, e a proporre caratteristiche tecniche di un certo livello. E’ un fulmine nell’uso quotidiano, così come nella ricarica. Scatta foto buone, anche se non al pari di altri concorrenti molto più costosi, e nel complesso è lo smartphone da preferire se avete un budget è di 500 euro. Questo, sempre che accettiate peso e misure non indifferenti.

PRO

  • Ben costruito
  • Caratteristiche tecniche al top
  • Prezzo
  • Un fulmine nell’uso quotidiano
  • Ricarica fulminea
  • Autonomia
  • Touch ID sotto schermo preciso e veloce

CONTRO

  • Pesante e spesso
  • Foto al buio

Prezzo e disponibilità

Realme X50 Pro propone un prezzo di listino a partire da 499 euro nella variante con 8GB di RAM e 128 GB di memoria integrata non espandibile. La versione 8 GB+256 GB costa 669,90 euro, mentre la versione 12 GB di RAM e 256 GB di ROM viene proposta a 749,90 euro.

Offerte Speciali

MacBook Air 512 GB ancora più giù: solo 1318 €, risparmiate oltre 200€

MacBook Air 512 GB da rubare, 1269 euro: risparmiate 260 euro!

Su Amazon comprate ancora il nuovo MacBook Air da 512 GB al prezzo più basso di sempre: solo 1269 euro invece che 1529. Prezzi convenienti su tutti i colori e consegna veloce.
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,533FansMi piace
94,211FollowerSegui