Recensione TP-Link M7350, access point 4G senza compromessi

TP-Link M7350 è un modem mobile per navigare in 4G senza alcun compromesso: funzioni da top di gamma, veloce, flessibile e facile da configurare. In vendita su Amazon temporaneamente in sconto a 89 Euro.

Quando si acquista una nuova SIM per la navigazione dati la prassi degli operatori oggi è quella di abbinare anche un modem per navigazione, il che offre un più agevole uso della stessa, potendola condividere tra più device, cosa che può essere possibile anche dall’interno di un Tablet ma con costi, alle volte, aggiuntivi. Tutti i principali operatori oggi propongono un modem 4G brandizzato ad un costo davvero contenuto: noi abbiamo voluto però testare una scheda dati, nella fattispecie una scheda Vodafone, con un modem di terze parti come il TP-Link M7350. Questo modello offre sulla carta una serie di caratteristiche maggiori di quello standard degli operatori, come un numero più alto di device supportati, un display (mentre per gli altri è disponibile solo una App) e uno slot di memoria interna: tuttavia queste non sono le uniche sorprese che abbiamo riscontrato per una esperienza di navigazione ben superiore e la netta sensazione che il prezzo maggiore sia giustificato e assolutamente valido per chi ha bisogno di navigare senza compromessi.

Un TP-Link tutto nero, con display

Le dimensioni contenute del piccolo modem M7350 sono la prima cosa che si percepisce appena fuori tirato fuori il dispositivo dalla scatola: i bordi curvati lo rendono adatto al trasporto non sono all’interno di una borsa, ma anche in tasca: la forma è semplice, una piccola saponetta nera con un display, un pulsante e un connettore MicroUSB per la ricarica, niente più. Prima di accenderlo il libretto di istruzioni mostra come aprire la parte inferiore e installare la SIM e, eventualmente, una microSD (sino a 32GB di dati) per la condivisione dei file tra tutti i device del network. L’installazione, va detto, è alla portata di tutti, basta seguire le istruzioni ma è necessaria una certa attenzione, perché la plastica della parte inferiore ci è sembrata sin troppo morbida.

Una volta acceso il device, basta collegarsi al network predefinito (i dati di default sono ben visibili appena sotto lo slot di installazione della SIM) e da lì iniziare la navigazione oppure, come nel nostro caso, personalizzare il tutto un network e una password personale.

Ovviamente il TP-Link è pensato per adattarsi a tutti gli operatori, che a loro volta sono tenuti a dare i dati essenzali per il funzionamento (nel nostro caso, il servizio assistenza di Vodafone è stato molto gentile, ad ogni modo l’unico dato importante è l’indirizzo APN che per l’Italia è web.omnitel.it, come si può vedere negli screen sotto). L’M7350 dispone di una doppia banda di frequenza, a 2,4 e 5 Ghz, selezionabile a piacere dall’utente nelle impostazioni, che sono tutte gestibili sia attraverso la pagina web tplinkmifi.net sia attraverso l’App tpMiFi.

Interessante il display del TP-Link, che riporta i dati essenziali come il nome dell’operatore, il livello di batteria ma soprattutto i dati di navigazione, come il numero degli utenti connessi e il consumo in tempo reale. La navigazione da display è possibile tramite i due pulsanti (uno grande centrale e un secondo appena sopra il display), anche se il numero e il tipo di menu sono davvero esigui.

L’App a sua volta è sempice e minimalista, ma chiara e intuitiva.