Recensione Yi Car Cam, la dash camera con assistente di guida

Macitynet prova Yi Car Cam, una dashcam per auto facile da installare e subito pronta all’avvio dell’auto: integra la funzione ADAS e registra fino a 2K @30 fps

Nelle scorse settimane abbiamo provato Yi Car Cam, una dash camera per auto molto facile da utilizzare, complice un’interfaccia utente chiara e un ampio schermo sul retro per gestire comodamente tutte le varie funzioni.

Com’è fatta

Esteticamente ricorda una comune action camera. Dalla forma rettangolare (7.3 x 5 x 2 centimetri), incorpora uno speaker sul fondo, molto utile per poter ascoltare i suoni ambientali registrati dal microfono e le indicazioni dell’assistente di guida integrato. Da un lato troviamo l’ingresso microUSB per l’alimentazione e un pulsante per il Reset, dall’altro lo slot microSD per l’archiviazione delle registrazioni (supportate fino a 64 GB classe 10 formattate in FAT32).

Sul bordo superiore c’è l’aggancio proprietario per la clip da parabrezza inclusa in confezione (si attacca al vetro tramite adesivo 3M) mentre sul retro c’è un ampio schermo LCD da 2.7 pollici risoluzione 960 x 240 pixel, accompagnato da quattro pulsanti per la gestione del menu. La fotocamera sporge di 1 centimetro. Si tratta di una camera ultra-grandangolare con angolo di campo 165° e apertura di diaframma f/1.8.

Come funziona

Cominciare ad utilizzarla è semplicissimo. Dopo aver fissato il supporto al parabrezza è sufficiente agganciare la dashcam ad esso, quindi collegare il cavo microUSB alla presa accendisigari dell’auto per mezzo dell’apposito caricatore incluso in confezione (o qualsiasi altra presa USB, purché eroghi almeno 1A). La dashcam si accenderà automaticamente ed avvierà subito la registrazione video (purché sia inserita una microSD).

Prima configurazione

Al primo avvio è consigliabile impostare in vari parametri in base alle proprie esigenze. Con un click del tasto ON/OFF si accede al pannello Impostazioni. Qui possiamo decidere la risoluzione dei filmati registrati, tra HD a 720p @30fps, Full HD a 1080p @30 fps oppure @60 fps, o 2K @30 fps. Si può attivare o disattivare il microfono, regolare la sensibilità dell’accelerometro, decidere il timeout di standby del display (tra 0–1–5–10 minuti), attivare o disattivare l’assistente stradale ADAS, attivare o disattivare il WiFi per il controllo remoto via smartphone, formattare la microSD, regolare data e ora, suoni, volume e ripristinare le impostazioni di fabbrica.

Yi Car Cam

Come va

Di seguito alleghiamo una clip di un breve percorso registrato dalla nostra redazione con la Yi Car Cam.

La dascam non registra un unico filmato ma lo divide in clip .mp4 da 3 minuti ciascuna. Nel caso di registrazione video in Full HD @30fps come nell’esempio qui sopra riportato in peso di ciascuna clip è di 350 MB circa. Nel momento in cui la memoria della microSD è piena, il sistema cancellerà automaticamente le clip più vecchie per far posto alle nuove.

Una delle funzioni di punta della dashcam è il sistema ADAS, acronimo di Advanced Driver Assistance Systems. Si tratta di una nuova tecnologia che troverà posto in futuro nelle auto a guida autonoma in quanto permette di riconoscere quel che succede nell’ambiente circostante per poter mantenere una guida comoda e sicura.

Qui ovviamente la dashcam non ha il controllo di acceleratore, freno e volante, quindi non frenerà al nostro posto né svolterà o cambierà corsia prendendo il controllo della guida. Il sistema però è ad esempio in grado di riconoscere la distanza che intercorre tra la nostra auto e quella che ci precede, avvisandoci con un messaggio vocale “Keep a safe distance please” nel caso in cui non dovessimo mantenere la giusta distanza di sicurezza.

Si tratta di una funzione disattivabile manualmente ma che può effettivamente rivelarsi utile nei lunghi viaggi, quando la stanchezza potrebbe portare a maggiori distrazioni. Specialmente se si viaggia da soli può essere un buon segnale per evitare situazioni pericolose.

Yi Car Cam

L’applicazione per smartphone

Grazie al modulo WiFi è possibile controllare la dashcam anche dallo smartphone. L’applicazione si chiama Yi Dashcam ed è disponibile gratuitamente sugli store per dispositivi iOS e Android.

L’abbiamo provata su iPhone. L’interfaccia utente è molto semplice: ci sono sostanzialmente tre schede, una per guardare in tempo reale ciò che viene registrato dalla dashcam, uno per accedere ai file registrati e l’ultimo pannello è dedicato alla regolazione delle impostazioni. L’applicazione è localizzata in italiano anche se la traduzione di alcune voci di menu lascia un po’ a desiderare, tuttavia risultano comunque abbastanza chiare.

Il software è molto comodo specialmente se si desidera scaricare le registrazioni sullo smartphone: basta un click per trasferire le clip tramite wireless per poterle eventualmente condividere nelle applicazioni preferite.

Yi Car Cam Yi Car Cam

Conclusioni

Yi Car Cam è una dashcam semplice da installare e ancor più da utilizzare nel quotidiano. Si può infatti decidere di lasciarla collegata all’auto tutto il tempo e lasciare che si accenda automaticamente avviando la registrazione video non appena gireremo la chiave e metteremo in moto l’automobile. Ci si può quindi dimenticare di averla installata, potendo però essere certi di avere le ultime registrazioni pronte all’uso in caso di sinistro.

Prezzo al pubblico

Yi Car Cam è anche piuttosto economica: su Amazon la troviamo in vendita a 49,99 euro.