Recensione Yi Lite, ecco la versione economica della Yi 4K

Macitynet prova Yi Lite, la camera economica di Yi, identica nell’aspetto alle top di gamma, ma con una piacevole sorpresa all’interno della confezione.

Se il brand Yi è spesso associato ad action cam di ottima fattura ma anche più costose, di fatto quindi in tutto e per tutto rivali di GoPro, come Yi 4K e Yi 4K+, da oggi qualcosa inizia a muoversi in senso opposto. La società cinese, infatti, ha in questi giorni rilasciato Yi Lite, l’action cam economica, che riprende linee, forme ed alcune caratteristiche delle sorelle maggiori di fascia alta.

Unpacking

Che ci si creda o no, Yi Lite migliora qualcosa rispetto alla più costosa Yi 4K: il contenuto della confezione. A differenza della sorella maggiore, che viene venduta nuda e cruda, senza accessori (salvo acquistato di bundle specifici), Yi Lite arriva a casa con la sua custodia subacquea, certificata fino a 40 metri. Si tratta di un accessorio praticamente indispensabile, perché rende più versatile la camera, potendo sfruttarla in piscina o al mare. Peraltro, altra nota positiva, è data dal fatto che il case subacqueo risulta assolutamente compatibile con la Yi 4K, che si presenta esteticamente identica, con le stesse identiche misure, pari a 65mm x 30mm x 42mm.

Oltre alle misure, Yi Lite condivide con Yi 4K  gran parte dell’estetica. Si presenta, anzitutto, con una forma leggermente allungata in linea orizzontale, anche per fare spazio all’ampio display da 2 pollici touch screen presente sul retro, che rappresenta uno dei valori aggiunti della camera, sul quale si tornerà successivamente. Sulla parte superiore speaker e tasto multifunzione, per accendere e spegnere la cam, ma anche per scattare foto o iniziare a registrare. Sulla parte bassa lo sportellino per accedere alla batteria e anche alla MicroSD. Parte frontale, invece, minimale, con un LED luminoso e il sensore. Sulla parte bassa è poi disponibile la classica filettatura 1/4 per poter agganciare un classico treppiede, o accessori simili.

Insomma, minimale, elegante e dal design assolutamente moderno, identica, quasi totalmente, alla Yi 4K che come accennato è più costosa. Come per la sorella maggiore, dunque, reparto estetico promosso a pieni voti.

Caratteristiche tecniche

La camera pesa 72 grammi comprensiva di batteria. Presenta una lente a 150 con ultra wide angle , apertura F2.8. Sul retro uno schermo touch screen da 2 pollici, meno rifinito rispetto a quello della Yi 4K, ma sempre funzionale, in grado di rispondere perfettamente ai tocchi e agli input dati. Il touch screen funziona molto bene e con semplici slide a schermo sarà possibile passare rapidamente dalla modalità foto a quella video, così come molto semplici da navigare sono i menù. E’ certamente un bene che il touchscreen risponda in modo preciso ai comandi, perché le opzioni da poter attivare e i  menù da navigare sono davvero tanti. Sarebbe stato difficile e scomodo dover navigare l’interfaccia con pulsanti esterni al display: lo schermo tattile, invece, aiuta molto nell’utilizzo quotidiano.

Il processore principale montato a bordo è un Hisilicon Hi3556V100, mentre il sensore da 16MP è il Sony Exmor R CMOS BSI. Come la sorella maggiore la Yi Lite è in grado di registrare video 4K, anche se solo a 15 FPS. Con risoluzione 1440 arriva ad un frame rate di 30, ma è inutile negare che la risoluzione più adeguata  di questa camera è quella Full HD, con il supporto dei 60 FPS. Chi necessità di risoluzioni 4K o 2K farà bene a rivolgere l’attenzione alla sorella Yi 4K o alla Yi 4K+, mentre la Yi Lite è ottimizzata per le registrazione 1080p.  Supporta i codec H.264, e registra in formato .mp4 , con possibilità di Time Lapse Video, Slow Motion, Video + Photo. Naturalmente, la Yi Lite permette di scattare foto a 16MP con risoluzione di 4068×3456, o a 10MP con risoluzione  3648×2736. Presente anche la modalità di scatto  Timer con intervalli di 3s,5s,10s,15s

Yi Lite condivide con le sorelle maggiori anche la presenza della modalità Burst, per scattare una serie di immagini con una sola pressione del tasto superiore.

Yi Lite offre un’autonomia certamente superiore a tutte le altre camere nella stessa fascia di prezzo, consentendo di registrare per oltre 2 ore alla risoluzione 4K, ma anche a 1080p a 60 FPS.

Tante opzioni avanzate

Yi Lite consente di eliminare l’effetto fish eye ai bordi, caratteristica apprezzabile che, di fatto,  consente di trasformare, senza necessità di post produzione, l’action camera in una normale videocamera, senza effetto curva dell’orizzonte. E’ vero che in questo modo si riduce l’angolo inquadrato, ma in molte occasioni l’utente potrebbe preferire questa tipologia di scenario.

La stabilizzazione elettronica dell’immagine funziona bene, e consente di catturare video senza tremolio, soprattutto quando si regge la camera in mano e si cammina o corre durante il suo utilizzo. Come Yi 4K, Yi Lite offre poi altre funzioni avanzate, che permetteranno agli esperti di catturare le migliori immagini possibili. Ad esempio, la camera consente di modificare di modificare anche l’ISO, nitidezza, la gestione dei bianchi e l’esposizione. Non presente, come su Yi 4K, la scelta tra due diversi profili di colore: quelli catturati da Yi Lite sono meno contrastati e luminosi, ma probabilmente più naturali e corrispondenti alla realtà.

Qualità foto/video

Sulla qualità video delle riprese lasciamo parlare i video di test che inseriamo di seguito. Oltre al confronto faccia a faccia tra Yi Lite e Yi 4K, proponiamo anche un video di test in 1080p a 60 FPS. Riteniamo, infatti, che questa sia la risoluzione principale di questa action cam: chi spera di  ottenere video di qualità a risoluzione superiore dovrà necessariamente spendere di più.

1080p @ 60 fps

Confronto Yi 4K Vs Yi Lite

La qualità delle foto è superiore alla media delle altre action cam nella stessa fascia di prezzo. Di certo non scatterà foto migliori di uno smartphone di fascia medio-alta, ma in ogni caso consente di ottenere degli scatti sufficienti, soprattutto in condizioni di luce ottimale. Di seguito una galleria di foto scattata con Yi Lite, senza applicazioni di filtri o migliorie in post produzione.

App

La cura per i dettagli si nota anche nell’applicativo Yi action, disponibile su iOS e Android  gratis. E’ sufficiente attivare il WiFi della camera, collegarsi alla rete così creata dal device, e utilizzare il proprio smartphone come monitor, potendo scattare foto/registrare video da remoto, eseguendo semplici tap su smartphone. L’interfaccia è pulita, minimale e, soprattutto, moderna. Il raggio del segnale WiFi è sufficiente, anche se impensabile, ad esempio sfruttare la camera su di un drone, allontanarsi di parecchie centinaia di metri e continuare ad avere un flusso video in tempo reale stabile sul proprio smartphone.

L’app Yi Camera, oltre a consentire la gestione della propria camera, e le riprese da remoto, funge anche da vera e propria community; una sorta di Instagram in cui gli utenti postano foto e video realizzati con le Yi Cam.

Conclusioni

Yi Lite è una action cam economica, ma dalle buone potenzialità: ben costruita, elegante, minimale e ricca di funzionalità. In più apprezzabile il fatto che, a differenza delle sorelle maggiori, arrivi in bundle con il suo case waterproof, certificato fino a 40 metri e compatibile con Yi 4K. Tra gli aspetti negativi, invece, il posizionamento della MicroSD al di sotto dello sportellino batteria.

Yi Lite è disponibile su Amazon a 129,99 euro, nella diversa colorazione verde, blu e nera. Sul sito ufficiale yitechnology è possibile trovare supporto per la cam, con gli ultimi firmware a disposizione per aggiornare la periferica.

PRO

  • Ampio display
  • Touchscreen
  • Esteticamente ben fatta
  • Autonomia
  • Tante opzione
  • Riprese 1080p

CONTRO

  • Vano MicroSD scomodo

http://amzn.to/2yeRrXG