Recensioni Mac Mini 2018: ottime prestazioni, ma non è più un entry level

Secondo le prime recensioni del nuovo Mac Mini 2018 apparse in USA, il nuovo desktop super compatto è tornato a essere potente e versatile ma non più un vero entry level. Frecciate al design immutato e al prezzo sostenuto

Mac mini 2018, da brutto anatroccolo a cigno?

Arrivano in rete le prime tornate di recensioni Mac mini 2018, il tanto atteso aggiornamento al piccolo desktop della Mela, che da ben 4 anni non riceveva attenzioni da parte di Cupertino. Si tratta di un upgrade certamente importante, che però non costa poco. Ricordiamo che nelle scorse ore sono state pubblicate anche le prime rencensioni iPad Pro 2018 e MacBook Air 2018, completando così tutte le novità presentate nell’evento Apple 30 ottobre riassunte in questo articolo.

Il nuovo Mac mini arriva con specifiche di tutto rispetto, a partire dal processore a 4 e 6 core Intel di ottava generazione, quattro porte Thunderbolt 3/USB-C, supporto fino a 64GB RAM, e fino a 2 TB di SSD. Tra le importanti novità anche l’inserimento del chip T2 per una maggiore sicurezza.

recensioni Mac mini 2018 - foto nuovo Vs nuovo Mac mini, cosa cambia

Le prime recensioni Mac mini 2018 pubblicate in USA non possono fare a meno di notare come Apple abbia un po’ stupito nel design, nel senso di non apportare alcuna modifica, sfruttando praticamente uno chassis identico nella forma al Mac Mini di 4 anni fa. Certo, il colore è differente, ma esteticamente non cambia poi molto.

La novità più importante rilevata è data dalla presenza di ben quattro porte Thunderbolt 3. Si tratta dello stesso numero di porte presente su iMac Pro e il doppio di rispetto a quelle presenti su iMac standard del 2017. Questa nuova soluzione permette, dunque, di collegare al piccolo desktop ben due display 4K o uno schermo 5K.

D’altra parte, le recensioni raccolte da macrumors, pongono anche l’accento sul fattore prezzo, soprattutto per le configurazioni di fascia alta, dove Mac Mini arriva a costare anche 5.000 euro. Ad ogni modo non emergono obiezioni sulle prestazioni del desktop super compatto: il modello Core i7 di Mac mini segna l’incredibile risultato di 5912 punti, mentre in multi-core arriva a ben 24.740 punti. Se si esclude iMac Pro e il precedente Mac Pro 2013 a 12 core, nessun altro Mac riesce a fare meglio.

Hands on Mac Book Air 2018: i dettagli del MacBook per tutti

Altre recensioni, invece, rassicurano l’utente sul fatto che anche la configurazione base, che su Apple Store Italia parte da 919 euro, possa andar bene per la maggior parte degli utenti. Ciò nonostante, qualcuno ha contestato ad Apple che la società non si sia sforzata più di tanto per creare quel Mac entry level che il Mac Mini rappresentava fino a qualche anno fa.

L’aumento dei prezzi, dicono alcuni recensori, potrebbe anche essere giustificato dalla qualità, ma è chiaro che Apple abbia scelto di percorrere una strada diversa rispetto al passato: non più un Mac economico, ma una macchina di piccole dimensioni, in grado di entrare di diritto nell’universo dei Mac Pro, anche come prezzo.

Il nuovo Mac mini si compra su Apple Store a partire da 919 euro con spedizione a un giorno. In questo articolo trovate tutto quello che c’è da sapere sul desktop più piccolo di Cupertino.