Questo sito contiene link di affiliazione per cui può essere compensato

Home » Hi-Tech » Internet » Apple truffata per decine di milioni da un esperto di sicurezza

Apple truffata per decine di milioni da un esperto di sicurezza

Un ricercatore specializzato in sicurezza che in passato ha segnalato alcuni bug a Apple e che quest’ultima ha anche ringraziato in documenti di supporto con dettagli sulle patch di iOS, è stato arrestato a gennaio per avere truffato milioni di dollari alla Casa di Cupertino.

Noah Roskin-Frazee (questo il nome del ricercatore) è accusato insieme a un complice di avere sottratto illecitamente 3 milioni di dollari in prodotti e servizi portando a termine decine di ordini fraudolenti, compresi 2,5 milioni di dollari in Gift Card e oltre 100.000$ di “prodotti e servizi”.

Apple non è specificatamente nominata negli atti giudiziari; si fa riferimento a una generica “Azienda A” con sede a Cupertino, riferendo che uno dei responsabili ha ottenuto Gift Card che consentivano di scaricare Final Cut Pro sull’App Store dell’azienda ed è dunque ovvio che l’azienda in questione sia Apple.

Ii slto 404 Media riferisce che nel 2019 Frazee e il suo complice hanno usato un tool per il reset delle password riuscendo in qualche modo a ottenere accesso all’account di un dipendente di una non meglio precisata “Società B” che si occupa di assistenza clienti per conto di Apple; dall’account è stato possibile recuperare ulteriori credenziali del dipendente; Frazee si è collegato alla VPN della “Azienda B” e da qui ha ottenuto accesso a sistemi di Apple che consentono di creare commesse e inviare ordini.

Ricercatore sicurezza è riuscito a rubare milioni di dollari di merce a Apple
Foto di Philipp Katzenberger – Unsplash

La persona incriminata ha sfruttato un software di Apple che permette di modificare gli ordini anche dopo l’inserimento, impostando il valore complessivo dell’ordine su zero, aggiungendo prodotti all’ordine e anche polizze AppleCare.

La truffa è andata avanti da gennaio a marzo 2019. “Nell’ambito della frode, l’imputato si è collegato da remoto a computer situati in India e Costa Rica”, si legge nell’incriminazione, riferendo ancora che la truffa consisteva nel modificare l’importato totale da pagare su zero e di ottenere notebook, telefoni e AppleCare.

Frazee è accusato di frode informatica, frode postale, associazione a delinquer per frode telematica e postale, di aver perpetrato truffe informatiche e di avere intenzionalmente causato danni a server da remoto. Se condannato per i vari reati, rischia oltre 20 anni di carcere.

Offerte Apple e Tecnologia

Le offerte dell'ultimo minuto le trovi nel nostro canale Telegram

Top offerte Apple su Amazon

Airtag già in vendita su Amazon

Airtag al minimo da mesi, 24,75€ euro l’uno

Su Amazon l'Airtag singolo va al minimo storico. Solo 24,45 € l'uno se comprate la confezione da 4.

Ultimi articoli

Pubblicità