In Safari su Mac Apple prepara l’addio definitivo di Adobe Flash Player

In Safari Technology Preview 52 Apple indica che l’ultimo plug-in ancora consentito ora è stato rimosso. Si tratta di Adobe Flash Player per cui Cupertino sta pianificando l’abbandono definitivo, forse già con macOS 10.14 in arrivo questo autunno

Per fortuna ormai non è più obbligatorio installare Flash Player di Adobe per accedere ai contenuti di vari siti web: questa tecnologia è in pratica morta o comunque sull’orlo dell’estinzione, “uccisa” prima di tutto da iPhone, iPad e tutti gli altri dispositivi mobili moderni che, grazie ad HTML5, hanno reso inutile l’integrazione di Flash Player.

La stessa Adobe ha deciso che non ha più senso sviluppare questa tecnologia e fatto sapere di avere pianificato il fine-vita definitivo per il 2020. Nelle note di rilascio di Safari Technology Preview 52, beta che tutti possono installare, si spiega che Flash era ancora l’unico plug-in NPAPI consentito e che quest’ultimo pezzo di tecnologia legacy è stato ora eliminato.

safari flash player - foto la fine di FlashIl supporto a questo tipo di plug-in è stato da tempo rimosso dai vari sviluppatori di browser. Negli ultimi anni sono state sviluppate numerose Web API che consentono ai siti web di funzionare – senza dover fare ricorso a plug-in come Flash, Silverlight, Java e Adobe Acrobat tanto che molto probabilmente la maggior parte degli utenti non avrà notato alcun cambiamento nella propria esperienza di navigazione.

I plugin NPAPI (Netscape Plugin Application Programming Interface), e in particolare Flash, hanno contribuito alla nascita di pagine interattive ma hanno anche reso la navigazione più lenta, meno sicura e soggetta più di frequente ad arresti anomali. Nel peridodo di transizione, gli sviluppatori di browser hanno consentito l’installazione o attivazione di alcuni vecchi plug-in ma oggi le Web API sono perfettamente funzionanti e la quasi totalità delle pagine preferite dagli utenti possono essere visitate senza utilizzare i vecchi e poco sicuri plug-in.Safari Technology Preview

Non è chiaro quando Safari impedirà del tutto l’installazione del plug-in Flash (lo farà forse in concomitanza dell’arrivo di macOS 10.14?). Al momento il supporto ai plugin NPAPI è stato eliminato solo dalla versione Technology Preview. Firefox ha eliminato il supporto ai plugin NPAPI dalla versione 52 di Firefox con l’eccezione di Flash. Google toglierà del tutto il supporto integrato di serie con l’anno di morte annunciato per Flash Player: il 2020.

L’uso di Flash sul web è ad ogni modo in costante calo: nei primi mesi del 2018, l’azienda di Mountain View ha fatto sapere che il numero di utenti di Chrome che usa Flash con frequenza quotidiana è pari a circa l’8%. Per dare un’idea del declino di questa tecnologia, gli stessi utenti erano il 17% nel luglio del 2017 e addirittura l’80% nel 2014. Il risultato non sorprende giacché tutta l’industria del settore da anni lavora per sbarazzarsi di un plug-in ritenuto facilmente attaccabile, vulnerabile, poco adatto ai dispositivi mobili, sorpassato e nel corso degli ultimi anni sempre meno utile.