Samsung Fair Play, a sostegno della Pallavolo Italiana

Samsung Fair Play è un progetto social di Samsung per sostenere le piccole realtà della Pallavolo italiana

La pallavolo è uno sport molto diffuso nel nostro paese, secondo per numero di tesserati solo al Calcio: non è rimasta indifferente Samsung, che dopo essere diventata sponsor del campionato di pallavolo femminile con Samsung Gear Volley Cup, ha lanciato il progetto Samsung Fair Play che mira a sostenere soprattutto le piccole società grazie al supporto da parte degli utenti.

Fair Play
Un momento della presentazione alla stampa dell’iniziativa Fair Play

“In Samsung riteniamo che le multinazionali che operano e investono in Italia debbano essere in prima fila nell’ambito dell’impegno e della responsabilità sociale”, ha dichiarato Carlo Barlocco, Presidente di Samsung Electronics Italia. “Noi lo facciamo sostenendo uno sport con il quale condividiamo valori importanti quali il rispetto dell’avversario e la forte solidarietà tra compagne e compagni di squadra, che fanno gruppo condividendo la loro passione e la loro determinazione. Negli ultimi anni ci siamo impegnati in ambito professionistico, oggi estendiamo questo impegno a tutte le associazioni sportive dilettantistiche che vorranno aderire a questa iniziativa”.

Fair Play in pratica

Ma come funziona Fair Play? Si tratta sostanzialmente di un concorso a premi: gli utenti possono partecipare all’iniziativa tramite i social mettendo un “Like” ai video, oppure commentando i post su Instagram o su Facebook. I punti accumulati con queste iniziative saranno poi devoluti a una delle associazioni dilettantistiche già presenti nel portale Samsungfairplay.it: Samsung ha già provveduto a chiamare a raccolta tutte le associazioni, e moltissime hanno risposto (l’operazione è gratuita), se una in particolare non dovesse comparire nell’elenco è possibile richiederlo.

Ovviamente nella raccolta punti saranno coinvolti anche gli acquisti di prodotti Samsung, ma la casa madre coreana ha voluto specificare che l’acquisto non è obbligatorio e che la raccolta punti può essere prodotta anche solamente con attività social.

I premi finali saranno legati all’attività della Pallavolo, con magliette, palloni, tute e attrezzi dedicati allo sport, tramite buoni da spendere a discrezione dell’associazione.