TeamViewer, nuova versione del gestore remoto per OS X e iOS

Rilasciata la nuova versione 9 del software di controllo remoto TeamViewer per Mac, Windows, Linux, iOS. Ora con supporto a più sessioni, funzionalità Wake-on-LAN, autenticazione a due fattori e diverse altre novità

TeamViewer ha rilasciato la versione definitiva della release 9 dell’omonima applicazione per OS X e iOS. Questa versione permette di aprire diverse sessioni remote all’interno di singole schede, in modo simile a quanto avviene all’interno dei browser web. E’ anche possibile aprire tutti i monitor di un computer remoto all’interno di schede differenti. Per tenere sotto controllo le schede aperte, queste lampeggiano in caso di nuova attività sul computer remoto, ad esempio quando un cliente invia un messaggio di chat.

Altra novità è la funzionalità Wake-on-LAN che permette agli utenti di attivare i computer remoti da Internet utilizzando i loro dispositivi, sia che si tratti di un computer desktop, un portatile, un tablet o uno smartphone.

La “coda di assistenza” (Service Queue) permette ai team di supporto di gestire, condividere e assegnare le richieste per fornire assistenza. Gli utenti possono inoltre partecipare a sessioni di supporto da remoto utilizzando semplicemente un unico codice sessione senza dover comunicare ID e password. L’autenticazione a due fattori offre ulteriore protezione degli account, permettendo agli utenti di ottenere un codice secondario opzionale tramite il proprio dispositivo mobile e un’app di autenticazione standard.

Le nuove funzionalità di condivisione permettono di condividere file di qualsiasi dimensione senza dover avviare una sessione di accesso remoto tradizionale. Il sistema è più veloce di una email e supporta funzionalità di trasferimento file cross-platform. La funzione “appunti generali”– permette di copiare i file dal proprio dispositivo e incollarli direttamente sul computer desktop remoto semplicemente utilizzando la combinazione Copia & Incolla.

Gli sviluppatori hanno recentemente presentato un’API pubblica, gratuita per gli utenti con licenza TeamViewer 9, che permette alle aziende di integrare TeamViewer nelle infrastrutture esistenti. L’applicazione è come sempre disponibile in versione gratuita, per l’impiego non commerciale. Invece le licenze business per la soluzione completa, comprensive di supporto e aggiornamenti, partono da un costo una tantum di 499 euro. Il software è disponibile anche in versione iOS per iPad e anche per iPhone.

[youtube id=”hK3d3puqY6s” width=”620″ height=”360″]

Esempioteamv

Macitynet ha pubblicato una guida a Teamviewer per Mac, iPad, iPhone e Windows che trovate su questa pagina.