Questo sito contiene link di affiliazione per cui può essere compensato

Home » Hi-Tech » Internet » Truffe digitali durante le festività: come non farsi fregare

Truffe digitali durante le festività: come non farsi fregare

Pubblicità

Alcuni consigli su come evitare le “truffe delle festività”, in costante aumento visto che in questo periodo si tende a fare molti più acquisti online rispetto al resto dell’anno. Sono stati pubblicati da McAfee e ci sentiamo di condividerli in quanto gran parte di queste minacce sono reali per qualsiasi utente ed è bene stare sempre all’erta, soprattutto in questo periodo dell’anno.

  • State attenti alle email. In questo periodo si è più propensi a fare click sulla notifica di consegna di un pacco o un’email di phishing ritenendola autentica, che potrebbe in realtà trattarsi di una vera e propria truffa atta a rubare i vostri dati e prosciugare il conto corrente.
  • Alla larga dalle pubblicità ingannevoli. Nel periodo festivo siamo tutti alla ricerca dei migliori affari. E’ bene tenere gli occhi aperti nello shopping online evitando link pericolosi, concorsi fasulli (anche sui social media) e tessere regalo contraffatte, con i quali i truffatori cercano di impossessarsi delle informazioni personali rovinando la lieta atmosfera natalizia.
  • Enti benefici agghiaccianti. Fare beneficenza è giusto ed importante, ma fate attenzione a quelli fasulli con cui si può entrare in contatto tramite email o condivisi viralmente tramite social media: la fregatura è dietro l’angolo.
  • Controllate il resoconto della carta di credito. Il malware è dietro l’angolo e ppotrebbe aver colpito qualsiasi punto vendita online. Controllate che non risultino addebitati acquisti che in realtà non avete mai fatto.
  • Occhio alle app per smartphone. Ogni giorno ne spuntano sempre di nuove, e nel periodo natalizio capita che vengano create applicazioni apparentemente ufficiali ma che in realtà non vedono l’ora di conoscere il vostro account e password e mettere mano al portafoglio.
  • Lontano dai biglietti d’auguri elettronici pericolosi. Sono divertenti, ma in questo periodo sono anche quelli più interessanti per i malintenzionati che potrebbero creare software ad hoc per “creare biglietti fantastici” che di fantastico, per loro, c’è solo il malware installato sotto il naso dell’utente.
  • Truffe in viaggio. Soggiorni a prezzi vantaggiosi sono quelli che vanno per la maggiore, ma fate attenzione alle pagine che visitate: in questo periodo è sempre più diffuso lo spyware pronto ad accedere a tutte le vostre informazioni infettando il PC.
  • La banca al telefono. Fate bene attenzione alle telefonate da parte degli “agenti di sicurezza” che vi informano del fatto che il vostro conto corrente è stato compromesso e che sono necessarie informazioni, tra cui la password del conto, per effettuare modifiche ed aggiornamenti: non date alcuna informazione, piuttosto riagganciate e chiamate voi stessi la vostra banca dal numero di telefono ufficiale.
  • Bancomat con l’occhio lungo. Sicuramente ne avrete già sentito parlare anche al telegiornale. Sotto le feste aumentano i crimini commessi presso gli sportelli bancomat dove vengono installate apparecchiature in grado di leggere il chip del bancomat con tanto di videocamera che rileva il PIN digitato: prima di infilare la carte di credito controllate bene il terminale e, con una mano, coprite il tastierino numerico mentre digitate il PIN.
  • Mettete in sicurezza i vostri dispositivi. Sebbene Natale non dovrebbe essere la scusa per farlo, in questo periodo i furti dei dispositivi aumentano a dismisura: proteggete l’accesso con una password, attivate Trova il mio iPhone e state pronti a ripristinarli da remoto nel caso di furto. Rubare uno smartphone non è tanto interessante per il mercato nero del dispositivo, quanto per le informazioni in esso contenute.
  • Chiavette USB in omaggio. Evitate di collegare chiavette USB personalizzate dei cesti regalo forniti dai fornitori che desiderano mantenere la collaborazione anche nel nuovo anno: spesso su questi dispositivi viene pre-installato del malware impercettibile.

Seguire questi punti è sufficiente ma non basta. Sia che stiate facendo shopping online, sia che decidiate di fare una donazione ad enti benefici, controllate sempre con una ricerca su Google che l’azienda in questione sia legittima, verificando inoltre che non vi siano notizie in giro riguardo pericoli recenti. Visitate sempre le homepage ufficiali ed evitate di raggiungerle attraverso un link presente in una mail; per quanto riguarda le applicazioni, scaricatele solo dall’App Store ufficiale.

Offerte Apple e Tecnologia

Le offerte dell'ultimo minuto le trovi nel nostro canale Telegram

Top offerte Apple su Amazon

I nuovi iMac con chip M3, Wi-Fi 6E e Bluetooth 5.3

Sconto del 24% su iMac M3, solo 1412 € per versione 8+10 core

Su Amazon va in sconto va al minimo l'iMac con processore M3 in versione base. Lo pagate 330 euro meno del suo prezzo di listino nella configurazione con 256 GB di disco, CPU 8-core e GPU 10-core, solo 1412 €, riobasso del 24%
Pubblicità

Ultimi articoli

Pubblicità