Questo sito contiene link di affiliazione per cui può essere compensato

Home » Macity - Apple » Mondo iOS » iPad Software » Recensione Virtual Roads: scenari spettacolari per allenamenti indoor con iPhone e iPad

Recensione Virtual Roads: scenari spettacolari per allenamenti indoor con iPhone e iPad

Pubblicità

Allenarsi in palestra o dentro a casa non è mai stato così divertente. È questo lo slogan di Virtual Roads gratis per iPhone e iPad, una applicazione davvero originale e tutta italiana nata per chi corre sul tapis roulant, la cyclette o usa lo stepper. Il programma ha uno scopo molto simile a quello visto su alcuni attrezzi di allenamento di più recente generazione che, producendo sul display della macchina immagini virtuali di un percorso, modificano la visione che abbiamo di fronte agli occhi; la differenza sta nel fatto che Virtual Roads per iOS elabora immagini che provengono da Google Street View, selezionate tra alcuni suggestivi paesaggi. Abbiamo messo alla prova in una sessione su sul nostro tapis roulant casalingo il programma, per verificane l’efficienza.

Come funziona
L’applicazione, sviluppata da Valxer, nasce per accompagnare gli attrezzi di Rovera, una primaria società italiana specializzata nei dispospositivi per il fitness, ma per la sua particolarità non ha alcun bisogno, come ovvio, di essere abbinata ad uno di questi prodotti. Fin dal lancio si comprende come il programma sia tutt’altro che un prodotto amatoriale, nonostante sia fornito gratuitamente e anche dopo un paio di sessioni di uso possiamo dire che è anche solido dal punto di vista della programmazione (non un solo crash). Dopo un primo tap, veniamo accolti da una schermata che contiene un breve spot dal quale apprendiamo lo scopo dell’app. Qui abbiamo, oltre ai credits, anche un informale, ma completo, manuale d’utilizzo e le informazioni di tipo legale.

Questa schermata può essere nascosta in successivi utilizzi dell’applicazione. Il “cuore” dell’app è però alla schermata successiva. Qui troviamo tutti i settaggi dell’applicazione oltre che il pannello di controllo principale con i percorsi. Nel momento del nostro test erano in tutto 18, con percorsi panoramici che vanno dal Giappone agli Stati Uniti, passando per alcune interessanti strade tutte italiane, come il Passo Dello Stelvio e il Passo Flazarego per finire con tragitti originali, ad esempio nella foresta amazzonica o nei parchi americani.

Prima di lanciare l’allenamento siamo però invitati a compilare le informazioni sul nostro conto. Si tratta di dati utili all’app per calcolare la tipologia di allenamento e fornire informazioni statistiche che ci aiuteranno a tenerci in forma e a creare un calendario di competizione con noi stessi. Virual Roads è anche in grado di seguire una tabella di marcia, ricordandoci quando è ora di allenarsi. Tra gli aspetti degni di nota c’è la possibilità di connettere all’app un cardiofrequenzimetro Bluetooth 4.0 che ci fornirà la soglia aerobica minima e massima. Non manca neppure una sezione social per la condivisione dei nostri traguardi.

Pronti via
Possiamo scegliere se compilare o meno la nostra scheda e tutte le informazioni che abbiamo menzionato poco più sopra per dare il via immediatamente all’allenamento. Per aiutarci a scegliere, toccando un percorso, ci verranno presentati due fotogrammi; se saremo in un posto dove non esiste connessione Internet potremo anche scaricare subito l’intero percorso. Abbiamo anche informazioni geografiche sulla strada che andremo a percorrre e poi la tipologia dell’attrezzo: stepper e macchine ellittiche, tapis roulant, cyclette.

In una fase successiva dovremo scegliere la tipologia dell’allenamento che può essere libero (in pratica sceglieremo quando fermarci), oppure a tempo (sarà Virtual Roads ad avvertirci quando è terminata la sessione). Se avremo programmato la nostra scheda anagrafica saremo in grado di anche lanciare il programma personalizzato oppure di seguire il nostro calendario di allenamento. Una volta partiti con l’allenamento vero e proprio, avremo il percorso che comincia a scorrere davanti ai nostri occhi. La qualità delle immagini, va detto ad onor del vero, è buona per la tipologia e gli scopi che si prefigge l’app, ma non dobbiamo aspettarci una vera e propria realtà virtuale, questo perché Street View ha dei limiti intrinseci in fatto di risoluzione e di modalità di presentazione, visto il sistema con cui la macchina di Google riprende le strade.

In alcuni casi, specie su strade strette, il percosso si chiude sul fondo, come se stessimo viaggiando verso un tunnel. In altri casi abbiamo immagini distorte e allungate sul lato. In ogni caso l’effetto è sicuramente interessante visto che avendo di fronte le immagini si è costantemente spinti a guardare “che succede intorno a noi” e rendendo meno monotono il nostro allenamento. Va però detto che nonostante l’applicazione sia Universal, l’effetto è interessante solo usando un iPad. Su un iPhone le immagini sono tropo piccole e quindi poco coinvolgenti.

Un suggestivo scorcio del tracciato ambientato in Giappone tra i celebri ciliegi in fiore
Un suggestivo scorcio del tracciato ambientato in Giappone tra i celebri ciliegi in fiore

 

Le funzioni per l’allenamento
Le altre funzioni dell’applicazione sono simili a programmi di altri sviluppatori anche se l’integrazione con la funzione dei percorsi virtuali, aiutano a migliorarne la fruizione; in più non va mai dimenticato che l’app è gratis, mentre altre app che funzionano allo stesso modo sono a pagamento. Nel pannello con le nostre info, una volta compilata la scheda, avremo automaticamente le nostre soglie di allenamento con massa grassa (approssimativa ovviamente), frequenza cardiaca massima e le soglie aerobiche.

Questo pannello opera in combinazione con il pannello di settaggio per il cardiofrequenzimetro, compatibile con ogni dispositivo Bluetooth LE. L’applicazione curerà il nostro battito e ci spigherà ad aumentare o diminuire la velocità in accordo con le soglie prestabilite. Abbiamo svolto un test riscontrando che la connessione alla fascia in nostro possesso è stata rapida e “solida”; con messaggi puntuali non appena è stato individuato uno sforamento verso l’alto o verso il basso.

Va detto che questa funzionalità per qualche lettore potrebbe essere superflua, visto che diversi attrezzi anche di tipo amatoriale hanno ormai dei rilevatori di battito cardiaco e sono in grado di creare tabelle personalizzate di allenamento. Su App Store sono anche disponibili applicazioni specializzate più sofisticate e strutturate anche se, lo ribadiamo, nessuna di quelle di una certa qualità prescinde dal pagamento, sia esso “una volta per tutte” oppure in app. Per chi è appassionato di mondo social c’è anche la possibilità di farsi seguire su Facebook dagli amici, immortalando le nostre espressioni grazie alla fotocamera integrata. Lo scatto può essere automatico oppure manuale.

Conclusioni
Virtual Roads è certamente un prodotto originale e un surrogato casalingo di alcuni prodotti per fitness di fascia professionale che integrano display con percorsi virtuali o addirittura TV. Il funzionamento è semplice e ricco nello stesso tempo; la possibilità di usare i percorsi di Street View ha un senso compiuto perché apre allo sviluppatore la possibilità di arricchire costantemente la libreria di strade virtuali anche se la qualità grafica e la simulazione risentono dei limiti intrinseci di Street View stessa.

La parte accessoria per l’allenamento è una integrazione benvenuta da tutti coloro che non vogliono usare altre applicazioni per il fitness, anche se probabilmente chi ha necessità sofisticate , dovrà necessariamente ricorrere ad un altro programma di allenamento. Chi invece vuole avere un’app tutto in uno, capace di intrattenere in maniera originale, stimolare al curiosità e la motivarci nell’allenamento, troverà sicuramente in Virtual Roads un buon punto di approdo.

Virtual Roads è gratis per iPhone e iPad.

Tra i percorsi subito disponibili per il nostro allenamento troviamo tracciati spettacolari in USA, Giappone e Italia
Tra i percorsi subito disponibili per il nostro allenamento troviamo tracciati spettacolari in USA, Giappone e Italia

Offerte Apple e Tecnologia

Le offerte dell'ultimo minuto le trovi nel nostro canale Telegram

Top offerte Apple su Amazon

Raro sconto Apple Studio Display, solo 1599€

Su Amazon comprate al minimo storico gli Apple Studio Display con vetro standard e inclunazione variabile. Solo 1599 € invece di 1799
Pubblicità

Ultimi articoli

Pubblicità