fbpx
Home CasaVerdeSmart Da wiDom i relais Z-wave made in Italy e il multisensore Room...

Da wiDom i relais Z-wave made in Italy e il multisensore Room Controller Wi-Fi per la Smart Home

Il mercato in espansione della Casa connessa, all’incrocio della Smart Home e della Internet of things, ha un rappresentante molto spesso ignoto, fondamentale per la realizzazione di un vero impianto domotico, e si chiama relais o relè ed è fondamentalmente il dispositivo che va inserito nel quadro elettrico o, come vedremo, all’interno della sede degli interruttori a parete, per assolvere tutta una serie di funzioni automatizzate o automatizzabili che sono al cuore della nostra attività quotidiana e l’organizzazione di una casa intelligente ci permetterà di gestire anche in maniera autonoma o interdipendente da altre azioni o da attivare in base ai’ dati rilevati dai sensori che avremo installato.

I relais hanno due principali vantaggi: sono alimentati in continuità dalla rete elettrica e non necessitano quindi di un cambio più o meno frequente delle batterie e possono essere nascosti, se di piccole dimensioni, in tutti i “frutti”, le scatole elettriche della nostra casa che portano prese e interruttori.

IMG_0180
Il relais con pinza amperometrica per controllo consumi o produzione

Lo svantaggio principale è, al che al contrario di quasi tutti gli altri componenti della domotica moderna, non potete installarli da soli ma dovete rivolgervi ad un installatore o un elettricista che sia abilitato a lavorare con i fili scoperti del vostro impianto.

Sul mercato esistono ormai una decina di aziende che progettano e producono relais di tipo wireless con il protocollo attualmente più diffuso, Z-wave ma tra queste c’è una azienda che ha sviluppato un prodotto originale e di qualità che si sta facendo apprezzare sia nel nostro paese che all’estero e che a sede a Cagliari.

Progettati e prodotti in Italia

Non lasciatevi ingannare dal nome wiDom: dietro questa sigla c’è un gruppo di ingegneri e tecnici italiani che hanno puntato sull’allargamento della capacità dei normali relais wireless dedicati alla Domotica per renderli più intelligenti, potenti e versatili tanto da poterli impiegare anche in combinazione con altri dispositivi Z-Wave in assenza di un gateway.
Il normale tasto bistabile del vostro impianto di illuminazione preesistente può diventare un interruttore intelligente che può invocare scene o accensioni correlate a seconda che lo accendiate o spegnete con un singolo, doppio, triplo click o una pressione prolungata, un po’ come fate con il tasto del vostro Smartphone.

wiDom è entrata nel mercato con un primo prodotto di “assaggio” che era un singolo relais in grado di essere programmato come vi abbiamo riferito sopra. Noi lo abbiamo installato da circa due anni e testato con diversi gateway Z-Wave senza problemi.

Il secondo passo di wiDom è stato quello di allargare la gamma producendo una varietà di soluzioni per tutti gli impieghi dei relais in un impianto casalingo: dal controllo dei consumi e relativa gestione di un carico o di una produzione (lavatrici, lavastoviglie, boiler, radiatori elettrici da un lato e impianto fotovoltaico dall’altro) alla gestione delle tapparelle e serrande per finire al modello che permette di controllare due diversi interruttori all’interno di uno stesso frutto risparmiando tempo di installazione, spazio e denaro.

relais doppio Widom
Doppio relais Widom

I relais, dimmer e gestori tapparelle di wiDom hanno una caratteristica che li rende unici nel panorama delle soluzioni z-wave e inarrivabili da altri tipi di protocolli wireless: i bassissimi consumi che portano anche a basse temperature di lavoro. Può sembrare assurdo o quantomeno contraddittorio che si utilizzino i servizi della Smart home per controllare i consumi energetici quando poi si inseriscono tantissimi relais che a “riposo” hanno un consumo rilevabile nell’impianto.
Ad oggi i relais di wiDom oltre ad essere i più Smart per versatilità sono anche i più parsimoniosi in fatto di consumi.

Room Controller

Ad IFA 2016 wiDdom ha presentato un prodotto nuovissimo sia per la forma inusitata che per la versatilità che lo contraddistingue: innanzitutto è il primo prodotto dell’azienda a funzionare anche in Wi-Fi oltre che in Z-wave (e può integrarli inoltre ha una serie di caratteristiche che lo rendono unico nel panorama dei sensori per la domotica: può rilevare luminosità, temperatura, umidità e rumore e può controllare sia un interruttore on-off che un controllore per tapparelle.

widom roomc ontroller
Il nuovissimo Room Controller

Le possibilità di impiego sono tantissime e si può sia controllare direttamente con una app che integrare in un impianto esistente. Room Controller, questo il nome del dispositivo potrà funzionare anche da solo per gestire un piccolissimo impianto domotico senza necessitare di ulteriori gateway (pensate ad un ufficio con alimentazione di un riscaldatore o ventola e gestione tapparelle in funzione delle condizioni di luce, temperatura e umidità della stanza oppure abbinato ad un gateway con la parametrizzazione di ogni stanza.

widom tablet
Il software di controllo su tablet

Vi lasciamo comunque alla nostra intervista a wiDom realizzata durante IFA 2016: l’ingegner Giorgio Galante ci spiega direttamente le caratteristiche dei prodotti e ci mostra da vicino l’ultima realizzazione dell’azienda cagliaritana.

Per maggiori informazioni su wiDom e sui suoi prodotti e i relativi prezzi vi rimandiamo al sito ufficiale dell’azienda. Potete acquistarli anche su Amazon Italia a partire da questa pagina.

Offerte Speciali

Apple Watch 4 GPS da 44 mm: solo 379,99  Euro

Apple Watch 3 a solo 245€; promo anche su Apple Watch 5

Su Amazon trovate in sconto Apple Watch 5 ed Apple Watch 3. Prezzi da 245 euro
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,418FansMi piace
95,273FollowerSegui