Apple ha comprato un’altra società  specializzata in chip?

di |
logomacitynet696wide

Apple, secondo alcune indiscrezioni, dopo PASemi potrebbe avere acquistato Intrinsity un ‘altra società specializzata in chip. Diversi ex dipendenti della realtà specializzata in tecnologie ARM sono ora dipendenti di Cupertino. C’è questo nuovo gruppo dietro al processore A4 che muove iPad?

Apple ha comprato un’altra società che si occupa di progettare chip ARM. Questa l’indiscrezione emersa nel corso del pomeriggio e intorno alla quale si potrebbe discutere parecchio nel corso dei prossimi giorni.

La realtà su cui, dopo PASemi, Cupertino avrebbe messo le mani sarebbe Intrinsity. Composta da un piccolo ma esperto team di ex ingegneri di Exponential (un tecnologicamente avanzato concorrente di IBM e Motorola nel campo dei processori RISC che Apple sembrava intenzionata ad incorporare a metà degli anni ’90), Intrinsity è nota negli ambienti dei processori per lo sviluppo di idee molto innovative per componenti a basso consumo e per avere collaborato con Samsung per la creazione di Hummingbird, un chip ad alte prestazioni basato su tecnologie ARM. Intrinity ha quindi un profilo particolarmente interessante per il business di Cupertino che sta cercando di mettersi in casa il maggior numero di cervelli possibili per la creazione di una piattaforma il più possibile indipendente dal fornitori esterni. Secondo quanto riferisce EDN, un sito che ha buoni agganci nel mondo del design dei chip questo interesse si sarebbe materializzato in un acquisto che ha portato a lavorare a Cupertino un significativo numero di tecnici ed ingegneri ex Intrinsity.

Qualche conferma su quanto afferma EDN sarebbe stata rinvenuta da Macrumors che ha scoperto tra gli iscritti a LinkedIn diversi dipendenti che dal primo aprile sono in Apple e che in precedenza hanno lavorato per Intrinsity. A rafforzare ulteriormente i sospetti c’è la rimozione delle menzioni alla Mela nei profili non appena le indiscrezioni sul possibile acquisto si sono diffuse.

La ragione per cui Apple avrebbe acquistato Intrinsity, oltre nel know how e nelle tecnologie, è nei suoi cervelli, un elemento di cui c’è gran bisogno anche alla luce del fatto che un buon numero di ex dipendenti di PASemi avrebbero abbandonato i laboratori di Cupertino per dedicarsi ad altri interessi. EDN sospetta addirittura che il processore di iPad abbia a che fare con Intrinsity e che sia non un chip  costruito in casa, ma di fatto un Hummingbird che ora Apple può presentare come frutto, almeno in parte, di un lavoro proprio in virtù dell’incorporazione di Intrinsity. In effetti la velocità (1 GHz) e la tecnologia (ARM) lo rendono a prima vista molto simile al processore di Samsung società che, lo ricordiamo, per soprannumero è anche quella che fornisce la CPU di iPhone.

Qualche cosa in più in merito si dovrebbe sapere a breve, uno o due giorni o, forse, addirittura poche ore, magari in coincidenza con il lancio di iPad.