Apple contro i paesi nordici, incontro a Reykjavik

di |
logomacitynet696wide

I paesi nordici che contestano alcune delle pratiche commerciali di Apple nel campo della musica digitale si incontreranno a Reykjavik la prossima settimana. Si deciderà  se intraprendere un’azione legale. Ma prima ci sarà  un faccia a faccia con Cupertino.

Giovedì e venerdì prossimi si deciderà  l’€™evoluzione della vicenda che contrappone Apple alle organizzazioni dei consumatori dei paesi nordici. Il 24 e e 25 agosto, infatti, i rappresentanti di nazioni quali Svezia, Norvegia, Danimarca, Islanda, si troveranno a Reykjavik per decidere quali azioni intraprendere nei confronti di Cupertino e delle sue politiche di marketing nel campo della musica digitale.

Secondo alcune dichiarazioni rilasciate da Bjoern Erik Thon, ombudsman norvegese, all’€™agenzia AP ‘€œnel corso dell’€™incontro si deciderà  se portare Apple in tribunale e se il caso dovrà  essere affrontato da ciascuna agenzia dei consumatori individualmente o attraverso un intervento congiunto’€. Secondo Thon, in ogni caso, non ci sarà  alcun passo formale se non dopo un incontro da tenersi con Apple, previsto per il mese di settembre.

I fatti, lo ricordiamo, risalgono al mese di giugno quando l’€™Ombudsman Norvegese ha chiesto chiarimenti ad Apple su alcune delle pratiche commerciali seguite nell’€™ambito della musica digitale. A non convincere il ‘€œdifensore civico’€ erano alcuni commi legali applicati ai clienti di iTunes e il fatto che la musica acquistata fosse leggibile solo da uno specifico lettore. Apple ha risposto alla missiva dichiarandosi disponibili a modificare il contratto d’€™acquisto ma non ad aprire la musica ad altri player perché i clienti possono fruirne liberamente semplicemente masterizzandola su CD.

L’€™ombudsman norvegese, che nel frattempo aveva trovato sostegno anche dai colleghi svedese e danese, si dichiarava non soddisfatto dalla risposta anche se non intravedeva nella posizione di Cupertino una chiusura totale.