Blogger: il nuovo stile del più popolare sito per i diari online

di |
logomacitynet696wide

Google, che l’anno scorso ha acquistato da Pyra il portale, ha ridisegnato integralmente la grafica. Più uniformità , nuovi strumenti per la gestione dei post e maggior integrazione tra le differenti componenti

Nel 1999 Blogger aveva segnato un passo in avanti per gli appassionati di tecnologia che volevano tenere aggiornate senza difficoltà  tecniche le proprie home page. Adesso, dal 2003, la maggiore comunità  di blogger online (tutti dentro il dominio blogspot.com) è di Google. E il segno dei nuovi proprietari si sta facendo vedere ogni giorno di più.

Da due giorni, infatti, Blogger ha cambiato la grafica (e non solo) del sito, per gestire e organizzare in modo ancora più funzionale i weblog, i diari online, dei suoi utenti. Mantenendo sempre gratuito l’uso del sistema per gli utenti presenti e futuri, la politica di Google-Blogger appare chiara.

Ci sono nuovi layout per i blog, che richiamano maggiormente le scelte minimaliste della grafica del popolare motore di ricerca e del servizio di posta elettronica ancora in fase di sperimentazione Gmail. Ma ci sono anche nuovi strumenti per una gestione più efficiente dei post, che sottolineano come in questa fase, dopo che il fenomeno dei blog si è imposto, prevale sulla semplicità  soprattutto l’esigenza di una migliore gestione dei contenuti per gli utenti.

Tra le varie analisi che sono state fatte negli ultimi 24 mesi del fenomeno weblog, tra le polemiche di fronti opposti circa la natura di strumenti di informazione alternativa oppure di espressione spontanea dei “diari minimi” di navigatori anonimi, è stato a lungo sottovalutato l’aspetto di sistema di gestione dei contenuti. Pare invece che, dal punto di vista di Google Blogger abbia avuto la necessità  di potenziare proprio questo aspetto. Dichiarando così che la novità  non sta tanto nel che cosa viene fatto con gli strumenti per la pubblicazione dei blog, quanto nel come lo si fa.

blogger nuovo look google