Il G4+ sopra il GHz

di |
logomacitynet696wide

Da Austin, dove si trovano gli impianti di Motorola, finalmente una buona notizia: alcuni prototipi del G4+, successore dell’attuale processore, hanno superato il GHz. E’ stata trovata la strada per uscire dal vicolo senza uscita in cui la società delle alette si è cacciata lo scorso anno?

G4+, il processore di nuova generazione che dovrebbe togliere dall’empasse Motorola e Apple consentendo, finalmente, di fare passi avanti nella velocità  dei processori, avrebbe iniziato a dare qualche soddisfazione ai tecnici della società  delle alette.

Secondo MacOs Rumors infatti alcuni esemplari di V’Gear, questo il nome in codice del chip, sarebbero stati testati a velocità  superiori al GHz battendo il record di 933 MHz stabilito poche settimane fa. Nonostante si tratti di pochissimi campioni che scompaiono nella massa di processori che non riescono a raggiungere neppure i 500 MHz, la notizia è stata accolta con grande ottimismo ad Austin. In precedenza infatti, secondo MacOs Rumors, pur con tutti gli sforzi fatti il G4+ sembrava inchiodato a velocità  assolutamente risibili. La produzione di esemplari da 1 GHz (per la precisione 1.050 GHz) viene considerato un segno di buon auspicio ma anche un importante punto di riferimento. I tecnici dello sviluppo dei processi di lavorazione, infatti, oltre ad avere conferma che il lavoro di affinamento sta producendo qualche risultato, potranno studiare i processori migliori e operare i necessari ritocchi per continuare ad elevare la qualità  media dei wafers.

Come già  annunciato da Macity Motorola intenderebbe annunciare il G4+ nel corso della prossima conferenza dei microprocessori che si terrà  ad ottobre. Il chip, sempre come già  scritto da queste pagine, dovrebbe avere una velocità  superiore ai 700 MHz ed essere basato sulla tecnologia SOI, Silicon on Insulator che consente di ridurre i consumi e aumentare le prestazioni.

Se effettivamente Motorola presenterà  il G4+ le prime macchine con questo processore potrebbero essere presentate qualche mese dopo, probabilmente al MacWorld Expo di San Francisco. Prima, però, Motorola dovrà  risolvere proprio il busillis che le impedisce di avere un rendimento medio più elevato di quello attuale nella produzione dei chip. Secondo MacOs Rumors, confortato in questo anche da altre fonti, solo il 10% dei processori riesce a superare affidabilmente i 500 MHz. Questo non sarebbe eccessivamente preoccupante, visto che tutti i processori con nuova architettura hanno problemi di questo tipo, ma Motorola sta avendo questo stesso problema da mesi. IL G4 attuale (nome in codice MAX!) non ha mai superato affidabilmente i 500 MHz, ad esempio, e il G4+, se fosse prodotto in volumi, non potrebbe essere certificato per velocità  superiori. Alla base delle difficoltà  di Motorola ci sarebbero fattori architetturali ma anche la fuga di cervelli subita verso AMD e Intel negli ultimi mesi. Il fatto di avere ottenuto processori da 1 GHz però potrebbe avere sbloccato la macchina inceppata dallo scorso ottobre quando venne rilasciato (o meglio ri-rilasciato dopo il falso allarme dell’agosto 1999) l’attuale chip da 500 MHz.