L’€™estate non ha allontanato gli Italiani dal Web

di |
logomacitynet696wide

L’€™estate non ha ridotto l’€™uso di Internet da parte degli Italiani, ma cala l’€™utilizzo delle applicazioni Internet. Sensibile riduzione di utenti per QuickTime e iTunes. I dati di Nielsen//Netratings.

L’€™arrivo delle vacanze estive non allontana gli italiani dal Web che nel mese di luglio continuano a consultare Internet, soprattutto dall’€™ufficio, mentre da casa i navigatori riducono la loro presenza davanti allo schermo. Queste le considerazioni che si possono trarre dalla indagine di Nielsen//Netratings per lo scenario della rete nel mese di luglio.

La società  di ricerca specializzata in rilevazioni sul mercato Internet ha fissato in 21,4 milioni gli individui che hanno compiuto almeno una connessione al Web da casa o ufficio, oltre 22,2 milioni se si considerano anche gli utilizzatori di applicazioni internet come gli instant messenger e i media player. Il dato, stabile rispetto a giugno, non lo è altrettanto se si condisera la navigazione a domicilio, quella che più di altre avviene nel tempo libero: quando si trovano davanti al computer personale i navigatori riducono il tempo trascorso sui siti di circa 1 ora (13 ore e 3 minuti in media per utente a luglio, l’€™8% in meno rispetto a giugno), con accessi comprensibilmente molto bassi durante i week-end quando l’€™estate porta a trascorrere il tempo libero all’€™aria aperta.

Al contrario, rimane intensa la fruizione della rete dall’€™ufficio. Il tempo speso online aumenta di 1 ora e 46 minuti (26 ore e 57 minuti contro le 25 ore e 10 minuti di giugno). Le pagine Web consultate dal posto di lavoro rappresentano il 46% di tutte le pagine Web viste nel mese.

Rispetto al mese di giugno i settori più frequentati a luglio sono quelli più tipicamente collegati all’€™entertainment e al tempo libero: i siti di giochi online con 4,6 milioni di utenti (+8% rispetto a giugno), quelli di eventi e spettacoli con 2,9 milioni di utenti (+31% rispetto a giugno) e i siti per la ricerca dell’€™anima gemella – tutti con forti crescite nel mese – che vengono utilizzati da 2,6 milioni di utenti (+23% rispetto a giugno).

Cresce nel mese di luglio anche la categoria dei siti dedicati alla fotografia che, complici le vacanze, vedono aumentare il traffico in particolare per quanto riguarda la condivisione foto (Flickr, Picasa ‘€“ il servizio di Google per organizzare e condividere le immagini sul proprio pc ‘€“ e Slide): sono quasi 4 milioni gli utenti di questa categoria, +7% rispetto a giugno.

Molto attivo è ovviamente anche il comparto dei viaggi online che in estate vive il suo picco stagionale. A luglio 2007 oltre 12,4 milioni di individui hanno visitato un sito di viaggi, il 56% dei navigatori italiani. Quando si parla di viaggi online si intende una realtà  composita che va dai siti di mappe (circa 10 milioni di navigatori a luglio, +10% rispetto a giugno), ai siti delle linee aeree (4,5 milioni di individui, +21% da giugno con un ruolo crescente delle compagnie low cost), a quelli degli hotel (4,3 milioni di individui, +8% rispetto a giugno). L’€™estate si rivela particolarmente proficua per i siti di crociere e trasporto marittimo (1,2 milioni di visitatori, +10%), oltre che per la biglietteria ferroviaria (oltre 4,2 milioni di utenti unici nel mese, +19%). Quasi 7,6 milioni di navigatori (+6%) hanno poi frequentato le agenzie virtuali alla ricerca di offerte di viaggi dell’€™ultimo minuto.

Passando alla classifica dei siti più visitati in Italia nel mese di luglio si segnala l’€™ottima performance di Yahoo! che, con oltre 9,5 milioni di visitatori e un incremento del 5% rispetto a giugno, guadagna una posizione in classifica. Si nota poi la forte crescita di Seat Pagine Gialle (+8%), Leonardo.it (+9%), DADA (+9%), Mediaset.it (+12%), Fox Interactive Media (+9%) e Telecom Italia (+23%).

In calo a luglio l’€™utilizzo delle applicazioni internet. A crescere rispetto al mese precedente sono solo Google Earth (+2%), Yahoo! Messenger (+3%) e MSN Zone (+17%). Da segnalare l’€™entrata tra le prime 15 applicazioni di Picasa – il servizio di Google per l’€™archiviazione e la condivisione delle immagini sul proprio pc ‘€“ con 580 mila utenti unici.

Per quanto riguarda le applicazioni di Apple si segnala un forte calo di QuickTime (-14% rispetto a maggio, secondo in termini percentuali dopo BearShare, -19%) anche se il software per il multimedia resta pur sempre al quinto posto per utilizzo con il 13% degli utenti attivi ma con solo 2,52 minuti a persona. Appena alle spalle di QuickTime si trova iTunes con l’11,1% dei navigatori attivi ma 1 ora e 7 minuti di tempo d’utilizzo medio per persona.