NEC/Mitsubishi predice il tramonto dei CRT

di |
logomacitynet696wide

I monitor CRT sono destinati ben presto ad essere sorpassati nelle vendite dagli LCD. Entro il 2004 più schermi TFT che a tubo. La previsione è di NEC/Mitsubishi che vede all’orizzonte anche la fine del decremento dei prezzi per i display a schermo piatto.

I prezzi dei monitor LCD sono destinati a stabilizzarsi nel corso del prossimo anno. A pronosticare la fine delle continue oscillazioni cui è sottoposto il prezzo di display a cristalli liquidi è uno dei maggiori produttori mondiali del settore NEC/Mitsubishi.

La previsione è stata formulata da John McGrath, general manager di NEC/Mitsubishi in Gran Bretagna, durante la presentazione di una nuova gamma di display.

Secondo McGrath l’attuale tendenza al ribasso dei prezzi dei monitor da 15 pollici è destinata a terminare per l’evidente impossibilità  di ricavare profitti al di sotto degli attuali livelli di prezzo. La stessa cosa accadrà  nel corso del prossimo anno per i display da 17 pollici.

NEC/Mitsubishi prevede però, contestualmente, anche un rallentamento delle vendite nel campo dei CRT, sottoposti a pensanti restrizioni per le nuove leggi in campo di tutela ambientale. Nel 2004 le vendite degli LCD sorpasseranno quelle degli CRT che resteranno competitivi solo sul mercato interessato dal prepress e che richiede grandi dimensioni, come i 22 pollici.