Niente sveglia con iPhone? Cancellate i vecchi allarmi

di |
logomacitynet696wide

Nel corso della giornata di oggi, 3 gennaio, il presunto “auto aggiustamento” del bug che ha impedito alla suoneria di iPhone di funzionare, sembra non avere avuto efficacia. Molte sveglie sono infatti rimaste mute. Ma c’è una semplice soluzione (sperabilmente) definitiva.

Nel corso della giornata di oggi, come riferito da Macitynet sulla scorta di segnalazioni che sono giunte da alcuni lettori che echeggiavano quanto si legge su Internet, alcuni di coloro che avevano verificato il ben noto bug di inizio anno che ha cancellato la suoneria da iPhone non sono riusciti a liberarsi del problema e questo nonostante Apple abbia detto escplicitamente che dal 3 gennaio tutto sarebbe tornato normale. Come accennato nel nostro precedente articolo, invece, la nostra redazione (come moltissimi altri utilizzatori del telefono) sui suoi iPhone 4 non è stata più in grado di riprodurre il bug. La ragione di questa discrepanza sembra avere una ragione bene precisa: chi aveva le vecchie suonerie ancora programmate è incorso nella trappola dell’iPhone “muto”, chi le vecchie suonerie le ha cancellate non ha più avuto il problema.

Che il segreto stia nella cancellazione dei vecchi allarmi lo rivela iPhoneFaq.org. Alcuni test svolti anche da altri siti avrebbero confermato che il problema starebbe proprio nel calendario dei vecchi allarmi quotidiani settati precedentemente il primo di gennaio.

Ora resta da vedere se questo, davvero, cancella ogni ulteriore problema alla suoneria di iOS; come noto, infatti, il mancato allarme il primo dell’anno e il due di gennaio non sono l’unico bug rilevato in questa componente del software. Già allo scoccare dell’ora solare il telefono non si era “accorto” del cambiamento di orario e aveva suonato con un’ora di ritardo. Apple, comunque, in conseguenza di tutto il clamore suscitato (della vicenda si sono occupati anche alcuni TG del nostro paese oltre che tutti i principali media del mondo) dovrebbe a questo punto avere messo un occhio sul codice e presto o tardi dovrà rilasciare un aggiornamento.