Nuovi processori Nehalem di Intel a novembre

di |
logomacitynet696wide

Ieri Intel annuncia risultati record per il terzo trimestre, inoltre il Ceo Paul Otellini ha confermato le prime consegne dell’atteso Nehalem, il processore che abbandona l’architettura Core per adottare la nuova tecnologia i7. Inizialmente disponibile in quantità  limitate, i primi modelli saranno CPU top di gamma per desktop e server.

Arriveranno nel mese di novembre i nuovi attesi processori che, per tutto il periodo di sviluppo e progettazione, sono conosciuti con il nome in codice Nehalem infine da qualche mese a questa parte ribattezzati ufficialmente Core i7.

La conferma ufficiale è arrivata ieri direttamente da Paul Otellini, Ceo di Intel che, durante la presentazione dei risultati del gruppo per il terzo trimestre dell’anno, ha dichiarato che le consegne delle nuove CPU Core i7 da parte di Intel ai principali clienti sono già  iniziate nel trimestre appena conclusosi, in linea con la tabella di marcia di Santa Clara. La conferma del dirigente Intel unita ad alcune attendibili voci tra gli addetti ai lavori indicano infine nel mese di novembre la possibile data di lancio e di disponibilità  per gli utenti finali.

Inizialmente le quantità  saranno limitate e i primi Core i7 ad essere disponibili saranno i processori top di gamma e più costosi per dekstop e server. Tra questi TGDaily indica tre CPU nome in codice “Bloomfield”, tutti quad core con velocità  da 2,66 GHz per il modello Core i7-920, da 2,93 GHz per il modello Core i7-940 e infine la versione più veloce Core i7-965XE da 3,2 GHz di cui alcune indiscrezioni riportano un prezzo di 999 dollari.

Nel primo lotto saranno presenti anche processori per server conosciuti con il nome in codice Nehalem-EP, mentre occorrerà  oltre sei mesi per poter mettere mano ai primi processori Core i7 per i serve espandibili, per le workstation e anche per i portatili, attesi per la seconda metà  del 2009.

Ricordiamo che durante la presentazione di ieri Intel ha annunciato ricavi complessivi per il terzo trimestre pari a 10,2 miliardi di dollari con un utile operativo di 3,1 miliardi di dollari e utile netto di 2 miliardi. Paul Otellini ha definito i risultati dell’ultimo trimestre come i migliori nella storia dell’azienda.

Infine per un esame delle novità  più interessanti dell’architettura Core i7 (Nehalem) rimandiamo a questo precedente articolo di Macity.