Palmari boom, Palm super-boom

di |
logomacitynet696wide

Il PC è in crisi ma i mercato dei palmari esplode: raddoppio del fatturato nel 2000, due volte e mezzo il numero di pezzi venduti. Il botto più grande lo fa il PalmOs; PocketPc ha le polveri bagnate.

Il mercato dei PC ha vissuto il suo peggior trimestre nella storia recente e passata ma il rallentamento non ha neppure sfiorato il segmento dei palmari. Anzi i computer da tasca, proprio in coincidenza con la crisi dei desktop e dei laptop, ha conosciuto un vero e proprio boom.
Secondo una recente indagine compiuta da NPD Intellect il mercato dei palmtop è di fatto raddoppiato nel corso dell’ultimo anno arrivando a superare un fatturata di più di 2000 miliardi negli USA. Addirittura superiore il numero di esemplari di palmari venduti: 3,5 milioni, due volte e mezza quelli che erano stati posti in vendita nel corso del 1999.
L’unico segnale negativo, ma certo non per i consumatori, è che il prezzo dei dispositivi è calato dell’11% “un segnale che ora esiste più offerta sul mercato – sostiene Sima Vasa di NPD – i palmari stanno uscendo dalla loro nicchia per diventare prodotti di fascia consumer”
Il segmento è ancora dominato da Palm che controlla il 72% del mercato. Il calo del 6% rispetto allo scorso anno è stato largamente compensato dall’arrivo di Handspring che ha conquistato il 14% portando all’86% la quota di mercato di PalmOs.
PocketPC, la risposta di Microsoft al PalmOs, non arriva all’11% con Casio che ha il 6% (ma lo scorso anno arrivava da solo all’11%) e HP con il 2,3 (lo scorso anno aveva il 2,8%). Compaq chiude la fila con il 2%.