Quanti Switch ci vogliono?

di |
logomacitynet696wide

La campagna di Apple per la promozione di Mac Os X è basata sul “passaggio” che gli utenti Pc verso il Mac. Ma non c’è forse il bisogno anche di altre campagne?

Apple ha basato la sua strategia per aumentare la quota di mercato sul concetto di Switch. Da quando è uscito Mac Os X, infatti, Steve Jobs ha deciso di imprimere una forte accelerazione al business dell’azienda di Cupertino, rendendola più aggressiva che mai nei confronti degli utenti Pc. Il mercato che Apple deve conquistare se vuole assicurarsi la sopravvivenza.

Dopo il MacWorld di San Francisco si può tentare anche un’altra riflessione. Non c’è solo uno Switch vitale per Apple, ma ben tre e mezzo.

Il secondo è per gli utenti Linux, che sono un numero non indifferente. Secondo varie analisi, entro un anno il Pinguino potrebbe diventare il secondo sistema operativo consumer dopo Windows, scalzando Apple dalla sua posizione storica.

Il terzo è per gli utenti di Os 9. Molti, moltissimi ancora utilizzano esclusivamente o in via principale Mac Os 9: perché si sono abituati, perché non trovano le applicazioni necessarie o i driver per alcune periferiche, perché i loro Mac non sono supportati da Mac Os X

Infine, c’è una mezza categoria da tenere di conto: quelli che hanno adottato Mac Os X, l’hanno aggiornato a 10.1 e non hanno intenzione di comprare Jaguar.

Steve Jobs ha costantemente fatto riferimento a Jaguar e ai “buoni motivi” per comprarlo: sempre più applicazioni, sempre più features, incompatibilità  dei nuovi software anche con Os X, fine della possibilità  di avviare in Os 9 con le nuove macchine.

Ci vuole qualcosa di più. La missione aziendale di Apple è di fare “innovation”, come dice Jobs. Ma deve anche comunicare, instancabilmente, non solo agli utenti Pc. Anche agli utenti Linux e Mac più conservatori. Dando a tutti ottimi motivi per fare Switch.