Data Center North Carolina: Apple pensa in grande

Il nuovo centro di calcolo che Apple ha completato in North Carolina potrebbe presto subire una consistente espansione, raddoppiando la propria superficie o addirittura diventare più grande del doppio, secondo le ultime scoperte effettuate da All Things Digital. Pochi giorni fa una supervisione effettuata in loco ha permesso di appurare che il datacenter è ormai completato e che potrebbe entrare presto in funzione.

Alcuni rendering degli stabilimenti visionati da All Things Digital però dimostrerebbero che i piani di Apple prevedevano fin dall’inizio una superficie doppia rispetto allo stabilimento appena costruito. Ricordiamo che lo stabilimento ora occupa una superficie di 500mila piedi quadrati, corrispondenti a oltre 46.000 metri quadrati. Già nella forma attuale si tratta di uno dei datacenter più grandi del pianeta, con il presunto raddoppio l’impianto rientrerebbe tra le strutture di questo tipo più imponenti appartenenti a una singola società.

Ora dalla consultazione dei piani catastali All Things Digital rivela che Apple possiede un altro lembo di terra nelle immediate vicinanze, collocato dall’altro lato della strada che affianca il primo datacenter. Il terreno fino ad oggi ritenuto di proprietà Apple ospita il primo datacenter ed è in grado di ospitare una struttura gemella di pari dimensioni per il raddoppio. Se a questo si aggiunge anche il nuovo terreno oltre la strada, Cupertino potrebbe avere in cantiere uno dei datacenter più imponenti esistenti e senza dubbio tra i più grandi in assoluto. Se i piani di Apple tracciati dai rumors si dimostreranno fondati l’operazione confermerebbe un mastodontico investimento di Apple per entrare di forza nel settore e nei servizi cloud.
Apple Data Center

Offerte Speciali

Recensione Apple MacBook Pro 14 2021, la nostra prova su strada

Su Amazon MacBook M1 Pro 14″, 16 GB 1899 €, risparmio di 500€ rispetto al modello con processore M2

Su Amazon comprate in sconto del 15% il MacBook Pro 14" con processore M1 Pro. Risparmio da 500€ rispetto al modello con processore M2
Pubblicità

Ultimi articoli

Pubblicità