fbpx
Home Macity Apple Bugs & Bug Fixes Panther: il bug di iChat in italiano, soluzione semplice

Panther: il bug di iChat in italiano, soluzione semplice [aggiornato]

Il problema che non fa seguire alcuna attività  all’inserimento del nome di una chatroom (come quella non ufficiale di macity) alla pressione del tasto mela-g
è dovuto all’errore della traduzione non necessaria del termine “AOL Instant messenger” e impedisce l’accesso alla chat room basate sul servizio del provider americano (come tutti gli indirizzi non dipendenti dal servizio .mac di Apple, basati su AIM e che funzionano bene nelle chat singole).
Per risolvere il problema è sufficiente (ma ovviamente non pratico) riavviare il sistema in lingua inglese, oppure ancor meglio, come ci suggerisce Rafal, effettuare il log come Root e disattivare la cartella Italian.lproj (rinominandola zItalian.lproj) che si trova a questo livello:
/System/Library/PrivateFrameworks/InstantMessage.framework/iChatAgent.app/Contents/Resources/Italian.lproj.

Le indicazioni qui sopra non risolvono il problema ma lo aggirano.
Per risolverlo completamente, sempre secondo le indicazioni di Fabrizio Giuli e Rafal occorre:

– attivare utente root (accedendo alla Gestione NetInfo presente dentro la cartella Applicazioni/Utility)
– fare logout
– nella finestra di login si trova ora la voce “Altri”
– scrivere: login: root passwd: assegnata in precedenza a root su Gestione Netinfo
– andare nella cartella /System/Library/PrivateFrameworks/InstantMessage.framework/ dove si trova iChatAgent
– ctrl+tasto destro “Mostra contenuto Pacchetto”
– andare nella cartella Contents/Resources/Italian.lproj/
– fare una copia e poi apri il file AIMLocalizable.strings (se avete installato Developers Tools si apre Xcode, altrimenti aprire con TextEdit
– sostituire la stringa
“FullNameOfAIM” = “Servizio Messaggi Istantanei AOL”
con
“FullNameOfAIM” = “AOL Instant Messenger”
– chiudere salvando
– effettura il logout da root
– fare il login con il consueto nome utente
– disattiva root (meglio così)
Servirà  una piccola applicazione di patch che permetta di sostituire la risorsa corrotta anche agli utenti meno smaliziati oppure la reinstallazione di iChat con tutte le risorse sistemate.

Nelle prossime ore vi daremo conto di una eventuale soluzione ancora più “end-user”

Offerte Speciali

MacBook Air 2019 vs MacBook Air 2020, specifiche a confronto

Minimo storico per MacBook Air M1 256 GB: 1037,00 €

Il portatile più ricercato della nuova ondata di Mac in offerta con uno sconto al 10% su Amazon. Tanta velocità per il nuovo MacBook Air M1
Pubblicità
Pubblicità

Seguici e aggiungi un Like:

64,831FansMi piace
93,204FollowerSegui