Angela Ahrendts, capo dei negozi Apple, se ne va da Cupertino

A soli cinque anni di distanza dall'arrivo in azienda, Angela Ahrendts, Senior Vice President di Apple Retail, lascerà Apple. Al suo posto Deirdre O'Brien, dirigente che vanta 30 anni di esperienza nel gruppo societario.

Angela Ahrendts e il successo dei punti vendita Apple come luoghi esperienziali

Angela Ahrendts, Senior Vice President di Apple Retail, lascerà Apple ad aprile, a soli cinque anni di distanza dall’arrivo in azienda. A occupare il suo posto – riferisce la Casa di Cupertino in un comunicato – sarà Deirdre O’Brien, dirigente che vanta 30 anni di esperienza nel gruppo societario e che attualmente ricopre il ruolo di vice presidente senior responsabile “Retail + People” (ne abbiamo parlato qui).

“In Apple, riteniamo che la nostra anima siano le persone e Deirdre comprende le qualità e i punti di forza del nostro team meglio di chiunque altro”, ha dichiarato il CEO di Apple, Tim Cook. Parlando della Ahrendts, l’a.d. di Apple ha ringraziato la dirigente per essere stata “una forza positiva e trasformativa” per gli Apple Store e le relative comunità circostanti.

“Gli ultimi cinque anni sono stati molto stimolanti, impegnativi e appaganti per la mia carriera”, ha dichiarato Angela Ahrendts. “Grazie agli sforzi collettivi dei team, i negozi al dettaglio non sono mai stati così forti, meglio posizionati e in grado di dare un apporto ancora maggiore ad Apple”.

“Penso non esista momento migliore per passare il testimone a Deirdre, dirigente tra i più forti”, ha dichiarato ancora Ahrendts. “Non vedo l’ora di vedere il modo in cui questo fantastico team, sotto la sua guida, continuerà a cambiare il mondo una persona e una comunità alla volta”.

Angela Ahrendts
Angela Ahrendts

In Apple, la Ahrendts è stata responsabile di stratege relative alle proprietà immobiliari, dello sviluppo e delle attività legate agli Apple Store fisici, degli online store e dei contact center. Arrivata in Apple nel 2014, ha integrato le attività degli store fisici e la vendita online crendo, attività che coinvolgono annualmente milioni di clienti (Apple attualmente opera con 35 negozi online e 506 negozi al dettaglio presenti in cinque continenti, con uno staff composto da vari team che si occupano a vari livelli dei clienti).

Prima di arrivare in Apple, è stata CEO di Burberry, azienda che ha guidato verso una straordinaria crescita a livello mondiale. Prima ancora di Burberry è stata Executive Vice President di Liz Claiborne, e agli inizi della carriera Presidente di Donna Karan International. Ha una laurea in Marketing and Merchandising della Ball State University (Indiana) presso la quale ha ottenuto il dottorato ad onorem in scienze umanistiche. È stata anche membro del Consiglio consultivo per le imprese del Primo Ministro del Regno Unito dal 2010 al 2015, è stata nominata “dama” dell’Impero Britannico ottenendo il blasone nell’aprile del 2014. A maggio dello scorso anno è entrata nel consiglio di amministrazione di Ralph Lauren.

Angela Ahrendts
Angela Ahrendts

La Ahrendts è una delle donne più pagate degli Stati Uniti (il suo compenso annuo in Apple supera gli 80 milioni di dollari). Tim Cook aveva fatto di tutto per averla in Apple, e aveva salutato il suo arrivo in modo entusiasta (“Un genio e un leader”) dopo la sfortunata esperienza con John Browett, che si dimise a ottobre del 2012, dopo solo sei (disastrosi, secondo qualcuno) mesi di gestione. Browett era stato il primo importante reclutamento a livello manageriale di Cook ma aveva fallito, dimostrandosi incapace di inserirsi nella cultura di Apple e di comprendere la filosofia intorno a cui è nata la catena retail di Apple.

Il New York Times – in tempo insospettabili (ottobre 2015) – aveva lasciato intendere qualche problema tra i dirigenti Apple e Angela Ahrendts.

Deirdre O'Brien
Deirdre O’Brien

Deirdre O’Brien lavora per Apple da 30 anni. Finora ha guidato i dipartimenti human resources, supervisionando ciò che riguarda sviluppo risorse umane, reclutamento, benefit, remunerazioni, supporto all’impresa e supervisionando anche Apple University (incarico che era in precedenza  assegnato a Joel Podolny). Si è laureata in Operations Management presso la Michigan State University e ha conseguito un master alla San Jose State University.